Chi è il favorito per Melbourne? Mercedes per la pole, Williams per la gara! - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Chi è il favorito per Melbourne? Mercedes per la pole, Williams per la gara!

Williams FW36  livrea Martini
Ciao ragazzi, in tanti mi state chiedendo un commento e un'eventuale previsione sullo stato di forza delle vetture in vista dell'imminente inizio del campionato mondiale 2014. Certo che mi volete veramente male e volete farmi fare proprio una brutta figura in quanto, in questa stagione, ci serve una vera e propria sfera di cristallo per avere delle certezze. Le variabili in gioco sono tantissime e le costanti da analizzare veramente poche. Una costante però c'è ed è quella che la Power Unit costruita dalla Mercedes è quella più affidabile ed anche la più potente, sommando i Cv del motore endotermico e quelli ibridi. Questo lo si evince dal fatto che sia la Williams che la Force India hanno effettuato regolarmente oltre 100 giri in ogni sessione di test accusando pochissimi problemi. Questi due team non si sono mai fermati in pista in 8 sessioni di test. Veramente notevole come cosa in quanto le complessità tecniche in questa stagione sono veramente tante. La Mercedes, intesa come team e non come fornitore, si è dimostrata molto veloce ma deve risolvere un problema non di poco conto: il cambio. Nei test i problemi alla trasmissione accusati dalla W05 sono stati parecchi e si è tentato di risolverli realizzando, nell'ultima giornata di prove, un'apposita presa di raffreddamento su cofano motore, in modo da abbassare le temperature in quell'area molto delicata.
Un'altra costante è quella che la Power Unit Renault è la meno affidabile ed anche la meno potente. Si parla di problemi di software che sicuramente verranno risolti nel giro di qualche mese. Una volta che questi problemi verranno risolti la Red Bull lotterà sicuramente per i primi posti in quanto la Rb10 continua ad essere la miglior vettura in termini di carico aerodinamico. Non diamoli per spacciati i ragazzi di Milton Keynes i quali hanno le capacità, il budget e soprattutto le idee per sollevarsi da questa situazione. Per ora, il team Renault che è riuscito a girare con costanza è la Caterham, anche se, i riscontri cronometrici sono stati scarsi.
La Power Unit Ferrari non è il top in fatto di potenza massima e sembra accusare dei problemi di software in quanto non sono ancora riusciti a sfruttare la potenza massima ed hanno qualche problema nel massimizzare le prestazioni dell'MGU-H. La F14 T non sembra la miglior vettura e vedendo gli assetti scelti durante i test (velocità massime molto elevate) sembra che gli ingegneri siano preoccupati dai consumi. Infatti usano assetti molto scarichi per limitare il consumo di carburante fissato dal regolamento tecnico a 100 kg.
Dopo aver letto queste poche righe credo che avrete ancora più confusione di prima. Questo per farvi capire che non è facile dare delle indicazioni precise. Voglio comunque provarci. Vedo come migliori vetture la Williams e la Mercedes. Tra le due in termini di velocità pura credo che la W05 sia leggermente superiori. In gara le cose potrebbero cambiare e vedo la Williams favorita. La Ferrari la vedo in lotta per la secondo fila insieme a Force India, veloce sul giro secco e sul passo e McLaren che non ha dimostrato il reale potenziale della vettura a causa di alcuni problemi alla trasmissione. La sorpresa delle qualifiche potrebbe essere la Red Bull se i motoristi francesi riescono a risolvere i problemi alla Power Unit ma non credo potranno terminare il Gp australiano. Vedere una delle RB10 al traguardo in Australia sarebbe per me una vera e propria sorpresa.
Queste sono le mie sensazioni su questo inizio di stagione. Non sono tra quelli che crede che la Ferrari si sia nascosta ma credo che a Maranello abbiano puntato prima di tutto sull'affidabilità per poi portare un grosso sviluppo alla prima gara europea di Barcellona.
Ecco la mia personale classifica sullo stato di forza delle monoposto:

1. MERCEDES
2.WILLIAMS
3.FERRARI
4.FORCE INDIA
5. MCLAREN
6. RED BULL
7.SAUBER
8. TORO ROSSO
9.LOTUS
10.MARUSSIA
11.CATERHAM

Pronto ad essere smentito, come spesso succede, alla prima gara del mondiale.

P.S Ora voglio le vostre sensazioni nei commenti

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

36 commenti

Write commenti
6 marzo 2014 18:40 delete

Aspettati un mio articolo, ora in fase di bozza, come risposta :)

Reply
avatar
ski-db
AUTHOR
6 marzo 2014 18:51 delete

Marussia e Caterham rischiano di andare a punti?

Reply
avatar
6 marzo 2014 19:19 delete

Io penso che la Marussia sia più in alto, più che per meriti suoi, per le scarsissime prestazioni della pur relativamente affidabile Caterham e per la situazione disastrosa della Lotus che non riesce proprio a girare.

La toro rosso nel complesso mi pare davanti alla red bull, se non altro perché hanno qualche chance in più di finire le gare e perché non hanno il problema al sistema frenante come la red bull.

La Ferrari in terza posizione la prendo come un buon auspicio :-)

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
6 marzo 2014 19:35 delete

http://www.omnicorse.it/magazine/34388/f1-la-williams-fw36-simula-il-doppio-diffusore

possibile?

Reply
avatar
GABRY
AUTHOR
6 marzo 2014 21:08 delete

Se la carrozzeria della RB resta quella delle ultime prove non arriverà al Q2, spero che la Ferrari si sia nascosta e lotti per la pole. I uattro motorizzati mercedes sono una roulette russa, per non parlare di marussia.

Reply
avatar
6 marzo 2014 22:23 delete

Mi pare di aver letto che, come confermato anche dalla stessa Ferrari, lo 059/3 non sia stato usato al massimo della sua potenza.....a prescindere da questo, mi pare sia evidente che la miglior power unit è quella Mercedes. Sicuramente la monoposto che si sposa meglio con essa è la stessa Mercedes, come è giusto che sia, ed è per questo che secondo me (sempre che alla Ferrari non si siano nascosti bene) la W05 è la monoposto da battere. Molto competitiva la Williams, che ha ormai perso l'abitudine di lottare per la vetta, e seppur con una grande storia potrebbe trovarsi in difficoltà di fronte a Ferrari e Mercedes. Mclaren interessante, ma non si è capito molto dai test...Comunque, occhio a Magnussen...con una macchina competitiva punterei su di lui per il titolo. La Force India potrebbe essere un avversario scomodo, anche per i top team.Capitolo Ferrari....questo doveva essere l'anno della ribalta, il ritorno della Rossa davanti a tutti. La strada sembrava spianata quando si è venuti a conoscenza dei problemi della Renault. In un anno in cui il motore e tutto ciò che vi è legato è finalmente tornato ad essere fondamentale, l'esperienza come motorista della Ferrari si dovrebbe far sentire, e non poco. In mia opinione quindi la Ferrari del Bahrain è un pò come la "nonna" della Ferrari che vedremo in Australia. Se non fosse così, comunque, la Rossa rimane terza forza del campionato.
Per i motorizzati Renault poco da dire: la Red Bull ha un'aerodinamica superba, ma la troppa estremizzazione e la power unit Renault che è altamente inaffidabile la portano ad essere una vettura che forse sarà capace di fare anche la pole, ma poi si fermerà per qualche problema subito dopo la linea del traguardo, o ancora prima. In gara prevedo 6 ritiri sicuri, tra RB, Toro Rosso, Catheram (forse troppo lenta per sollecitare il motore Renault, magari a fine gara ci arrivano) e Lotus.
Deluso dalla Sauber, che ha sempre stupito, ma quest'anno pare che non siano molto "in forma". Non mi esprimo sulla Marussia.
In conclusione, secondo il mio parere, Mercedes e Williams davanti a tutti, Ferrari incognita ma probabilmente terza forza, a seguire McLaren-Force India-Sauber e tutti i motorizzati Renault.

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
6 marzo 2014 22:51 delete

Mi pare che un altro fattore cruciale non venga tenuto in giusta considerazione; va bene i cavalli, va bene l' affidabilità (avercela...) ma bisogna anche terminare il gp con i 100 kg di benzina imbarcati. Si tratta del 30% in meno rispetto agli anni passati! Probabilmente i motorizzati Mercedes sono messi meglio per ciò che concerne l' integrazione tra motore termico ed Ers e come integrazione della power unit su tutti i team clienti, complessivamente. Sono anche apparsi tra i più prestazionali nei test, ma da quello che si legge, Williams e Mercedes sono quelle che più o meno dichiaratamente sono andate alla ricerca del tempone, cosa che ad esempio la Ferrari non sembra aver fatto, o perlomeno non con quell' insistenza, per concentrarsi invece sullo studio degli assetti in funzione dei consumi, che saranno fondamentali per terminare il gp vittoriosamente. Se i motorizzati Mercedes saranno più veloci per la maggior potenza avranno anche maggiori consumi, quindi saranno probabilmente messi meglio in griglia, ma la gestione della gara è un' incognita. Per me l' unica cosa certa sarà la difficoltà iniziale dei motorizzati Renault.

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
6 marzo 2014 23:25 delete

Alonso nella sua simulazione di gara ha fatto ben 62 giri ed andava ancora se solo non fosse stato fermato dalla bandiera rossa.

Personalmente credo invece, che la Ferrari sia ancora indietro come software di gestione, (anche perchè credo che debbano anche gestire qualcos’altro: vedi sistema cut off e/o molto probabilmente un nuovo sistema di trasmissione), in effetti la Mercedes ha avuto un po di tempo in più per progettare e realizzare le nuove PU, con la differenza che mentre loro sono già quasi al top, la Ferrari ancora non è a quel livello, se poi parliamo di aerodinamica, siamo messi ancora peggio, perchè la nuova galleria del vento è stata ultimata solo a settembre e di certo non tutti i “disegni” sono stati testati nella pratica simulata, da qui si è stati un po costretti ad utilizzare una versione di base, che certamente sarà ulteriormente affinata col tempo.

In ogni caso la simulazione di Alonso mi ha impressionato, fosse anche solo per la costanza nei tempi, ed il fatto che in 62 giri ha fatto una sola sosta.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
6 marzo 2014 23:34 delete

I ferraristi si preparino ad un altro anno di forti delusioni, viste le ridicole velocità di percorrenza in curva (a causa dell'assetto scarico) e delle velocità reali sul dritto di Sauber e Marussia. In qualifica rischiamo di star dietro persino ai motorizzati Renault. 20km/h in meno rispetto alla Mercedes sono un abisso

1 Ferrari 339,6 km/h
2 Williams-Mercedes 334,3 km/h
3 Mercedes 332,3 km/h
4 Caterham-Renault 331,2 km/h
5 McLaren-Mercedes 330,2 km/h
6 Toro Rosso-Renault 324,3 km/h
7 Force India- Mercedes 322,3 km/h
8 Red Bull-Renault 317,6 km/h
9 Sauber-Ferrari 314,8 km/h
10 Lotus-Renault 313,0 km/h
11 Marussia-Ferrari 313,0 km/h

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
6 marzo 2014 23:52 delete

@ l'anonimo alle 23:14

Perchè tu conosci le velocità in percorrenza curva della Ferrari????

Allora ti schiarisco un po le idee, perchè la Ferrari non solo ha la velocità di punta più elevata in assoluto, ma ha anche quella più alta in tutti i diversi punti di rilevazione (speedtrap), che non si trovano necessariamente alla fine dei rettilinei, quindi io posso ammettere che sei veloce alla fine di un tratto lungo senza curve di rilievo in modo che riesci a raggiungere il massimo che la trasmissione ti concede, ma quando poi lo sei anche altrove, in tratti più o meno brevi, è ovvio che sei anche uscito veloce dalla curva e non è solo una questione di aerodinamica. In altre parole se all’uscita di una curva sei immediatamente veloce, allora riesci a raggiungere la massima prestazione e vuol dire che in quella curva sei stato veloce, perchè se ne esci lento, poi hai voglia a recuperare, il che confermerebbe che i problemi della rossa sono comunque in ingresso curva e non in uscita e/o di trazione.

Per la cronaca la Ferrari ha anche la velocità maggiore al traguardo (303 Km/h) ed al primo punto di rilevamento (244 km/h) che viene subito dopo la prima curva ed è qui che se non avesse trazione non poteva certo raggiungere quel limite.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 marzo 2014 10:25 delete

@ anonimo
ma dove le trovate le velocità?? in rete o su giornali?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 marzo 2014 11:50 delete

in qualifica non c'è storia, i motorizzati mercedes occuperanno tutte le prime file, poi verranno i ferrari e ultimi i renault.
le prestazioni in gara saranno estremamente più lente ed è possibile che la ferrari recuperi qualche posizione

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 marzo 2014 11:53 delete

quest'anno ci sarà un abisso sul giro tra qualifiche e gara, come mai nella storia della F1. la gestione avrà molta importanza

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 marzo 2014 14:20 delete

Vedendo l'annuncio della nuova sponsorizzazione della Williams mi è sorto un dubbio. Non è che la scuderia in questione abbia fatto più giri con "un bicchiere di benzina" nel serbatoio per fare il tempone ed attrarre sponsor prima dell'inizio stagione??
E' possibile sapere quando è stato stipulato l'accordo? Prima dei test??

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
7 marzo 2014 14:47 delete

Bhe, io l'ho detto dal primo momento:

Mi sembra assolutamente impossibile che ci sia un divario così grande fra macchina carica di carburante e quella in assetto qualifica, troppa differenza rispetto allo scorso anno, ancorchè con un carico di 40 kg in meno, quindi le ipotesi possono essere:

- Le Mercedes si sono nascoste anche nelle simulazioni di GP;

- o hanno problemi con il consumo carburante;

- oppure hanno deliberatamente trascurato la limitazione dei 100 kg/ora di carburate.

Ci tengo a far notare che la Mercedes, dopo l'immenso capitale investito, deve dimostrare al CEO che è in grado di vincere e stravincere, mentre la Williams doveva ben figurare con lo sponsor, ma entrambe le scuderie avevano i loro motivi.

Reply
avatar
7 marzo 2014 17:31 delete

Certo che, se il Cavallino nei test fosse partito da una staccionata diversa, allora le considerazioni qui esposte avrebbero poco senso.
Sperem

Reply
avatar
7 marzo 2014 19:17 delete

nn so perkè nn vedo bene la ferrari..
1)melbourne necessita di tanto carico e la ferrari sembra scarica.... ( per i consumi?)
2)il motore ferrari... (senza guardare la potenza) semra brusco e voglio vedere in tutte quelle scicane dove devi accelerare il prima possibile....
3)il fatto che il rumore del ferrari faccia un rumore totalmente diverso nn mi rassicura....sembra che abbia potenza piu in alto (consumi piu alti, meno coppia e meno guidabilità).....

d

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
7 marzo 2014 21:08 delete

@ Nicola Cevoli

Chissà perchè io la penso in modo completamente opposto, perchè forse la Ferrari aerodinamicamente sarà anche più scarica, ma è la vettura che ha la velocità più elevata al primo rilevamento, che viene subito dopo la prima curva e se la macchina non aveva trazione, non avrebbe mai potuto raggiungere i 244 km/h. Ma credo che questa caratteristica dipenda proprio dal cambio, che a mio avviso è diverso da tutti gli altri, perchè in scalata, non solo è silenziosissimo (forse a causa del "cut off"), ma la scalata quasi non si sente.

Riguardo ai consumi, sembra che già tutti hanno dimenticato il famoso sistema "cut off" che farebbe scendere i consumi di parecchio, ma poi credo che la Ferrari nei test sia stata l'unica scuderia che ha fatto registrare 62 giri consecutivi con un solo stop al 30° giro, mentre la Marcedes ha dovuto fare due stop con tempi superiori alla Ferrari.

A mio avviso ci sono tutti i presupposti per fare bene, forse non sarà da subito competitiva, ma ha margini enormi di miglioramento, per me il difetto maggiore è in ingresso curva, non in uscita, non so se è un problema di aerodinamica o di gestione software, io credo che sia un mix, ma che la Ferrari sia così veloce, lo vedo un vantaggio, perchè vuol dire che in caso di necessità può rinunciare a parte di quella velocità a favore del downforce, ma ad essere sincero, spero che la Ferrari abbia trovato il modo di essere veloce in curva senza rinunciare alla velocità.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 marzo 2014 21:14 delete

Ma qnt pessimisti! E così che siete tifosi del Cavallino?...la state sottovalutando troppo secondo me...no vbb mi ha chiamato alonso dicendomi: in qst 12 gg prima del gp non facciamo nnt xk abbiamo una macchina che fa schifo!..ma insomma siete tifosi a convenienza? Capisco che siete stanchi di vedere la ferrari rincorrere però io ho fiducia..la macchina è nata bene, la galleria è perfetta, il motore anche..ha problemi di software ma qst chiunque può averlo, d'altronde (parlando con un dipendente del reparto corse) mi ha assicurato che stanno lavorando come dannati x eliminare qst problemi, qll che so stanno aumentando di spessore le teste dei cilindri x affidabilità. ..qst intervento costa mezzo kg ma come sappiamo il motore ferrari pesa 3 kg in meno...e cmq sia le prime 4 gare si correrà senza rischiare...e cmq x qnt riguarda l'aerodinamica a Melbourne arriveranno pezzi

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 marzo 2014 21:19 delete

Meno male che ci sei tu maxleon...sono troppo pessimisti e nn hanno fiducia purtroppo

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 marzo 2014 22:28 delete

da ferrarista spero che maxleon abbia ragione .. ma l'anno scorso cristiano ci azzeccò sostenendo nei test che la ferrari era compepitiva

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
7 marzo 2014 23:24 delete

Io parto da un presupposto che forse in tanti hanno dimenticato: quest'anno il tempo in percorrenza curva è aumentato, hanno voglia di dire che la Mercedes ha quasi lo stesso carico aerodinamico del 2013 è una cosa fisicamente impossibile, del resto le velocità di punta lo testimoniano, perchè se Mercedes è stata 20 km/h più veloce dello scorso anno ed è arrivata ad un solo secondo dalla pole dello scorso anno (sebbene siano stati solo dei test) è implicito che ha guadagnato tempo sul dritto ma lo ha perso in curva, quindi altro che carico aerodinamico pari al 2013....

Detto questo, credo che se lo scorso anno il tempo si faceva per il 70% in curva (cifra a solo scopo esemplificativo), quest'anno le proporzioni sono cambiate e quanto meno il tempo lo si fa anche e soprattutto sul rettilineo, grazie anche al supporto dei propulsori elettrici, del resto, siamo onesti, se i tempi fossero pari a quelli dello scorso anno, ve la sentireste di dire che i valori di percorrenza curva sono gli stessi????

Detto questo, è ovvio che per riguadagnare qualcosa in curva, bisognerà che si faccia affidamento su qualcos'altro non solo sull'aerodinamica.

Prendiamo la seconda giornata di test in in Bahrain, Magnussen è risultato essere il più veloce con un tempo di 1:34.910 e gomme supersoft, Alonso, invece si è piazzato terzo con gomme soft ad 1,6 secondi e passa da Magnussen, ed era su un run più lungo, ma la cosa sconcertante è che pur essendo il più veloce in rettilineo ha ottenuto il record nel secondo settore, che è appunto quello più “guidato”, naturalmente i tempi non vanno considerati nel loro “valore assoluto”, perché si da per scontato che nessuno abbia spinto per cercare il tempo assoluto, quindi vanno utilizzati solo come termine di riscontro (ma se Magnussen avesse realmente spinto, la cosa non farebbe altro che validare ancora di più la mia ipotesi) e qui il controsenso è palese perché come è possibile essere veloci in rettilineo e poi ottenere il record nel settore più “guidato”?

Detto questo meditate e cercate di darmi una spiegazione.

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
7 marzo 2014 23:37 delete

L'anno scorso la situazione della Ferrari era diversa, aveva chiuso la galleria del vento di Maranello ed era costretta a lavorare a Colonia, che non era certo ad uso esclusivo del cavallino, per cui era costretta a lavorare in un modo anomalo, con la factory a Maranello e la galleria a Colonia, non certo una bella situazione per chi era abituato a risolvere i problemi nell'immediatezza delle proprie mura.

Quest'anno, invece per logistica delle infrastrutture e per il personale la Ferrari ha ricominciato a lavorare come di consueto e si spera non debba mai più subire una involuzione.

Quindi Cristiano l'anno scorso ci azzeccò, e forse lo farà anche quest'anno, ma in fin dei conti la Mercedes ha lavorato a questo progetto da prima della Ferrari ed è già giunta quasi al vertice della curva ascendente, mentre la Ferrari credo sia appena alla metà e ne ha ancora da investire in questo progetto.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 marzo 2014 23:46 delete

Non so xk ma qnd maxleon lascia un commento lo leggo con soddisfazione...

Reply
avatar
Simone
AUTHOR
7 marzo 2014 23:51 delete

Secondo me la Ferrari quest'anno avrà degli enormi problemi, decidere chi dei due dovrà vincere il mondiale. Vedrete i motorizzati Mercedes non andranno cosi forte, avranno grossi problemi ad arrivare in fondo alle gare con 100 kg di benzina, parole di Rosberg...
Quest'anno andare 3 secondi più forte non serve se poi per finire le gare devi girare 7 o 8 secondi più piano.

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
8 marzo 2014 15:21 delete

Vedi Simone io non credo che il problema del consumo sia da intendersi tanto semplicemente, non credo che nessuna scuderia abbia il problema di arrivare in fondo alla gara, ma a quale prezzo???

Vedendo i tempi di Mercedes e Williams la prima cosa che ho pensato è stata:

"questi per fare questi tempi hanno sforato il limite dei 100 kg/ora di carburante, non si spiega diversamente"

Poi però ho visto la loro simulazione di gara con dei tempi molto alti alchè mi sono chiesto come fosse possibile fare dei tempi ottimi in qualifica e poi alzare così tanto le prestazioni con il pieno, visto poi che le macchine a pieno carico sono più leggere di 40 kg rispetto all'anno scorso, quindi l'ipotesi che stessero "sforando" era più che plausibile, tuttavia c'è una seconda possibilità ed è che la Mercedes non abbia sforato per niente i limiti consentiti, ma che sia stata costreta ad alzare i ritmi per una serie di fattori, fra cui il consumo carburante in funzione di tutti gli altri paramentri, perchè, checchè se ne dica, il consumo carburante può aumentare o diminuire a seconda di determinati fattori che possono essere tantissimi:

- l'assetto aerodinamico;
- il consumo gomme;
- il tipo di asfalto;
- il tipo di circuito;
- se si è o meno davanto o in scia

altri ........omissis

Per cui ora come ora, pur non accantonando del tutto la prima ipotesi riguardo allo "sforamento", sono più propenso a credere che si tratti proprio della gestione complessiva del "consumo" che abbia costretto la Mercedes a tirare i remi in barca in assetto gara.

Veniamo ora alla Ferrari:

Si è sentito parlare tanto del famoso dispositivo "cut off", in molti semplicemente credono che sia un dispositivo che consente solo di consumare meno, bhe, io credo che sia molto di più, perchè oltre ad inibire l'iniezione in curva, potrebbe gestire tutta quella serie di parametri e variabili che altrimenti dovrebbe fare il pilota con l'ausilio continuo delle indicazioni fornite dal muretto, inoltre, inibendo l'iniezione, potrebbe contribuire a rendere l'accelerazione più fluida in uscita curva, semplicemente gestendo automaticamente l'iniezione del carburante,

Detto così parrebbe quasi una cosa fantascientifica, ma in realtà è solo difficile da mettere a punto e spiegherebbe il motivo per cui la Ferrari sia così veloce, non solo sul dritto, ma anche appena dopo la curva, (l'ho già detto, se non avesse avuto trazione non poteva avere quella velocità al primo rilevamento).

Scusatemi, non volevo "aprirmi" in questo modo, (forse ora in Ferrari mi vorranno linciare sperando di averla imbroccata), ma non ho saputo resistere, in ogni caso se è questa la situazione reale è ovvio che il problema della rossa è di tipo elettronico, ma non certo imputabile alle effettive possibilità e/o a difetti progettuali, ma nemmeno poi tanto alla gestione delle unità elettriche.

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
8 marzo 2014 17:58 delete

Mah, da quello che so il cut-off è un sistema che annulla totalmente l' erogazione di carburante in fase di rilascio e quindi in staccata, e ciò è confermato dal fatto che il rumore dello 059/3 è molto particolare soprattutto in staccata, quando quasi si ammutolisce. Questi sistemi esistono già da decenni e se sente parlare nuovamente in F1 per via della nuova norma dei 100 kg imbarcati. Quindi si tratterebbe di affrontare anche i primi metri di accelerazione e percorrenza curva solo con i 164 cv del Kers? Potrebbe essere, ammesso e non concesso che il regolamento lo permetta, potrebbe infatti configurarsi il traction control. Comunque mi sento di tranquillizzare tutti per ciò che concerne l' incolumità; i vari team non devono certamente arrivare a leggere i commenti di F1 analisi tecnica per scoprire gli assi delle squadre concorrenti...

Reply
avatar
8 marzo 2014 18:52 delete

a maxleon
le velocità del primo intermedio sono po curva 4 ,già con una discreta accelerazione
le veree velocità sono quelle dell'intermedio 2 , dopo curvone veloce non in pieno dove serve veramente il carico areodinamico per tenere giu il piede...
in generale l'ERS lo hai per 39 secondi e ognuno sceglie dove giocarselo....forse la ferrari se lo giocava sui rettilinei...chi lo sa....per consumare di meno...
il mio essere negativo viene piu che altro dalle dichiarazioni ferrari....assomigliano troppo a storie già sentite...da 2-3 anni... e dal fatto che la ferrari ha sempre una direzione tecnologica molto diversa dalle squadre "britanniche".... praticamente non sembra interessata al modelo redbull ad alto rake ed è lunica pull road all'anteriore

Reply
avatar
Simone
AUTHOR
9 marzo 2014 02:50 delete

Infatti la Ferrari in condizioni gara sembra poter mantenere dei tempi piu bassi per più giri rispetto ai motorizzati Mercedes, sopratutto nella seconda giornata con Hamilton non sembravano poter tenere il passo di Alonso sulla distanza o almeno andavano di proposito piu piano, leggevo su auto moto und sport che in Mercedes si sono resi conto che loro hanno puntato sulla potenza pura, mentre Ferrari e Renault sulla guidabilità, forse i 75 cv in meno della rossa possono essere spiegati anche così. Però credo che tra una settimana avremmo le nostre risposte!

Reply
avatar
Simone
AUTHOR
9 marzo 2014 02:59 delete

Eri presente ai test con un misuratore laser per le velocità in curva?
Dai qui si parla di F1 non di calcio.
La Ferrari, se poi i tempi della rossa sono reale perchè secondo alcune indescrizioni i tempi sarebbero stati presi in altri punti, potrebbe rinunciare a quasi 10 km/h per aggiungere carico e se quel secondo di ritatdo è reale potrebbe essere annullato immediatamente. Secondo me la Mercedes andra come lo scorso anno, qualche bella gara alternate a gare mediocri, bisogna avere anche il team vincente e ti ricordo che hanno perso l'artefice di quadi tutte le vittorie dello scorso anno Ross Brawn!!

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
9 marzo 2014 14:37 delete

Simone, vedi io non sono più tanto sicuro che convenga aggiungere carico aerodinamico, forse per migliorare consumi e bilanciamento è meglio così, chi può saperlo???

Mercedes pur non ottenendo record, ha migliorato la sua performance di circa 20 km/h rispetto a quella dello scorso anno, quindi è ipotizzabile che nei settori poco guidati abbia ottenuto dei tempi migliori rispetto al 2013, quindi dove ha perso è sicuramente nei tratti guidati dove appunto serve maggior carico aerodinamico, certo la Ferrari sotto questo punto di vista è messa ancora peggio, perché ha delle velocità ancora maggiori e non ha ottenuto dei tempi di rilievo durante i test, ma su questo, faccio notare, che forse incidono anche altri fattori, (lasciando perdere le polemiche sul rilevamento dei tempi in punti diversi) perché mentre le Mercedes hanno effettuato dei veri e propri test di qualifiche, questo la Ferrari certamente non lo ha fatto, perché Alonso ha ottenuto il suo tempo in un run più lungo (si dice di 7/8 giri) e non al primo giro (forse al 4° o addirittura al 5°), ciò vuol dire che se da un lato è un dato confortante perché sicuramente aveva le potenzialità per fare meglio, dall’altro, evidenzia ancora una volta il cronico problema della Ferrari di mandare rapidamente le coperture in temperature pro qualifica.

La Ferrari, quindi in qualifica sarebbe fortemente penalizzata (e manco poi tanto, perchè è quasi sempre stata al terzo posto in classifica), ma chi ci dice che poi in gara un determinato setup non si dimostri più efficiente nella gestione dei consumi in generale???

E per consumi intendo anche il consumo gomme, perchè non dimentichiamo che nella simulazione la Mercedes ha fatto esattamente la metà dei giri della Ferrari prima di arrivare al'1:43 ed effettuare il cambio gomme, tanto è vero che Hamilton avrebbe fatto due soste, mentre Alonso solo 1.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
9 marzo 2014 18:06 delete

Maxleon allora si può dire che la ferrari in gara non soffre di consumi sia gomme che carburante? Se è vero che la ferrari non ha l'aerodinamica cm la mercedes, come si spiega il passo di alonso?

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
9 marzo 2014 19:34 delete

Per quello che si è visto sul passo gara la Ferrari su una simulazione completa di gara è l'unica scuderia che ha effettuato una sola sosta, ma a parte il consumo gomme quello che ha impressionato è stata la regolarità, perchè fino al 20° giro manteneva un ritmo di 1:40/1:41dal 20° al 25° 1:41/1:43 e poi è salita fino ad 1:43 al 30° giro consecutivo, invece sulla simulazione di Hamilton ad 1:43 ci è arrivato al 15° giro.

Per quanto riguarda il giro secco l'ho già detto, sicuramente non c'è un secondo di differnza con la Mercedes, avendo fatto il tempo alla fine di un run di minimo 6 giri, quindi credo che potenzialmente se non al livello della Mercedes è di poco al di sotto, il vero problema, semmai, è la cronica difficoltà di mandare in temperatura le gomme.

Riguardo alle differenze aerodinamiche con la Mercedes, bhe, sono evidenti, la Mercedes è curata nei minimi particolari, al confronto la Ferrari è "nuda", ma c'era da aspettarselo, visto che la galleria di Maranello è pronta solo dalla fine di settembre ed è ovvio che alcuni "disegni" non sono stati ancora provati nella realtà virtuale.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
10 marzo 2014 08:38 delete

Maxleon alcuni sostengono che la ferrari non abbia portato soluzioni aerodinamiche in bahrain xk li porterà a Melbourne in qnt la galleria della ferrari adesso è affidabile..sei d'accordo?

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
10 marzo 2014 12:08 delete

Guarda, io solitamente valuto quello che vedo, non sono un veggente, ma basandomi sulle esperienze passate, direi che la Ferrari non gioca a nascondersi sulle componenti aerodinamiche, avere una galleria del vento affidabile non vuol dire che i componenti che via via vengono realizzati non debbano essere saggiati in pista, quindi sarebbe stato sciocco avere un qualcosa e poi testarlo solo prima della gara.

La verità a mio parere, è che la Ferrari sul fronte aerodinamico è ancora molto in ritardo, e lo dico da tifoso ferrarista, tra l'altro, finora abbiamo visto uno sviluppo sul fronte meccanico e motoristico, molto evoluto, (abbiamo mantenuto le pull rod all'anteriore, il cut off, l'inedito sistema di raffreddamento) ma sul fronte dell'aerodinamica, siamo sembrati un po statici, si mormora che in Ferrari abbiano omologato due diversi tipi di musetto anteriore, ma io non ci credo poi tanto, come ho detto sarebbe stupido avere una cosa e non provarla solo per non mostrarla alla concorrenza, in fin dei conti, a meno che non si tratti di particolari facilmente replicabili, la cosa non avrebbe senso.

Sinceramente sono più del parere che sul fronte aerodinamico l'evoluzione della F14 T sarà molto veloce, ma non mi aspetto rivoluzioni.

Cosa mi aspetto di vedere nel GP di apertura?

Forse un nuovo cofano motore e dei nuovi alettoni.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
12 marzo 2014 10:56 delete

maxleon sono pienamente d'accordo con le tue parole, ma allora come mai anche mercedes non ha provato nei test in Baharain il nuovo musetto di cui si parla tanto?

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.