Grossi problemi in casa Red Bull: responsabilità Renault o di Adrian Newey? - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Grossi problemi in casa Red Bull: responsabilità Renault o di Adrian Newey?

Grossi problemi in casa Red Bull. Ormai manca solo una giornata di lavoro alla fine ella prima sessione dei test invernali (saranno solamente tre sessioni di test prima del Gp inaugurale di Melbourne) s e la scuderia campione del mondo è riuscita a compiere in totale una quindicina di giri..
Ancora non è ben chiaro il problema in quanto gli uomini di Milton Keynes accusa la Renault di non aver lavorato nel migliore dei modi per rendere affidabile la loro Power Unit. Al contrario i francesi accusano gli ingegneri Red Bull. La situazione non è comunque tranquilla e lo dimostra il fatto che sia il progettista Newey, sia Christian Horner hanno abbandonato di corsa la Spagna per ritornare a lavorare in sede. 
Se dall'esterno la RB10 sembra una vettura in controtendenza rispetto alle vetture che l'hanno preceduta, in quanto poco estrema nelle sue forme, all'interno il progettista inglese ha mantenuto fede alla sua tradizione. Dalle voci che trapelano dai box di Jerez sembra che la RB 10 soffra di problemi elettrici e alla batterie della che immagazzinano l'energia recuperata dalla MGU-K e dalla MGU-H. .
Newey per contenere gli ingombri della sua ultima "creatura" ha estremizzato il passaggio dei cablaggi elettrici nella scocca. Questo provocherebbe un surriscaldamento anomalo dei cablaggi elettrici, cuocendo i cavi e provocando grosse anomalie alla Power Unit della Renault.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

15 commenti

Write commenti
kroky78
AUTHOR
30 gennaio 2014 18:02 delete

Le norme di buona tecnica prescrivono che il 60% della sezione di una condotta elettrica chiusa deve essere vuota, per evitare surriscaldamenti... Vabbè in ambito civile. Per me si tratta di concorso di colpa, la Red Bull in quanto partner privilegiata della Renault avrà dettato le linee guida della power unit, secondo i soliti dettami di Newey e quelli della Renault non hanno avuto abbastanza forza per far valere le ragioni dell' affidabilità.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
30 gennaio 2014 18:52 delete

E’ iniziata per il Circus una vera e propria era
con i test prestagionali a Jerez de la Frontera.
C'è chi inizia a ritmo blando per poi alzarlo sempre più
e chi dopo un solo giro fuma come un barbecue.
Senza deroghe o trucchetti molta strada più non fa
quella squadra che ha rubato quasi più di Alì Babà.
Con gli scarichi soffiati buttati via due campionati
col controllo di trazione dopo l’estate il ribaltone
ma col muso a pellicano non potete andar lontano
se poi per dare gas dovete aprire una lattina;
il genio inglese disprezzava il motore italiano
ed ora osserva esterrefatto come brucia la turbina.
Lo stesso vale per i tori della scuderia faentina
che rifiutarono l’Italia e son ridotti alla berlina.
La speranza è che possiate, dall’Australia fino in Russia,
terminare ogni Gran Premio tallonando la Marussia.

Reply
avatar
stefano
AUTHOR
30 gennaio 2014 18:59 delete

Sento odore di bruciato, non per i cablaggi che prendono fuoco, ma per qualche diavoleria che Newey sta sperimentando...

Reply
avatar
30 gennaio 2014 19:16 delete

kronky78 Alta pressione in corrispondenza del S-Duct= effetto Bernoulli e venturi (sezione più grande, velocità minore e aumento pressione)

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
30 gennaio 2014 19:41 delete

Capisco, però non si tratta di un canale chiuso, è solo un condotto virtuale in atmosfera libera. Forse alle alte velocità potrebbe esserci una certa approssimazione al tubo venturi... però è una soluzione in netta controtendenza. In preatica, se ho capito, Newey cerca di guadagnare deportanza all' anteriore sacrificando qualcosa al posteriore. Forse il nuovo regolamento penalizza di più l' aerodinamica all' anteriore rispetto che quella al posteriore, io avrei detto il contrario...

Reply
avatar
30 gennaio 2014 19:44 delete

Hai tutte le ragioni del mondo però noi possiamo solo fare delle supposizioni in quanto non avendo a disposizione le mappe aerodinamiche non possiamo avere dei dati reali su cui basarci.

Reply
avatar
30 gennaio 2014 21:33 delete

Dante si starà rivoltando nella tomba...

Reply
avatar
reking
AUTHOR
30 gennaio 2014 22:08 delete

io ascoltando la toro rosso "telegrafare" in pieno rettilineo mi sono fatto l'idea che in renault hanno problemi di consumi,mi spiego meglio:nel contenere i consumi smagriscono troppo la miscela aria-benzina con ill risultato di bruschettare il motore,in fondo quanto tempo ci vuole per sostituire un cablaggio bruciato??
io con la mia vespa ci metto 15 minuti ma non sono un meccanico(passatemi la provocazione)
che ne pensate??

Reply
avatar
Lorenzo
AUTHOR
30 gennaio 2014 23:27 delete

mi chiedevo, da cosa può dipendere quel singhiozzare della toro rosso in fase di frenata e percorrenza curva al secondo 0:27? http://www.youtube.com/watch?v=z9OYmVw2QjA
è normale? non noto nulla di analogo con motorizzazioni differenti da renault...

Reply
avatar
Mauro
AUTHOR
31 gennaio 2014 00:28 delete

Assolutamente anormale il sound del motore Renault.
Sembra quasi che in frenata, accelerazione a marce basse e allungo a marce alte (in pratica in tutte le fasi) abbia degli enormi sforzi.
Il motore Mercedes è sembrato il migliore, suono pulito, regolare e senza anomalia.

Reply
avatar
1 febbraio 2014 12:08 delete

Discreta ma la versione originale di MARKUS su f1blog era più bella.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.