Il sottosterzo della Ferrari F14 T verrà risolto con il nuovo pacchetto aerodinamico - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Il sottosterzo della Ferrari F14 T verrà risolto con il nuovo pacchetto aerodinamico

In casa Ferrari sono soddisfatti dei test effettuati la scorsa settimana sul tracciato del Bahrein. La F14 T ha dimostrato di essere una monoposto nata bene e a differenza di altre vetture non ha accusato gravi problemi di affidabilità. Importante segnalare che i dati rilevati dagli ingegneri durante le prove corrispondono con quelli ricavati in galleria del vento. Quindi, almeno per ora,  sembrano definitivamente risolti i problemi riscontrati nelle scorse stagioni sulla correlazione dei dati tra il tunnel del vento e la pista.
La F14 T è sembrata carente di carico aerodinamico (problemi inserimento curva)  rispetto alla Mercedes W05 che in Spagna ha dimostrato di essere la monoposto più competitiva. Di questo non sono preoccupati gli aerodinamici di Maranello in quanto hanno deciso di disputare il primo test con la vettura in configurazione standard. Già in Bahrein inizieremo a vedere il primo pacchetto aerodinamico di sviluppo che prevederà degli interventi in varie zone della vettura e dovrebbe migliorare il sottosterzo che la F14 T ha accusato a Jerez. Cambierà senza dubbio l'ala anteriore a tre elementi (gli avversari hanno portato ali a 5 e 6 elementi) ed il muso. In questa zona ci sono stati dei cambiamenti a livello di regolamento ed è per questo motivo che gli aerodinamici stanno lavorando duramente in quest'area della vettura. Non sono esclusi nemmeno interventi all'ala posteriore e nella zona del diffusore dove, anche nei primi test, sono stati collaudati due diversi estrattori.
Come già accennato nel post precedente ci saranno, inoltre, degli sviluppi sulla Power Unit e sull'elettronica che la controlla.
Aspettiamo i prossimi test per capire se oltre ad essere nata bene la F14 T abbia anche dei grossi margini di miglioramento in modo da essere protagonista in questa nuova era turbo della Formula 1 2014.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

17 commenti

Write commenti
maxleon
AUTHOR
4 febbraio 2014 14:40 delete

Da quello che ho sentito dire, sembrerebbe che la Ferrari abbia girato a poco più di 12000 giri, la Mercedes sui 13000 e la Mclaren sui 13500, tutti dati rilevati attraverso "fonografo", però non so se questi dati siano effettivamente attendibili, sconoscendone la fonte, per cui chiedo conferma a Cristiano.

Reply
avatar
Mario
AUTHOR
4 febbraio 2014 16:09 delete

scusate ma i primi test sono stati effetuati a Jerez

Reply
avatar
4 febbraio 2014 16:11 delete

Ciao Maxleon. So per certo che la Ferrari ha girato a 12.00 giri. Gli altri motoristi sinceramente non so ma mi fido delle tue fonti

Reply
avatar
4 febbraio 2014 20:30 delete

Ciao Cristiano...innanzi tutto ottimo lavoro il tuo mi soddisfa molto e leggo con molte interesse...vorrei chiederti? hai certezza o video magari dove la Ferrari soffre di sottosterzo? è normale che accada qst essendo standard? è affermato che verrà risolto? infine, è meglio avere sottosterzo o sovrasterzo?
Grazie Cristiano in anticipo e scusa per qst domande una dopo l'altra ma sto in ansia!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
4 febbraio 2014 20:50 delete

Ma non si era detto che il muso della Ferrari 2014 creava deportanza, tanto da evidenziare i filetti fluidi che stavano a testimoniare il richiamo di aria da parte della zona inferiore del muso? A mio giudizio il problema maggiore di questa macchina, come della precedente, sta nella sospensione anteriore, con un braccio di leva, il tirante, troppo orizzontale per reagire ai carichi verticali. Sarà, ma se molte scuderie hanno abbandonato questa soluzione un motivo deve pur esserci.

Mirco

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
5 febbraio 2014 01:37 delete

Bhe, formulare delle ipotesi in questa F1 è alquanto difficile, soprattutto se non si ha alcun elemento di riscontro, durante le gare si può contare su diversi elementi, ma durante i test non è possibile, per cui la mia ipotesi è da prendere con le molle.

Sappiamo che una maggiore incidenza alare produce un maggior carico, ma, nel contempo la vettura incontra anche una maggior resistenza all'avanzamento, ora sappiamo per certo che la Ferrari ha utilizzato dei profili con una incidenza inferiore rispetto alla concorrenza, non ne sappiamo il motivo, ma avranno avuto le loro ragioni, però la Ferrari avendo girato ad un regime di giri inferiori la scelta potrebbe essere stata effettuta per "compensare" la scarsa velocità, per cui è probabile che aumentando il regime dei giri, si possano permettere anche di aumentare in modo esponenziale l'incidenza alare ed ottenere, quindi, maggior downforce e consegunzialmente un miglior ingresso in curva e risolvere il problema del sottosterzo; in ogni caso non abbiamo nemmeno i dati relativi alle velocità massime per cui la mia ipotesi potrebbe essere una mera castroneria.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
5 febbraio 2014 09:52 delete

Beh per il sottosterzo sofferto dalla rosa una spiegazione la si puo' trovare semplicemente guardando le immagini;l avete vista l ala anteriore?! Di una semplicita' imbarazzante ( e' formata da due soli elementi,quelli orizzontali in bianco,oltre al main plane) anche in relazione a quella utilizzata fino allo scorso anno che era formata,se non erro, da sei elementi con numerose soffiature tra gli stessi;mentre altre squadre,vedi mercedes, hanno utlizzato un ala anteriore molto complessa (basta vedere le immagini) e anche vicina alla versione definitiva.Quindi come ha scritto Cristiano il sottosterzo della ferrari verra' risolto con la nuova e definitiva ala anteriore che debuttera' nei prossimi test.
Per quanto riguarda la questione dei giri motore avevo letto un articolo( non ricordo se su AMuS o su f1passion) in cui dicevano che,come ha detto Cristiano,la ferrari si fosse tenuta al di sotto dei 13k giri mentre si ipotizzava che la mercedes potesse girare sui 13.5k giri e che la mclaren avesse tirato fino a 15k giri;se riesco a trovare l articolo te lo posto.

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
5 febbraio 2014 11:25 delete

Non è per niente certo che la Ferrari abbia girato con un incidenza inferiore sull' ala anteriore rispetto alla concorrenza. Un ala strutturalmente più semplice (meno elementi e meno soffiature), a parità di incidenza dovrebbe generare meno carico di una più complessa. Anche se è vero che si scelgono molti elementi e molte soffiature proprio per ricorrere ad incidenze maggiori senza provocare stalli nei profili ed avere quindi un pesante drag. Il presunto sottosterzo può dipendere da una moltitudine di cose: la scelta di girare con un ala provvisoria, il tubo venturi ricavato nel musetto che magari non è ancora del tutto efficiente e quindi da perfezionare, o un assetto generale ancora in fase embrionale, che non permette un perfetto bilanciamento, o ancora i profili scarichi. Molte ipotesi, nessuna certezza.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
5 febbraio 2014 12:28 delete

meglio avere una buona power unit e soffrire di sottosterzo al momento piuttosto che il contrario..vedremo ai prossimi test..a proposito qndo ci sono??

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
5 febbraio 2014 15:39 delete

Interessante il confronto fatto da Granato sul passo di alcune monoposto 2014.Ho aggiunto per completezza una linea per avere un riferimento anche sulla zona dei caschi piloti,supponendo che l'inclinazione dello schienale sedile sia piu' o meno la stessa per tutti.Quello che ne scaturisce é che Force India,la monoposto fra quelle visualizzate col passo piu' corto,tanto quanto ha il passo piu' corto rispetto a Mercedes,tanto ha il pilota seduto piu' posteriormente,segno che ha compattato diversamente tutte le unita' motrici rispetto al team di Costa,ma anche segno probabile che la Mercedes per scelta non ha cercato gli ingombri minimi longitudinali,forse per diversificare la distribuzione dei pesi,oppure per riuscire ad ottenere delle fiancate piu' snelle.
La Ferrari a parita' circa di passo,ha rispetto alla Mercedes il pilota apparentemente seduto piu' indietro di alcuni cm,occhio e croce 5.Ancora piu' evidente la differenza con Mclaren e Williams,con il pilota seduto ancora piu' avanti.
Vuoi per motivi progettuali,compattamento delle componenti,vuoi per il ventilato utilizzo di scambiatori aria-acqua,la Ferrari é la monoposto assieme alla Force India con la minore distanza abitacolo-asse posteriore.Non vorrei pero' che tale scelta fosse una componente che accentua il sottosterzo all'anteriore,se cio' fosse dovuto ad un anteriore eccessivamente leggero,piuttosto che ad una carenza di carico aerodinamico.

Reply
avatar
Giovanni
AUTHOR
5 febbraio 2014 16:08 delete

Insomma, con troppo sottosterzo esci fuori pista.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
5 febbraio 2014 16:59 delete

Scomparso un mio commento sulla lunghezza dei passi delle monoposto 2014 e il posizionamento degli abitacoli rispetto ai rispettivi assi?Possibile?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
5 febbraio 2014 19:08 delete

fonografo?!?!?
al massimo è il fonometro e comuque i calcoli basati sul livello di emissione sonora sono una barzelleta

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
5 febbraio 2014 20:41 delete

fonografo??

Quando ho scritto pensavo al vecchio giradischi :)

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
7 febbraio 2014 21:48 delete

I giri motore si ottengono analizzando il contributo in frequenza del suono, e non il livello di emissione.

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
9 febbraio 2014 14:17 delete

Purtroppo non ho trovato nessun articolo che riferisce dei rilevamenti fonometrici, mi dispiace per Cristiano, ma non ho fonti specifiche, solo chiacchiere sul web, per cui sarei grato a chi ne sa di più se volesse riportare qualche link più affidabile.

In ogni caso, finora, sembra essere certo che la Ferrari abbia girato ben al di sotto delle sue effettive potenzialità, per cui, sottosterzo o meno, i dati finora raccolti sono molto positivi.

Reply
avatar
maxleon
AUTHOR
15 febbraio 2014 14:33 delete

Attendevo una conferma e questa è arrivata su un articolo apparso su f1passion:

http://www.f1passion.it/2014/02/f1-motori-mercedes-tirati-gia-jerez-ferrari-si-e-nascosta/

Riporto ciò che ho scritto lì:

""""
Considerando i tempi effettuati dalla Ferrari che sono stati “quasi” in linea con quelli Mercedes e leggendo quest’articolo mi sa tanto che in Ferrari possono respirare aria nuova quest’anno, ciò viene anche da altre considerazioni, perchè leggendo qua e là, sembra che la Ferrari a Jerez soffrisse un po di sottosterzo, quindi se non guadagnava in ingresso curva dov’è che la rossa faceva il tempo??? La risposta mi sembra quasi scontata: in trazione ed in percorrenza curva….. i punti deboli degli anni passati.

In più, dando per buone le indiscrezioni, sembrerebbe che la Ferrari abbia girato a poco più di 12000 giri mentre la Mercedes a poco più di 13000 e la sola Mclaren avrebbe sfruttato tutti i 15000 a disposizione, mentre ora si apprende che la Mercedes avrebbe sfruttato tutto il suo potenziale e considerate le velocità di punta c’è da crederci.

Poi vi è una considerazione di carattere tecnico, perchè a differenza della concorrenza la Ferrari ha utilizzato dei profili alari veramente semplici, per cui credo sia lecito attendersi delle modifiche sostanziali intese a migliorare il downforce senza penalizzare troppo la penetrazione aerodinamica, del resto in Ferrari hanno già annunciato che nei prossimi test vi saranno delle modifiche sostanziali, sia sotto l’aspetto aerodinamico che delle modifiche alla P.U.

Infine, da tifoso Ferrari, un ringraziamento alla Redazione che ha pubblicato questo articolo che fa un bel po di luce ed accende più di una speranza per la casa di Maranello.
""""""

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.