Anteprima Gp di Spagna: Ferrari F14 T - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Anteprima Gp di Spagna: Ferrari F14 T

Autosprint nel numero in edicola questa settimana svela alcune voci che prevengono da Maranello ed indicano che uno dei tanti problemi della F14 T (oltre alla Power Unit poco potente) sta in un difetto di progettazione del telaio. In specifico, tale problema, sta nelle fiancate troppo strette della Ferrari che non garantirebbero il necessario carico deportante. Un problema analogo lo aveva avuto, nella scorsa stagione, la Sauber che nella seconda parte di campionato ridisegnando completamente il posteriore, scarichi compresi, ha risolto parte dei problemi. Questo lavoro di miniaturizzazione delle fiancate, ottenuto grazie al contenimento delle masse radiante sfruttando la tecnologia dei micro-tubi, doveva portare dei benefici soprattutto in termini di velocità massima ma le prime gare della stagione non hanno dimostrato tutto questo. Anzi, la velocità di punta è stata un punto debole di queste prime gare.
Per la trasferta spagnola sono previsti tantissimi aggiornamenti sulla F14 T ma non è detto che tutte le novità vengano provate durante questo fine settimana in quanto buona parte dello sviluppo verrà provato durante i due giorni di test che si disputeranno la prossima settimana sempre sul tracciato del Montmelo.
Come già annunciato circa tre settimane fa sono previsti delle nuove ali, un muso leggermente più alto ispirato alla Mercedes, delle nuove fiancate ridisegnate nella zona posteriore ed un cofano motore diverso da quello utilizzato fino al Gp di Cina.
Anche la Shell porterà, per la prima gara europea, una nuova benzina che permetterà delle prestazioni migliori del motore endotermico in quanto è stata migliorata la combustione e sono stati ridotti gli attriti interni.
Non aspettiamoci, per la gara di Barcellona, una Ferrari in grado di lottare con le Mercedes, in quanto il lavoro da svolgere a Maranello, per colmare il gap dal team anglo-tedesco, è ancora tanto.


Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

9 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
6 maggio 2014 22:12 delete

Ma dove starebbe scritto che fiancate strette=basso carico creato?Capirei se parlassimo di problemi di raffreddamento o di resistenza all'avanzamento,per via della pessima fluidodinamica interna delle fiancate,ma nella F.1 recente il carico é sempre stato creato dai flussi che corrono esternamente alle fiancate,mica internamente.Sono decenni che si corre con le fiancate a "coca-cola" proprio per questo.A me questo discorso sa piu' di scusa per non dover dire,per l'ennesima volta:
"La monoposto non va perche' non riusciamo ad indirizzare i flussi trattati dall'ala anteriore,come vorremmo.Questo non permette all'aria di rimanere aderente alle fiancate,sfruttando appieno lo spazio fra cambio e ruote posteriori.Il problema deriva dal fatto che non c'é corrispondenza dei dati della galleria,rispetto ai valori riscontrati in pista"....
In comune,per entrambe le situazioni,c'é che gli aerodinamici e il capo progetto,continuano a cannare in maniera infallibile.

Reply
avatar
7 maggio 2014 00:23 delete

Ma da quando i corpi tozzi servono a creare deportanza? È come dire che la portanza di un aereo è demandata alla fusoliera.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 maggio 2014 01:36 delete

Allargare le fiancate credo sia facilissimo se serve veramente. Poiché non dovrebbero fare altro che lasciare spazio vuoto tra carena esterna e componenti interni. Il difficile e restringere le fiancate perché i componenti interni non si miniaturizzazione facilmente se non a fronte di un enorme lavoro ingegneristico. Pertanto se il problema di performance della ferrari fosse recuprabile allargando le pance, trovare il rimedio sarebbe relativamente facile a mio avviso. Mi sembra dunque strana come problematica.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 maggio 2014 08:22 delete

Cmq ricordiamoci che sn voci

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 maggio 2014 08:53 delete

ricordiamoci che anche quando fu introdotta la coca-cola posteriore molti sostenevano che l'unica maniera di aumentare l'efficienza aereodinamica era costruire l'auto a freccia.... salvo poi verificare che la trovata di Barnard era semplicemente geniale....!!
comunque la portanza di un aereo non dipende dalla fusoliera , ma dalla dimensione volumetrica delle ali...!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 maggio 2014 11:27 delete

Teoricamente,ammesso che il problema esista realmente,rifare le fiancate non dovrebbe essere impossibile e particolarmente gravoso,dal momento che la zona ad assorbimento d'urtoa quanto ne so non é piu' integrata nella bocca delle pance,ma implementata con i coni in carbonio da engineering Red Bull.Quindi,se non erro,il rifacimento non dovrebbe comportare grossi problemi di superamento dei crash test,in quanto le strutture deputate all'assorbimento dell'energia sarebbero sempre le stesse.
Se il rifacimento delle fiancate non avverra' vorra dire che almeno una delle seguenti affermazioni é vera:
-non esiste alcun problema prestazionale legato alla forma delle fiancate
-la Ferrari non ha un euro da investire grazie al generosissimo (e lungimirante dal punto di vista del marketing) Marchionne.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 maggio 2014 15:50 delete

siamo alle solite ipotesi e cintroipotesi non riscontrabili.
telaio e motore sono nati male e recuperare sulla mercedes è impossibile.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 maggio 2014 21:04 delete

Le solite 'gole profonde' affermano che il motore termico della Ferrari è molto evoluto e 'estremo' come concetti , il problema è che non si riesce a fr funzionare le sinergie termico/elettrico come sulle PU Mercedes ... .

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 maggio 2014 22:52 delete

questo è quello che sapevo anche io....!!forse un progetto un po' troppo innovativo e con grandi problemi di affidabilità...il suono del motore sperimentale montato sulla ibrida era di sicuro diverso da quello presente ai gp....

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.