GP Canada: Resoconto Prove Libere 1 e Prove Libere 2 - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP Canada: Resoconto Prove Libere 1 e Prove Libere 2

Finalmente questo pomeriggio è cominciato il weekend del Canada con le prime due sessioni di prove libere.
La prima sessione di prove libere è stato banco di prova per quasi tutti i team, prove specialmente rivolte ai freni, come dichiarato da Vergne.
Prima sessione che ha visto primeggiare Fernando Alonso con il crono di 1.17.238, grande prestazione del pilota spagnolo. Davanti ad Hamilton (1.17.254) e Nico Rosberg (1.17.384).
Quarta posizione per Sebastian Vettel, molto staccato (1.18.131) che precede Bottas e Ricciardo. Poi le due McLaren con Button e Magnussen. Solo 9° Kimi Raikkonen che ha lamentato ad inizio sessione una mancanza di potenza, mancanza di potenza confermata da una velocità molto bassa sul rettilineo che porta all'ultima curva, addirittura 21 km/h in meno della Mercedes. Problemi che hanno condizionato le FP1 del Finlandese che ha girato poco e a fine sessione ha accusato un distacco di 1.3 secondi dal compagno di squadra.
I due piloti hanno comunque effettuato prove comparative, indiscrezioni dicono che durante la FP1 Alonso abbia usato il nuovo pacchetto aerodinamico e la benzina vecchia, mentre Raikkonen l'opposto.
Tutti i team hanno utilizzato la mescola più dura delle due portate dalla Pirelli, la mescola Soft.

La Seconda sessione ha visto primeggiare Lewis Hamilton con il tempo di 1.16.118, davanti al suo compagno staccato di 0.175 secondi. In terza posizione un Sebastian Vettel che ha trovato il guizzo nel finale. Seguono le due Ferrari, entrambe staccate di mezzo secondo.
Come di consueto, la seconda sessione di libere è indicativa per valutare il passo gara dei vari piloti, con a bordo un buon quantitativo di benzina. Nella simulazione gara si è vista una Williams molto competitiva, probabilmente con un carico di carburante inferiore alla concorrenza, con un passo costante sotto l'1.20, sia con soft che con supersoft.
Dopo la Williams troviamo la Mercedes che con più carico di carburante nel primo stint virtuale di gara con gomme Supersoft, con entrambi i piloti, fa segnare tempi sull'1.20 basso, per poi arrivare fino ad un 1.19.2 con gomma soft nuova. Hamilton costantemente 1 o 2 decimi più rapido del compagno di squadra.
Alle spalle delle Mercedes troviamo Kimi Raikkonen, che ha fatto segnare un grandissimo passo gara con la gomma Soft, con tempi che oscillano dall'1.20.0 fino ad arrivare all'1.20.991 segnato con il traffico della Caterham di Kobayashi.
Bene anche Sebastian Vettel che è sullo stesso passo di Kimi Raikkonen nonostante le difficoltà che la Red Bull sembra avere su questo tracciato, e che sembra aver risolto solo in parte, ma solo con Sebastian Vettel. Infatti Daniel Ricciardo è in difficoltà sia sul giro secco (12° +1.526) sia sul passo gara.
Leggermente più in difficoltà Fernando Alonso sul passo gara, che con supersoft oscilla tra l'1.20 alto e l'21.

Con un'analisi più generale troviamo una Mercedes come al solito davanti, ma con un vantaggio molto ridotto rispetto alle attese. Infatti i passi avanti fatti soprattutto dalla Ferrari hanno abbassato il divario dalla macchina tedesca.
Più in difficoltà la Red Bull, che però sembra aver trovato la chiave di volta con Sebastian Vettel.
Bene le Williams che si spartiscono la terza fila virtuale e presentano un buon passo gara, seppur da verificare.
Leggermente in difficoltà la Force India da cui, avendo fornitura Mercedes, ci si aspettava qualcosa di più.
Appuntamento a domani con le FP3!

Gianmarco Fiduci

About Gianmarco Fiduci

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.