GP.Austria - modifiche al posteriore sulla Ferrari F14 T: prese dei freni, diffusore e sistema DRS - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP.Austria - modifiche al posteriore sulla Ferrari F14 T: prese dei freni, diffusore e sistema DRS



Novità anche nella zona posteriore sulla vettura di Kimi Raikkonen che è dotata di nuove prese di raffreddamento dei freni posteriori. Se confrontate con la vecchia soluzioni si può notare che ora le prese dei freni, che sono diventate ormai dei veri e propri dispositivi aerodinamici, sono formate da ben sette elementi mentre prima gli elementi erano quattro.
Sembrano esserci delle novità anche nella zona esterna del diffusore che potrebbero essere state portate a partire dal Gp del Canada ma che sono sfuggite.
In ogni caso insieme all'ing. Basile proviamo a dare una possibile spiegazione su quanto si vede nella foto (freccia verde).

Questa soluzione è' una pratica spesso usata per aumentare il carico sul fondo cercando di creare una minigonna aerodinamica. Si cerca di appuntire le estremità del fondo, per indurre il flusso a scendere verso il fondo (a causa della bassa pressione del fondo che richiama aria) e quando questa arriva sul bordo si stacca, e si crea un rigonfiamento che tende a "isolare" l'esterno dall'interno( il fondo).
Osservate il disegno in basso, il fondo è a bassa pressione e attira aria dall'esterno e da sopra la vettura.



Gp Canada
Cambiato il sistema di azionamento dell'ala mobile (DRS) che nella versione vista quest'oggi ai box presentava una curva più pronunciata rispetto a quello usato in Canada. Il sistema è formato da un collegamento metallico tra ala e sistema di azionamento per migliorare la precisione del sistema.





Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

3 commenti

Write commenti
Fabio
AUTHOR
20 giugno 2014 08:19 delete Questo commento è stato eliminato dall'autore.
avatar
Fabio
AUTHOR
20 giugno 2014 08:19 delete Questo commento è stato eliminato dall'autore.
avatar
Fabio
AUTHOR
20 giugno 2014 08:22 delete

Ciao a tutti,Stiamo sperando tutti in un colpo di coda della Rossa o almeno l’evidenza oggettiva di un impegno deciso nel cercare di migliorare una situazione vergognosa, da quello che s è visto non è stato portato nulla di diverso , come importanza , rispetto a quanto portato da altri team e anzi altri portano modifiche del muso o rifacimento totale o parziale della monoposto e la Ferrari nulla. Dalle potenzialità della Ferrari ci si aspettava dopo tutto questo tempo la riprogettazione di buona parte della monoposto in primis l’aborto della pull-rod anteriore…
A mio modesto parere l’intervento più significativo ora, sarebbe la conferma e utilizzo del cofano stretto che porta notevoli miglioramenti aerodinamici unito al fatto come ha illustrato Cristiano di ottenere aerodinamicamente minigonne che possano creare carico.
Detto e fatto questo vuol dire che almeno su P.U. hanno fatto un importante lavoro e conseguente miglioramento del rendimento fluidodinamico delle fiancate e una ottimizzazione dello smaltimento termico della P.U. stessa.
Vorrei porre l’attenzione sul diverso modo di pensare tra RBR e Ferrari.
Newey ha estremizzato tutto e anche la rastremazione delle pance, e hanno lavorare a testa bassa con Renault per ottenere quello che si erano prefissati( anche il test in AVL su rulli o tappeto rotante ) quindi hanno focalizzato il target sulla prestazione e efficienza con conseguente lavoro per raggiungerli, mentre in Ferrari sono partiti dall’opposto, e cioè garantire una performance blanda ma affidabile con conseguente maggiore lavoro per ottenere prestazioni ed efficienza con il grosso rischio di perdere la strada, un modo vecchio di pensare che penalizza sempre!!!

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.