Gp. Stati Uniti: differenze sull'andamento dei flussi tra Red Bull e Ferrari - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Gp. Stati Uniti: differenze sull'andamento dei flussi tra Red Bull e Ferrari

Interessante quanto visto durante le prove libere di sabato mattine che ci permette di confrontare l'andamento dei flussi nella zona dei deviatori di flusso davanti alle fiancate.

Osservando i due video, registrati da SkySportf1hd permettono di capire come l'aerodinamica anteriore della Red Bull sia perfetta mentre mette in risalto i problemi aerodinamici che avevamo già descritto nel precedente Gp di Abu Dhabi.

video
 copyright Formula One Management


Il flusso d'aria proveniente dall'anteriore della Red Bull è molto pulito rispetto a quella della Ferrari. E'per questo motivo che il flusso d'aria sulla RB9, una volta che lambisce i turning vanes viene indirizzato verso i  bargeboard   che vanno "ri-attaccare" il flusso d'aria non turbolento alla carrozzeria della vettura che poi andrà ad alimentare la zona centrale del diffusore dopo essere passato lungo i tunnel presenti sotto allo scarico a rampa.
video
 copyright Formula One Management

Sulla F138,invece, il flusso d'aria che giunge nei turning vanes a tre elementi è molto turbolento e viene indirizzato oltre i  bargeboard che non riescono a farlo riattaccare alle fiancate. Questo comporta un pessimo scorrimento dei flussi verso il posteriore che non permette né agli scarichi, né al diffusore di lavorare nel migliore dei modi. Questo è uno dei motivi per cui la Ferrari manca di carico aerodinamico posteriore e si capisce i perché non funzionino le modifiche nella zona dei deviatori di flusso davanti alle fiancate. la responsabilità di questo flusso turbolento sta nel fatto che l'ala anteriore lavora in modo non ottimale .
L'ala anteriore di una vettura è molto importante perché oltre a generare circa il 25% di carico è il primo componente aerodinamico che l'aria incontra in una vettura ed è responsabile dell'andamento di flussi . L'aerodinamica dell'ala anteriore è studiata accuratamente perchè il flusso d'aria che lascia l'ala è lo stesso che attraverserà il fondo piatto e il diffusore,per i quali il rendimento è migliore se il flusso che li investe non è turbolento.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

19 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 21:39 delete

Forse questo video mostra la vecchia ala ,e forse e per questo che hanno introdotto i nuovi forward flap soffiati,per migliorare questi vortici.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 21:45 delete

Cristiano,non sono tanto convinto di quello che scrivi.Non vedo grandi differenze di flusso diciamo sul bordo di uscita dell'ala anteriore.Sia per quanto riguarda l'altezza da terra dello stesso,che per quanto riguarda la linearita'.Le turbolenze della F.138 iniziano dopo l'ala,forse addirittura uscendo dai turning vanes.Cio' non si vede benissimo vista l'angolo della ripresa,ma sembra quasi che il flusso si divarichi improvvisamente o passando fra le fessure dei componenti dei turning vanes oppure a valle degli stessi.Ribadisco la sensazione che ho da mesi:e se l'allargamento dei flussi e relative turbolenze,fosse legato ad una zona ad alta pressione in prossimita' delle bocche delle fiancate e,soprattutto,della parte inferiore alle stesse bocche?Secondo me il flusso é condizionato da cio' che si trova a valle (un blocco aerodinamico) e non da cio' che ci potrebbe essere a monte (un'ala poco efficace).
Non credo che il direzionamento dei flussi dell'ala anteriore possa dipendere cosi' fortemente dall'altezza da terra della stessa,per cui,se dovessimo pensare che il pessimo andamento dei flussi non dovesse dipendere dall'impossibilita' di adottare un assetto rake,dovremmo dedurre che a Maranello siano incapaci a progettare un'ala anteriore onesta.Ma é possibile pensare che Sanchez (é ancora lui l'addetto delle ali anteriori) ritenuto mago di tali componenti negli anni 2007-2010 in Mclaren si sia improvvisamente imbrocchito?E possibile pensare che,nell'errore,sia incapace ad ovviare?Soprattutto:possibile pensare che in galleria,dove i flussi si vedono anche meglio,in mesi e mesi di tempo a disposizione,la Ferrari non sia riuscita ad ovviare a tale problema,non essendo l'ala anteriore influenzata da nessun componente che la preceda spazialmente?
Invece il blocco aerodinamico dettato dalla forma iniziale delle pance sarebbe un ostacolo insormontabile:checche' si provi a modificare,per migliorare l'andamento dei flussi,niente potrebbe migliorare senza il rifacimento della socca.
E la scocca mica é stata rifatta!Cio' spiegherebbe tutto l'impasse da fine giugno a fine novembre.
Sarebbe bello avere delle foto scattate dalla stessa angolazione per confrontare l'andamento della carrozzeria sotto le prese d'aria dei radiatori,per proseguire verso il posteriore delle monoposto.A memoria la Ferrari é quella piu' inspiegabilmente con un andamento che salta subito all'occhio per aumentare bruscamente la sezione frontale.
Oggi in qualifica si é visto un bel dettaglio della Sauber:la sua zona é praticamente una "coca-cola" rovesciata,la Ferrari a confronto sembra quasi un vagone ferroviario.
A parita' di motore,la pista,ultimamente e costantemente,sta dando le stesse risultanze.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 21:46 delete

Primo anonimo,le immagini sono delle FP3.Credo che Ferrari nelle ultime libere avesse gia' deliberato di utilizzare l'ala nuova.Ergo...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 22:04 delete

Ecco,Domenicali,pensa agli accordi commerciali,agli occhiali,invece che alla situazione tecnica vergognosa.Con gli occhiali nuovi avrai una visione della situazione certamente migliore...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 22:13 delete

Sono il primo anonimo e ringrazio per la precisazione.Per quanto riguarda Domenicali,mi sembra stia facendo piu di tutti i teamchef messi insieme per portare la Ferrari dove deve essere.......

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 22:15 delete

......completa ristrutturazione della galleria del vento(finalmente) imput sicuramente arrivato da Fry e Tombazis(perche Domenicali non e un tecnico,non disegna le macchine e non ci capisce nulla ne di aerodinamica,ne di meccanica,esattamente come Horner,Whitmarsh,Bouiller e Sauber)......

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 22:22 delete

.....affidamento della direzione tecnica temporanea(perche era chiaro che Pat Fry non e un designer come James Allison, Newey o Rory Byrne,ma un organizzatore alla Ross Brawn.
Pat Fry ha:ristrutturato tutto il metodo lavorativo,rimasto obsoleto sotto Aldo Costa,aavuto finalmente il coraggio con Tombazis di rifare completamente la galleria,e non di provare ad aggiustarla come aveva deliberato Costa......

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 22:25 delete

Acquisto di una miriade di tecnici(senza sostanziali partenze),che dimostra ancora di piu in che condizioni disastrose era la Ferrari al momento dell ingaggio di Fry(luglio 2010),e finalmente a coronare il tutto ,ingaggio di Allison(grande progettista e direttore tecnico) e di Dirk de Beer.........

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 22:29 delete

Unica grande critica a Domenicali e quella di aver assecondato probabilmente per troppo tempo,la linea direttiva,poi verificatasi disastrosa del presidente montezemolo,invece di dare piu potere ai tecnici(che sono competeneti) come adesso e come si fa in qualsiasi squadra moderna(vedi Newey e Red Bull),e di non aver licenziato prima Aldo Costa,probabilmente per motivi affettivi(i due sono grandi amici).Sento parlare spesso che la Mercedes ha fatto un grande acquisto perche ce le sta suonando........

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 22:32 delete

.......ma Primo-Aldo Costa non ha disegnato la macchina di quest anno.
Secondo-Aldo Costa e il responsabile della monoposto mercedes 2014.
Aldo Costa non disegna monoposto,ma come fry e allison e un direttore tecnico quindi da le direttive dei rischi che si possono prendere e non prendere,ed in Ferrari
ha portato solo scelte conservative e obsolete,grazie!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 22:40 delete

.....Poi purtroppo ci vuole parecchio a costruire e niente a distruggere.Quando una scuderia attraversa un periodo estremamente vincente come la Ferrari tra il 1999 ed il 2004(anche e soprattutto per demeriti altrui),subentra spesso la compiacenza di essere i migliori,gli altri nel frattempo crescono,non si riinveste o ristruttura,e ci si risveglia di botto come nel 2005 a rincorrere,cosa che facciamo a parte il 2007 ed il 2008 tutti gli anni...............

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 22:43 delete

Beh io nonostante non sia in grado di interpretare l andamento dei flussi sono pienamente d accordo con l anonimo delle 21:45.Il problema della ferrari in questi due anni e' il posizionamento verticale delle masse radianti con la conseguente forma delle fiancate!A tal proposito ricordo bene come l anno scorso,durante i test del mugello,gary andreson disse a tal proposito che il reale problema,oltre all errata configurazione degli scarichi,era proprio legata alla forma delle fiancate le quali oltre a costituire un "muro" per il flusso d aria andavano a determinare,sempre per il loro disegno,un distacco della vena fluida.Secondo me questa teoria viene oggi confermata dal fatto che la ferrari nonostante i continui esperimenti non riesca a far funzionare i tanto famosi deviatori a ponte.A questo punto mi vieene da pensare che "qualcuno" in ferrari pur di non ammettere eventuali errori ne tantomeno riconoscere i meriti altrui abbia insistito su tale soluzione determinando lo stallo tecnico attuale..Saluti Michele

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2013 22:43 delete

.....Con enorme ritardo e questa si che e colpa di Domenicali e Montezemolo si e deciso finalmente ad ammettere l inadeguatezza della struttura tecnica ed organizzativa,e ricostruire investendo.Ma questo processo e solo all inizio,quindi non facciamoci illusioni,la strada e ancora lunga, e piena di sofferenza ,purtroppo anche se frustrante per noi tifosi,bissogna avere pazienza e lasciarli lavorare(adesso che si sono decisi).

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
17 novembre 2013 10:48 delete

Per l'anonimo delle 22.43.Sono l'anonimo a cui fai riferimento,secondo me,pero',il distacco della vena fluida dal corpo vettura piu' che dipendere dal posizionamento dei radiatori che provoca di conseguenza fiancate voluminose (che a mio parere incidono piu' che altro sull'efficienza del soffiaggio degli scarichi) dipende da scelte precise riguardanti la forma della parte della fiancata che sta sotto la presa d'aria dei radiatori.Queste scelte a mio parere sono figlie di una precisa filosofia in campo aerodinamico,che pero' non funziona.Prendi un rettangolo,posizionalo su un piano con il lato piu' lungo appoggiato,poi ruotalo per simulare le posizioni dei radiatori a ventaglio e di quelli a doppia inclinazione.Cosa scopri?Che l'angolo esterno inferiore di entrambe le configurazioni di radiatori ha gli stessi ingombri,quindi dovrebbe portare alla stessa forma della scocca-carrozzeria,cosa che invece non é.
Anche inclinando una terza volta i radiatori a doppia inclinazione,sollevando rispetto al piano di riferimento l'angolo esterno inferiore (praticamente:ruotando il radiatore rispetto all'angolo posteriore inferiore) non é che si guadagni poi molto di quello spazio che permette di passare dalla configurazione Ferrari a quella,ad esempio,Sauber.
Senza tener conto poi che i radiatori sono spesso poliedri e non rettangoli e che quindi l'angolo incriminato puo' avere una forma smussata proprio per evitare quegli ingombri massimi che sarebbero un problema dal punto di vista aerodinamico.
Cosa voglio dire con questo?Che le soluzioni per ovviare a tale problematica ci sarebbe,se la Ferrari non le ha attuate é perche' (erroneamente) ha creduto che quella forma cosi' innaturale per lo scorrimento fluido dei flussi avesse dei vantaggi (generazione di turbolenze positive?) che in realta' non ha.Chiaro che se tutto questo fosse vero,il fatto che la scocca non sia stata riprogettata,é un fatto grave e non c'é scusante che tenga dal punto di vista del contenimeno dei costi.
E' probabile pure che nella zona incriminata siano installati dei componenti (senza foto,ora non ricordo) che,smusso o non smusso nella forma del radiatore,impediscano comunque una rastremazione della vettura.Inoltre,se le componenti effettivamente ci fossero,spostandole varierebbe la distribuzione dei pesi (ammesso che quella attuale sia ideale..).Rifacendo la scocca,quindi,per riposizionare radiatori e componenti,probabilmente bisognerebbe andare a toccare almeno anche le sospensioni.
Su un fatto di do ragione:se il problema fosse effettivamente quello ipotizzato,chi non ha voluto vederlo,girandoci attorno per 5 mesi,aggiungendo improbabili profili e profiletti,facendo la danza degli scarichi corti-lunghi,lo ha fatto perche' non ha voluto ammettere di aver sbagliato,sapendolo.
Non credo che trattenere o dare ancora un posto di responsabilita' in Ferrari a tale dirigente,in ottica 2014,sia una grande idea.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
17 novembre 2013 12:18 delete

Sono l anonimo delle 22:43,sono daccordo con molte cose che dici,tranne che per quanto riguarda Domenicali,perche Stefano non e un tecnico e non ci capisce nulla,si deve fidare dei tecnici.Non credo neanche che il problema siano i radiatori,credo ce sia tutto piu complesso,portarsi dietro un progetto dal 2012 che era gia minato dall inizio non aiuta di sicuro.Credo che potremmo darew una valutazione a questa nuova organizzazione dal prrossimo anno con un progetto nuovo dall inizio

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
17 novembre 2013 17:42 delete

Guarda che é il binomio Domenicali-Montezemolo a scegliere i tecnici dirigenti o responsabili,mica si scelgono da se.Nel 93 fu Montezemolo a scegliere Todt,ma fu proprio il francese,responsabile plenipotenziario,a sua volta a scegliere a fine 94 il trio delle meraviglie Byrne-Schumacher-Brawn (li ho messi in ordine di importanza).Questo perche' Todt ci capiva avendo trascorsi sia come pilota che come dirigente motoristico.Domenicali l'ha piazzato li l'altra parte del "binomio" ma a suo tempo era sostanzialmente a digiuno di F.1 (del resto,mica serviva,avendo in squadra,al di sopra,Todt e Brawn) e con una preparazione che non c'entra un fico secco (laureato in economia).Todt conosceva le realta' avversarie e sapeva capire se un team era forte perche' aveva in se un tecnico fuori dal comune,oppure se un tecnico sembrava forte perche' era invece il team ad essere eccezionale.
Domenicali queste cose non le sa e non le capira' mai e pensa di prendere tecnici preparatissimi,quando invece sono le realta' in cui lavorano ad esserlo.
Se,infine,non avendo la preparazione,per fare campagna acquisti si basa sui consigli dei dirigenti tecnici di Maranello...mai sentito parlare di guerre interne,di gelosie?Se consigli ad un team manager uno piu' bravo di te,finisci a fare il secondo o fuori dalla scuderia nel giro di 2 anni.Se invece consigli uno mediocre e lo fai passare per genio,ti fai bello ai suoi danni,fai credere a Domenicali di essere insostituibile e ti mantieni il posto e lo (lauto,visto il budget) stipendio per anni.
Tutto cio' nel mentre le vetture sfornate rimangono mediocri in senso generale,pessime se pensiamo a cosa dovrebbe sfornare Ferrari:semplicemente perche' se a Maranello ci fosse stato gia' un genio (un Byrne motivato,a tempo pieno) le auto avrebbero gia' fatto incetta di successi e Domenicali non avrebbe avuto nessun bisogno di farsi consigliare un tecnico per l'attesa svolta.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
17 novembre 2013 17:44 delete

Copilota,volevo ovviamente scrivere,per Todt,non pilota.Ma la minestra non cambia affatto.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
18 novembre 2013 17:35 delete

Non c'è nulla da inventare. Come dicevo tempo fa i problemi della ferrari non sono solo dovuti agli scarichi, ma prima di tutto all' anteriore.
infatti io credo che abbiano abbandonato gli scarichi lunghi perchè davano troppo carico all' anteriore sbilanciando la vettura.
Dalle riprese di sky si vede benissimo l' andamento dei flussi derivanti dall' ala e convogliati dalle pinne a tre elementi sotto il muso, con un andamento molto turbolento e molto distanti addirittura esterni ai deviatori di flusso. Ora si spiega perche la ferrari cambia spesso questi elementi inserendo generatori di vortice e dividendo le alette del sottoscocca prima a due poi a tre elementi, infatti non riescono a tenere i flussi radenti al corpo vettura, non a caso hanno modificato anche l' andamento del bordo del fondo piatto per cercare di portare aria verso la scocca.(la redbull ha un andamento molto diverso.)questi flussi sono di estrema importanza, infatti più sono radenti al corpo vettura più riescono ad energizzare il diffusore tramite gli scarichi e alimentare il doppio diffusore centrale creato dal buco per l' accensione motore. Da alcune foto dove usano la vernice per vedere l' andamento dei flussi si vede benissimo che in zona scarichi proprio prima del bulbo dello scrico il flusso si interrompe questo aveva fatto pensare amolte persone che lo scarico interrompesse queto flusso soffiando sul fondo, secondo me il flusso li si interrompe perchè non arriva con abbastanza forza dalle fiancate perchè non si mantiene abbastanza aderente alla vettura. Ecco spiegato secondo me perchè la soluzione con scrichi lunghi non ha avuto effetto, perchè si va a distanziare ancora di più il punto di attacco tra i due flussi creando un vuoto ancora più grosso. Quindi diciamo che l' anteriore della ferrari è completamente da rifare ma ora è tardi bye

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
18 novembre 2013 22:08 delete

All anonimo del 18 novembre delle 17:35 io invece non condivido totalmente la tua ipotesi ma rimango convinto che il vero problema sia altrove in particolare nella disposizione dei radiatori e dell annessa forma della fiancata.Se fosse vero quello che sostieni tu ovvero che gli scarichi lunghi generano un carico maggiore non supportato dall avantreno perche' non provare un assetto picchiato all avantreno?!E da quelli che si e' potuto vedere dai test effettuati nelle libere non si e' mai vista una ferrari che con gli scarichi lunghi avesse un rake maggiore di quanto non avesse in configurazione scarichi lunghi.Concordo invece quando affermi che il flusso d aria si interrompe poco prima degli scarichi e cio',come ho discusso in precedenza con un altro utente,e' dovuto alla "particolare" forma delle fiancate che costituiscino una sorta di muro per i flussi.Questa tesi potrebbe ,dico potrebbe,trovare riscontro nel fatto che in ferrari quasi ad ogni gp provino soluzioni diverse nella zona delle fiancate(vedi i vari deviatori a ponte e piccole appendici alla base di essi)senza trovare una vera e propria soluzione al distacco dei flussi lungo la fiancata.Saluti Michele

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.