Descrizione del volante della Mercedes W05 - Analisi parametri - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Descrizione del volante della Mercedes W05 - Analisi parametri


Forma
Il volante utilizzato sulla W05 è molto più piccolo e leggero rispetto a quelli usati sulle precedenti ed è anche di forma di versa. Ogni pilota si personalizza a modo proprio l’impugnatura e la disposizione ed il colore dei pulsanti.


Display LCD
E’ molto più grande rispetto al passato in quanto è stato progettato per gestire molte più informazioni che vengo scelte attraverso appositi pulsanti dal pilota stesso. Attraverso questo schermo possono essere monitorate informazioni come la selezione delle marce, i riferimenti cronometrici, il bilanciamento della frenata, ecc. Il display può contare anche su differenti tonalità di colori per visualizzare i dati, al contrario del sistema precedente che era caratterizzato solo da una base cromatica formata dai led rossi
Luci
I led luminosi posizionati sulla destra e sulla sinistra del volante sono quelli standard imposti dalla FIA, che segnalano l’eventuale presenza di bandiere rosse, gialle o blu.
I led che invece sono alloggiati nella parte superiore appena oltre il display, sono configurabili ed in genere servono per indicare il numero di giri del motore in corrispondenza del cambio di marcia.

Selettori
Sul volante della W05 ci sono ben 9 selettori posizionati in tre zone distinte del volante configurati in modo tale da essere facilmente mossi con il pollice del pilota:
- Tre sono presenti nella parte inferiore (e basta pensare che già qui ci sono 2160 possibili combinazioni) e vanno a modificare numerosi parametri;
- sei ai lati;

Quadranti rotanti
Menù (centrale): questo comando dispone di oltre 15 posizioni di settaggio che sono in grado di variare numerosi parametri e configurazioni con un solo clic, come ad esempio quella della regolazione in base al compound di pneumatici.

HPP (destra): si tratta di una manopola che regola molti settaggi relativi alla power unit, come la gestione dell’energia durante la gara o la regolazione della MGU-K.

Strategy (sinistra): consente di regolare la strategia durante una sessione, incluso il modo in cui viene recuperata l’energia e a sua volta distribuita.

Comandi rotanti laterali

I manettini che si azionano con la mano destra sono impiegati per compiere vari aggiustamenti, come il bloccaggio della coppia motrice nelle differenti tipologie di curva: lenta, media e ad alta velocità.
Le rotelle che si azionano con la mano sinistra, sono invece legate al bilanciamento dell’impianto frenante, al freno motore, alla regolazione del pedale e ad altre funzioni.

Pulsanti
BB+/BB-: gestione del sistema brake by wire per regolare il bilanciamento.
OT: overtake, viene premuto in fase di sorpasso.
N: neutral,
+10/+1: interruttore multifunzione

Radio: per attivare la conversazione tra pilota e ingegnere.
Limiter: per attivare il limitatore di velocità in corsia box.
Marker: usato per identificare un punto di interesse nei dati indicati dal pilota.
DRS: per aprire il flap dell’ala mobile.
PC/R: conferma l’entrata in pit lane inviando un allarme automatico al garage. Questo comando indica ai meccanici e ai membri del box dell’arrivo della vettura,

.Ho notato dagli onboard Mercedes che i piloti durante i loro giri controllano molto spesso, premendo il tasto +10/+1 (interruttore multifunzione) un parametro che potete vedere dall'immagine in fianco. Ad un prima analisi credevo potesse rappresentare qualche configurazione particolare sull'utilizzo della Power Unit. 
Poi studiando vari onboard ho escluso completamente questa ipotesi.

Ho analizzato il cameracar di Hamilton in qualifica sotto il bagnato e il coefficiente varava da 42 a 52. In Bahrein questo valore variava da 51 a 57. Quindi mai numeri sotto il 40 e mai superiori al 60. Questa visualizzazione viene effettuata spesso dai piloti quando sono in rettilineo e si preparano per staccate molto importanti.
Ho dedotto che si tratti semplicemente del bilanciamento della frenata che nel caso della foto è 57% anteriore e quindi 43 % posteriore. In Australia Hamilton usava una ripartizione spostata al posteriore come è solito fare quando la pista è bagnata. Questo parametro viene controllato spesso ed è facilmente regolabile da una rotellina che i piloti muovono con il pollice sinistro. Poi controllano il parametro per non trovarsi sorprese di bilanciamento nella staccata successiva.

Questa è la mia teoria su questo tema.






















Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.