Test Bahrein: La Ferrari prova i portamozzo "soffianti" all'anteriore - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
FUNOAnalisitecnica fa parte del network di

Test Bahrein: La Ferrari prova i portamozzo "soffianti" all'anteriore

Oggi si è disputata la prima giornata di test sul tracciato del Bahrein che ha visto svettare, tanto per cambiare, la Mercedes di Rosberg. La Ferrari ha realizzato con Fernando Alonso il terzo tempo staccato dal tedesco di 929 millesimi. 


Chi si aspettava una F14 T con molte novità aerodinamiche sarà rimasto senza dubbio deluso. Le novità ci sono state soprattutto a livello di configurazione elettronica della Power Unit che è senza dubbio il punto debole della Rossa. Sono stati, inoltre, raccolti parecchi dati in quanto la F14 T ha girato con parecchi sensori per effettuare misurazioni aerodinamiche.
La Ferrari ha collaudato durante questa prima giornata di prove anche delle prese d'aria dei freni anteriori con un'apertura molto vistosa che non sono state usate durante lo scorso fine settimana. 
La novità più interessante è senza dubbio l'uso all'anteriore del portamozzo "soffiante" che va ad espellere l'aria calda che si genera all'interno del cerchio. Tutto questo, se ben tarato, potrebbe andare a ridurre le turbolenze generate dal rotolamento dello pneumatico che disturba l'efficienza aerodinamica della monoposto. Per testare nel migliore dei modi la soluzione, sono state effettuate prove comparative usando sia la soffiatura nel portamozzo che il portamozzo senza soffiatura. 
foto @PiusGasso 
Questa soluzione non è completamente inedita in quanto la si è già vista nel 2012 sulla Red Bull (bocciato dalla Federazione in quanto i fori applicati al mozzo per espellere l'aria ruotavano insieme alle ruote e quindi erano considerati dispositivi aerodinamici mobili) e lo scorso anno su varie vetture in primis sulla Williams FW35.

mozzo "soffiato" Williams FW35
Il sistema utilizzato dalla Williams nella scorsa stagione e dalla Ferrari in questi test, viene considerato legale dalla Federazione in quanto per espellere l'aria utilizza un apposito collegamento (tubo) ancorato al portamozzo e quindi viene considerato come corpo in movimento. Questo sistema cerca di ricreare lo stesso effetto dei copri cerchi che la Federazione ha proibito nella stagione 2009.

Come già citato, questo sistema, se ben tarato porta senza dubbio dei vantaggi aerodinamici ma potrebbe creare qualche problema ai meccanici durante i pit stop in quanto la filettatura del dado è molto corta.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

Powered by Blogger.