FERRARI a Melbourne senza ERS? Dubitiamo, ma la Malesia ci darà tante risposte! - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

FERRARI a Melbourne senza ERS? Dubitiamo, ma la Malesia ci darà tante risposte!

Clamorosa l’indiscrezione proposta da Omnicorse in cui viene messo in risalto un grosse problema che ha coinvolto le scuderie motorizzate con la Power Unit Ferrari. Secondo le informazioni raccolte, i motorizzati Ferrari non hanno potuto utilizzare la potenza ibrida durante le prime fasi della gara. La potenza “raccolta” dai generatori (MGU-K + MGU-H), per regolamento la si può utilizzare a partire dalla partenza quando la vettura ha raggiunto i 100 Km/h. Questo non è successo per la prima fase di gara e le vetture equipaggiate con la P.U realizzata a Maranello non hanno usufruito dell’extra potenza.
Se la cosa fosse vera sarebbe molto grave. Però, se fosse vera (faccio fatica a crederci), la Ferrari avrebbe disputato una super gara a Melbourne e senza questa problematica avrebbe potuto lottare per la vittoria. Perché dico questo? Andiamo ad analizzare i riscontri cronometrici di Rosberg e Alonso nelle prime fasi di gara. 

Come potete vedere la differenza media di tempo sul giro tra il pilota tedesco e quello spagnolo è di “soli” 1,5 s.
Sappiamo con una precisione abbastanza buona, grazie al sistema Wintax di Magneti Marelli, che l’ERS (MGU-K + MGU-H) a Melbourne equivaleva, in gara, a circa gara 2”08 al giro (con un aumento di 12 km/h di velocità massima) mentre in qualifica il margine era di ben 3”5 con un incremento di velocità massima di 20 km/h.
Se tutto questo coincide con la verità perché allarmarsi a Maranello? Avevano un gap di oltre 2 s al giro e sono riusciti a girare dalla Mercedes a soli 1,5s. Quindi vorrebbe dire che hanno recuperato ben mezzo secondo sul gap stimato e senza questi problemi avrebbero potuto lottare per vincere e/o salire sul podio.

Allora perché c’è preoccupazione a Maranello? Io personalmente fatico a credere a questa tesi e credo che la Ferrari abbia avuto dei problemi ai motori ibridi per colpa del proprio software che ancora non funziona correttamente. Avete notato che la Ferrari, a differenza delle motorizzate Mercedes e Renault, fatica a fare il giro veloce in qualifica al primo passaggio? Perché vengono fatti due giri lenti prima di sparare il tempo? Perché non si riescono a fare due giri veloci consecutivi? 
Se così fosse, credo che il problema principale sia proprio nel software sviluppato dalla Ferrari e non della Federazione in quanto quest'ultima invia sicuramente dei segnali di sblocco alla propria centralina installata su ogni vettura. Sta poi ai vari team, "raccogliere" questo segnale e inviare lo sblocco alle centraline che gestiscono i motori elettrici.

Comunque aspettiamo le risposte sulla pista per cercare di trarre le giuste indicazioni. 

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

48 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
24 marzo 2014 17:53 delete

Dubito fortemente che ci sia stato questo problema ma che la Ferrari abbia problemi con l'ottimizzazione del software pare chiaro , solo la Ferrari usa un software completamente sviluppato in casa e non semplicemente ottimizzato e personalizzato da quello ufficiale FIA , questo svantaggio potrebbe anche diventare un grande vantaggio ma solo se lo sviluppo e l'integrazione saranno totali .

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
24 marzo 2014 19:59 delete

Veramente il software è sviluppato da Ferrari stessa?? E merceds e renault?

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
24 marzo 2014 20:55 delete

Concordo sul fatto che l’articolo apparso su Omnicorse sia privo di una fonte attendibile, io non so se bisogna dargli credito, in ogni caso mi sembra strano che la Ferrari non abbia recriminato, quindi tendo a credere che un problema realmente c’è stato, ma non è del tutto addebitabile alla FIA, peraltro non mi spiego com’è che sia capitato solo ai motorizzati Ferrari.

Non so quanto la mancanza totale del kers possa aver influito nei primi 10 giri, ma credo che 120 cv in meno siano piuttosto rilevanti e se fosse vero, la Ferrari sarebbe stata penalizzata in modo assurdo, non solo sui tempi, (che credo potessero essere subito al di sotto della Mercedes se non meglio) ma per il fatto che per adattarsi a quella condizione devono aver fatto esclusivamente affidamento sul propulsore a combustione con un aggravio notevolissimo dei consumi, anche perchè con il kers disabilitato non so se hanno potuto comunque utilizzare la famosa “doppietta elettrica” per risparmiare carburante, ciò avrebbe portato inevitabilmente a dover tirare i remi in barca per tutto il resto della competizione, infatti ho fatto notare in altra sede quanto Alonso abbia lavorato ad elastico alternando sportadicamente qualche giro veloce ad altri più lenti ed il giro più veloce lo ha fatto registrare al suo penultimo giro ed è risultato il terzo in assoluto (dietro Bottas, che però si dice abbia anche utilizzato l’ottava marcia e quindi è un discorso a se).

Quello che mi fa pensare ad una corresponsabilità (da notare che non escludo colpe in Ferrari) della FIA è il fatto che leggendo i team radio in un altro blog, non ve ne era nessuno di Alonso e di Raikkonen, per cui, atteso che i team radio prima di essere resi pubblici vengono vagliati, appena ho letto questa notizia ho subito pensato che la FOM li aveva bannati per ovvi motivi.

Mio parere personalissimo è che la Ferrari non abbia reclamato per il semplice fatto che qualche errore software debba essere stato commesso, da qui la rivoluzione interna e la caxxiata di Domenicali nel post gara e la successiva dichiarazione che bisogna lavorare in squadra e non incolparsi a vicenda, che senso avrebbe questa dichiarazione? Nessuno gli ha chiesto niente, il che vuol dire che qualche mega stroxata la hanno fatta, chissà magari si tratta proprio del dispositivo che avrebbe dovuto raccogliere l'imput della FIA per abilitare l'ers, forse qualcuno ha confuso le frequenze????

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
24 marzo 2014 22:02 delete

ok , ma comunque non si spiegano i tempi più che buoni nelle prove libere ,e i tempi pietosi dei primi giri in gara ,, inoltre , se giri per supponiamo 6-7 giri solo col termico consumi il 20% in più... hai detto niente..!!
e concordo con maxleon ,in una fase della gara Stella e Alonso parlavano concitatamente , lo hanno fatto sentire da sky , ma non ho sentito tutto , stella diceva di continuare così e di non innervosirsi , ma Maxleon dove trovi i team radio ?

Reply
avatar
24 marzo 2014 22:03 delete

Ipotesi fantasiosa, ma da non scartare a prescindere. Guardate i primi giri del Gran Premio: sia Alonso che Raikkonen accusavano una grandissima mancanza di velocità rispetto agli altri, e un'accelerazione decisamente più lenta (notare come Alonso sia stato superato in velocità da Hulkenberg, e per poco anche da Vergne). Parlano di problemi al sistema elettrico, che ha portato quindi a malfunzionamenti di MGU-K e tutto il resto. Ne segue quindi un aumento sostanziale dei consumi, con conseguente ricerca costante da parte delle Rosse del risparmio di carburante. Ho notato inoltre che sulla vettura di Alonso, a differenza delle altre, non si accendeva mai la luce rossa al posteriore che indica la riduzione della potenza gestita dall'elettronica, per risparmiare carburante. I telecronisti parlavano di un risparmio gestito autonomamente da Alonso....e se invece questo fosse causato proprio da un problema persistente alla vettura, che ha costretto il pilota ad "andare sul sicuro"? Magari non erano nemmeno a conoscenza del consumo, chi lo sa. Sicuramente Venerdi avremo delle risposte certe......e speriamo che questa stagione non segua l'andazzo delle precedenti, con una scuderia nettamente superiore alle altre.

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
24 marzo 2014 23:04 delete

I team radio li ho letti sulla rubrica di F1passio

http://www.f1passion.it/2014/03/f1-team-radio-del-gp-daustralia/

non solo mancano i team radio dei due ferraristi ma anche quelli di Sauber e Marussia.

A mio avviso la cosa si può spiegare solo con il cambio delle frequenze di invio del segnale di sblocco per cui i motorizzati Ferrari sono rimasti appiedati e se si guardano i tempi di Sauber e Marussia tra il primo ed il secondo stint di gara direi che l'ipotesi è veramente plausibile.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
25 marzo 2014 10:45 delete

questo sito è diventato inutilizzabile. mentre scrivo la pagina si aggiorna e perdo tutto.
scrivo un'ultima cosa. il problema c'è stato ma ha riguardato solo il primo giro. tutte il resto sono storie inventate

Reply
avatar
Pascalise
AUTHOR
25 marzo 2014 11:23 delete

Un articolo di Omnicorse smentisce sia il sovrappeso del motore ferrari sia l'utilizzo della protezione del turbo(sempre ferrari); Cristiano hai qualche notizia in più??? grazie aspetto tue risposte

Reply
avatar
25 marzo 2014 11:36 delete

Ho aumento il refresh della pagina da 5 min a 20 min. Ora credo non ti succederà più il problema. Chiedo scusa del disagio.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
25 marzo 2014 12:13 delete

grazie cristiano.
omnicorse ha scritto una serie di bagianate sulla ferrari negli ultimi giorni ed ora è costretto a smentirle.
se davvero riescono a migliorare la resa della PU in malesia vedremo un'altra ferrari. un pò come abbiamo visto un'altra red bull in australia rispetto ai test. insomma una volta tanto spero in una sorpresa positiva dalla ferrari

Reply
avatar
25 marzo 2014 12:28 delete

Nei test Alonso era nettamente piu' veloce in rettilineo, mentre a Melbourne no, pertanto qualcosa e' successo

Reply
avatar
25 marzo 2014 12:44 delete

Potrebbe aver girato con un assetto a bassa deportanza. Non sappiamo che rilevamenti cronometrici ha avuto Alonso quando a realizzato le velocità migliori nei diversi settori.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
25 marzo 2014 12:48 delete

ma ancora con quello speed trap nei test? basta dai!
quella velocità può essere venuta fuori per mille ragioni diverse e comunque è il passato, non ha più nessuna importanza! la velocità vera l'hai vista in gara, bona. andiamo avanti dai, progrediamo nel ragionamento....

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
25 marzo 2014 12:57 delete

più che altro qualcosa non è successo....
il software non è stato migliorato e con esso l'efficienza, tanto è vero che c'è stata una mini riorganizzazione interna per potere rispondere più velocemente ai problemi con la PU.
in malesia sapremo se la direzione è quella giusta

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
25 marzo 2014 14:10 delete

Per l'anonimo delle 10:45

Ma sulla base di cosa dici che il problema c'è stato solo per il primo giro??

Se durante i primi 10 giri hanno sempre detto che Kimi ed Alonso avevano delle noie elettriche e dopo aver visto e sentito il malumore di Alonso nella fase concitata con Andrea Stella, credo proprio che il problema era più vasto.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
25 marzo 2014 15:03 delete

lo dice chiaramente domenicali nell'intervista ufficiale del dopo gara. la trovi sul sito ferrari e in numerose altre fonti.

Reply
avatar
25 marzo 2014 15:58 delete

L'interazione tra i componenti elettrici ed il motore termico non è ottimale per nessuno dei motoristi , sia per questioni prettamente meccaniche che per la complicatissima gestione software , sembra che la messa peggio sia la Renault con la Ferrari subito dietro a Mercedes , solo tra 3/4 gare tutti avranno risolto questi problemi e allora si vedranno le vere prestazioni in termini di potenza e di consumi , la Ferrari avento costruito il software in casa è quella che ha più problemi di integrazione generale e vs le comunicazioni della FIA . Tutti gli altri discorsi sono basati su ipotesi , "soffiate" di tecnici o supposizioni basati sui test e sappiamo bene quanto sia facile barare su certi dati .. .

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
25 marzo 2014 16:31 delete

Per l'anonimo alle 15:03

Veramente Sia Domenicali che Alonso parlano di problemi di carattere elettrico ma mai dicono che sia successo solo il primo giro, anzi Alonso ha detto che i problemi si sono cominciati a risolvere dopo i primi 15 giri, quindi presumo dopo la SC e questo confermerebbe quello che Nunes afferma su Omnicorse.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
25 marzo 2014 17:02 delete

max ti considero un ottimo conoscitore della F1, ma tu vuoi sempre piegare la realtà adattandola al tuo desiderio di vedere la ferrari forte. l'intervista di Domenicali è chiara come il sole, evidentemente non l'hai ascoltata. ne parla a 1min e 30sec secondi eccola:
http://autosprint.corrieredellosport.it/video/domenicali-commenta-il-gp-daustralia/

piuttosto mi indichi l'intervista di Alonso di cui parli?

Reply
avatar
25 marzo 2014 20:14 delete

...sentedo i cameracar....si risolverebbe il dubbio forse..... lers ( in generale la parte elettrica si sente quando carica e scarica)..

1)in generale mettendo tutto apposto ( e non sara' facile in tempo breve)...un gap dalla mercedes credo rimarrà....

2) qualcuno deve spiegare perchè sauber e marussia avevano velocità di punta cosi basse ( anche in qualifica) e anche in barhein...la forza di un motore nn lo sivede solo in una macchina....esempio il mercedes mostra le sue qualità in tutte le macchine....

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
25 marzo 2014 20:59 delete

Per l'anonimo alle 17.02

Il primo a criticare questa notizia sono stato io, basta che leggi il mio commento alle 20:55 di ieri, mi sembra che per forza si voglia cambiare il senso di quello che scrivo e non vedo dove io abbia voluto piegare le cose, si è vero che Domenicali ha dichiarato che hanno avuto problemi al primo giro, ha finanche detto che forse c'erano stati problemi di comunicazione con la FIA, ma non ha parlato del prosieguo della gara, cosa che invece ha fatto Alonso ed io ho semplicemente fatto notare alcune cose che quanto meno sono sospette, poi ognuno è libero di pensarla come vuole anche di non condividere il mio pensiero, ma certamente non mi si può dire che io voglia a tutti i costi stravolgere le cose a favore della Ferrari, credo semplicemente di aver riportato alcune considerazioni VERE, ma soprattutto ho seguito la gara e non sono stato io a dire che la Ferrari aveva problemi di natura elettrica e che a Raikkonen non si apriva nemmeno il DRS, in ogni caso questa è la dichiarazione di Alonso tratta da F1passion:

“Penso che portare tutte e due le macchine al traguardo come squadra sia una cosa che ci può rendere un po’ più fiduciosi” – ha esordito Fernando Alonso intervistato da Mara Sangiorgio di Sky – “In quanto ad affidabilità sembra che tutto vada più o meno ok, all’inizio della gara abbiamo avuto qualche problema con il motore elettrico, ho dovuto fare molti cambiamenti in rettilineo e tornare a cambiare le cose sulle curve, quindi c’è stato un po’ di caos nei primi 10-15 giri però poi tutto ha funzionato bene“.

La dichiarazione di Domenicali, quindi si riferiva si al primo giro, ma, probabilmente, solo perchè in quel giro si sono accorti del problema, ma che questo sia proseguito fino alla prima sosta è fuori discussione, personalmente le gare le seguo e non mi fermo alla prima dichiarazione e non accusarmi di essere permaloso, non lo sono il fatto che io sia tifoso Ferrari non mi esime dall'essere obiettivo, al di la dei pareri personali, tanto è vero che il mio precedente commento comincia così:

"Concordo sul fatto che l’articolo apparso su Omnicorse sia privo di una fonte attendibile, io non so se bisogna dargli credito, in ogni caso mi sembra strano che la Ferrari non abbia recriminato, quindi tendo a credere che un problema realmente c’è stato, ma non è del tutto addebitabile alla FIA, peraltro non mi spiego com’è che sia capitato solo ai motorizzati Ferrari."

Non mi sembra di essere stato tanto tenero con la Ferrari.

Reply
avatar
vito
AUTHOR
25 marzo 2014 22:02 delete

se il Reparto Corse Ferrari fosse abile la metà di quanto lo sono i suoi addetti stampa, vincerebbe mondiali a man bassa

Reply
avatar
Federico
AUTHOR
25 marzo 2014 22:38 delete

Da quello che capisco la modalità "launch" impedisce l'utilizzo del mgu-k sotto i 100 km/h.
Questo non significa che non possa essere usato, ma semplicemente entra in azione a velocità più alte, quando è un po' meno vantaggioso. Inoltre non so se anche l'mgu-h è coinvolta nella limitazione, nel caso non lo fosse questo riduce ulteriormente la perdita.
Penso che una perdita del genere possa essere valutata in alcuni decimi, difficile da dire senza fare simulazioni.

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
25 marzo 2014 22:56 delete

Federico, nella modalità "launch" è inibito l'uso dell'mgu-k fino al raggiungimento dei 100 km/h perchè alle basse velocità potrebbe essere pericoloso ed è per questo che la FIA ne impedisce l'utilizzo, una volta raggiunti i 100 km/h la FIA invia il segnale di sblocco e da quel momento in poi l'uso è libero. Cristiano ha anche chiarito la cosa dicendo che se così fosse il distacco doveva essere maggiore di 1,5 secondi al giro ed io sono daccordo con lui, per cui non è esattamente come dici.

Piuttosto credo che ci sia da riflettere sui calcoli che ha fatto Cristiano, perchè è fuori dubbio che se si rimane senza ers la perdita reale sarebbe di oltre 2 secondi al giro, quindi se effettivamente il caso è reale, due possono essere le risposte:

O la Ferrari è molto più veloce di quello che dice di essere, oppure è la Mercedes che non ha sfruttato al massimo le proprie possibilità.

Reply
avatar
Federico
AUTHOR
25 marzo 2014 23:28 delete

Maxleon, effettivamente l'uso dell'mgu-k sembra dover essere attivato esternamente, anche se non riesco a trovarlo né nel regolamento tecnico né in quello sportivo.
Però, stando a quanto scritto sopra, i 2" sono dovuti a mgu-h + mgu-k.
Si dice anche che la sola mgu-k non è utilizzabile, da questo ne deduco che mgu-h la si può usare per portare in pressione il turbo.
Per cui lo svantaggio deve essere meno dei 2" complessivi calcolati in simulazione.

Reply
avatar
Simone
AUTHOR
25 marzo 2014 23:45 delete

X Anonimo delle 17:02 Ho appena rivisto il gp di Australia e nelle interviste a fine gara Alonso dice di aver avuto problemi elettrici fino al 15 giro che poi in parte sono riusciti a risolvere!!

Reply
avatar
Simone
AUTHOR
25 marzo 2014 23:56 delete

Sempre per Anonimo delle 17:02, nell'intervista da te postata Domenicali è decisamente molto incerto in quello che dice, troppe interruzioni per risultare credibile rispetto ad altre parti dell'intervista in cui è molto più sciolto, ha voluto minimizzare il problema avuto, anche perchè ci sono sia le interviste di Alonso a Sky e i commenti riportati in telecronaca.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 marzo 2014 00:07 delete

Con la Power unit al massimo si hanno i cavalli che servono ma sono fuori sia i parametri di temperatura sia da quelli di consumo. Sfoghi più larghi e canalizzazioni improvvisate non sono servite. L'unità deve lavorare in sicurezza per finire un gp, quindi si parzializzano i sistemi.

Reply
avatar
Frenk
AUTHOR
26 marzo 2014 11:21 delete

Mah,non so se credere alle notizie di Omnicorse,troppo spesso sono bufale.
Ma se in Malesia non si dovesse cambiare musica mi pago un viaggio a Maranello e una valigia di pernacchie.
E io sono uno che si accontenterebbe anche di perdere,ma solo lottando,ma lottando con i primi,non a metá o nelle retrovie!

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
26 marzo 2014 11:30 delete

@ Federico

In linea di massima è vero che MGU-H ed MGU-K lavorano in simbiosi, però se non sbaglio, l'energia prodotta dalla MGU-H può essere inviata direttamente alla MGU-K per ridurre-eliminare l'effetto turbolag con utilizzo libero (non vincolato ai 33") e se la MGU-K è disabilitata ciò non è possibile, mentre l'energia in eccesso può essere immagazzinata nelle batterie dove va a confluire anche l'energia cinetica recuperate dalla MGU-K.

Non so se ho capito bene, quindi chiedo venia se ho scritto una castroneria, in ogni caso, quello che non so, è in quale maniera possono aver inciso le "manovre correttive" operate dai piloti Ferrari per risolvere o quanto meno ridurre il problema, potrebbero essere state queste a ridurre il gap a "soli" 1,5".

In effetti se andiamo ad esaminare i primi due giri del GP, questi vanno oltre i 2” al giro e si “normalizzano” solo dopo.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 marzo 2014 12:53 delete

max hai scritto un'imprecisione:
per ridurre il turbo lag l'MGU-H agisce direttamente sulla turbina, l'MGU-K in questo caso non centra.

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
26 marzo 2014 14:02 delete

@ anonimo 12:53

Si hai ragione l'MGU-H agisce direttamente sulla turbina, però non è collegato alla trasmissione, come lo è invece l'MGU-K, però è anche vero che la MGU-H ha la possibilità di inviare energia elettrica direttamente alla MGU-K, senza passare per le batterie, quindi il mio discorso dovrebbe essere valido e ciò che ha scritto Cristiano è corretto, perchè, di fatto in Ferrari avrebbero solo eliminato l'effetto turbolag, ma non avrebbero potuto utilizzare i cavalli in più che solo la MGU-K può assicurare e ciò spiegherebbe anche il fatto che la Ferrari poi dopo debba aver necessariamente dovuto gestire i consumi, perchè utilizzare solo il motore a combustione equivarrebbe a consumare circa il 20% in più di carburante, in pratica è come se il GP fosse durato 2 giri in più, inoltre sapendo che la Ferrari utilizza la MGU-K anche per risparmiare carburante in scalata (doppietta elettrica), ecco che il consumo dovrebbe essere ulteriormente aumentato.

Certo sarebbe interessante sapere come hanno fatto a gestire, Alonso ha detto che in rettilineo doveva utilizzare una configurazione diversa da quando era in curva agendo direttamente sui manettini del volante, certo non credo sia stato facile farlo.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 marzo 2014 14:45 delete

sul discorso carburanti non credo che possa essere andata come dici, perchè comunque c'è il limite dei 100kg/h che limita costantemente il consumo

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 marzo 2014 14:52 delete

è comunque evidente come un problema in una componente della PU inneschi tutta un'altra serie di problemi a cascata.

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
26 marzo 2014 14:59 delete

@ anonimo 14:45

Ma non lo dico io è un dato di fatto, se non puoi utilizzare la componente eltrrica devi utilizzare quella a combustione e 160 cv in meno si fanno sentire sul consumo che è stato stimato in un 20% in più.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 marzo 2014 15:04 delete

effettivamente sotto la soglia dei 10500giri puoi usare tutta la benzina che vuoi

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 marzo 2014 18:00 delete

Art. 5.1.4 - Il flusso in massa di carburante non può (in nessun caso) superare i 100 kg/h

Art. 5.1.5 - Sotto i 10500 rpm il flusso in massa di carburante non può superare (0,009*rpm) + 5,5 kg/h. Esempio a 10000 rpm: 0,009*10000 + 5,5 = 95,5 kg/h

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 marzo 2014 18:28 delete

sempre più complicato:
quindi se ho capito bene sotto i 10500 giri il consumo è comunque limitato e allora torno al mio scetticismo di prima.
come si può consumare il 20% in più di carburante?

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
26 marzo 2014 18:41 delete

Leggendo su F1passion parrebbe che Autosprint (credo sia il settimanale, non il blog on line) abbia risolto l'enigma, infatti sembrerebbe che tutto sia riconducibile alla gestione della centralina MES, riporto quanto letto su F1passion:

"Secondo il settimanale bolognese, tutto ciò sarebbe “colpa” della FIA, perché le funzioni di controllo relative all’elettronica passano tutte per la Mes. Dalla centralina unica vengono poi smistate le varie informazioni che ogni squadra ha la possibilità di eloborare secondo un proprio metodo, basta che poi i già citati dati possano essere di nuovo “approvati” dalla Mes. Nel caso di quanto successo due settimane fa a Melbourne, il parametro che abilita il funzionamento della MGU-K una volta che la vettura ha raggiunto la velocità di 100 chilometri orari, faceva parte di quelle informazioni che sono gestite da un “offset” della centralina al pari del comando del DRS."

A questo punto direi che effettivamente il problema c'è stato perchè Autosprint in quanto testata giornalistica equiparabile ad un "giornale" è soggetta a rigide regole per cui deve preventivamente verificare la provenienza e riscontrare la veridicità di quanto scritto.

A questo punto lo scenario sembrerebbe assumere un aspetto diverso.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 marzo 2014 18:57 delete

ok max, ma mi pare che continuiamo a non sapere come sia possibile avere consumato il 20% in più dato l'articolo del regolamento 5.1.5

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
26 marzo 2014 19:15 delete

@ anonimo 18:57

Guarda che ho già risposto a questa domanda ed ho detto che non l'ho stabilito io, non potendo sfruttare i 164 cv in più della MGU-K si consuma di più e si rende di meno, non so come poterlo spiegare più semplicemente ed è opinione consolidata che ciò influisce per il 20% sul consumo complessivo.

Guarda proprio per essere più esplicito ricorrerò ad un esempio:

Quando con i normali motori stradali a 4 cilindr vai tre vai più piano e consumi di più (è solo un esempio).

Reply
avatar
Simone
AUTHOR
26 marzo 2014 23:50 delete

I motori elettrici servono a far si che il consumo sia decisamente più basso del limite imposto dalla FIA, ad esempio, se una monoposto in perfette condizioni usa i 100 kg/h in qualche fase del giro, probabilmente la Ferrari ha dovuto utilizzare questo limite per tutto il giro, ecco il maggior consumo.

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
27 marzo 2014 02:01 delete

Io credo che il problema ci sia stato, ma non so fino a quanto possa avere influito sul rendimento generale della vettura, in particolare, mi è rimasta impressa la dichiarazione di Alonso quando ha detto che agendo sul volante in rettilineo doveva usare una configurazione, mentre in curva doveva usarne un’altra, quindi tendo a credere che non sia stata inibita totalmente l’azione della MGU-K ma che questa fosse in qualche modo utilizzabile “a mano”, che la Ferrari ci abbia perso è poco ma sicuro, ma di quanto??

Speriamo almeno che in Malesia fra un acquazzone ed un altro si possa vedere quanto effettivamente vale la F14-T.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
27 marzo 2014 09:59 delete

grazie simone! con due parole mi hai fatto capire

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
27 marzo 2014 15:44 delete

Riporto l'osservazione di Allison prese da un'altro sito:

""""
Parlando con il suo staff post Melbourne e post Sepang, mister Allison ha elaborato un concetto che così potremmo riassumere.

1) Fossimo ancora nella 'vecchia' Formula Uno, il gap di prestazione nei confronti di Mercedes non sarebbe presumibilmente recuperabile.

2) Ma ora è tutto nuovo e se in passato si potevano immaginare miglioramenti nell'ordine dei centesimi di secondo, adesso ci sta di guadagnare, sul giro, parecchi decimi, a patto di sfruttare in pieno il nostro potenziale. Quindi, per quanto difficile, la partita è aperta.

3) In Australia ci sono state circostanze che hanno reso più triste il quadro d'assieme della F 14 T, che vale più di quanto mostrato.
""""


Riguardo al punto 3) credo, quindi che abbia confermato l'accaduto riguardo ai problemi patiti nei primi giri, resta da capire il perchè la Ferrari non ha dato rilievo alla cosa ed a mio parere, indipendentemente dal fatto che la cosa possa essere dipesa dalla FIA o da qualche corresponsabilità interna alla Ferrari, è che non sarebbe servito assolutamente a niente, visto che non avrebbe certo sovvertito la classifica finale.

Mettiamola in questo modo: se la colpa fosse effettivamente della FIA, la Ferrari ha un credito aperto.

Riguardo alle prestazioni della rossa, io non credo che siano rimasti completamente senza MGU-K, (dalle stime Marelli rimanere senza supporto elettrico conta più di 2 secondi al giro) forse smanettando sono riusciti a recuperare qualcosa, inoltre nei primi 10 giri (quando il problema era evidentissimo)il distacco era di 1,5 secondi al giro, mentre in quelli successivi all'entrata della S.C. il distacco è stato di poco più di un secondo inizialmente per poi ridursi giro dopo giro, quindi se la verità sta nel mezzo, molto probabilmente il distacco reale è di circa 1/2 secondo dalla Mercedes.

Reply
avatar
Simone
AUTHOR
27 marzo 2014 18:26 delete

@maxleon, nei momenti finali della gara la Ferrari andava più della Red Bull e McLaren di fatto ha ottenuto il terzo giro più veloce all'ultimo passaggio, molto probabilmente Alonso ha dovuto risparmiare tutta la gara, dal momento che con i problemi ad inizio gara hanno molto probabilmente utilizzato il massimo del consumo consentito, senza poter risparmiare nulla. Quindi aspettiamo sepang circuito molto più probante di melbourn.

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
27 marzo 2014 23:36 delete

@ Simone

Infatti l'ho detto già che a mio avviso la Ferrari non è dietro Mclaren e Red Bull, i problemi ci sono realmente stati, ed anche le dichiarazioni dei piloti sono concordi nel dire che il reale potenziale della F14 T non è quello visto in Australia, ma del resto l'ing. Benzing con la sua analisi lo aveva notato.

Ora resta da vedere al netto dei problemi relativi alla centralina MES e con i nuovi aggiornamenti (software e non) di quanto ha recuperato, di certo io vado controtendenza, perchè il fatto che in Mercedes ed in Mclaren stiano procedendo a passi forzati sul fronte dell'aerodinamica potrebbe voler dire che sono già al top sul fronte motore, dove, invece la Ferrari è ancora fortemente carente.

Riguardo alla Red Bull, io credo che ancora non abbiano risolto del tutto i problemi di affidabilità generale, perchè non dobbiamo dimenticare che i motori devono durare per 5 GP e in Malesia fa molto caldo.

Reply
avatar
Simone
AUTHOR
27 marzo 2014 23:42 delete

Mi trovi pienamente d'accordo!

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.