Gp. Abu Dhabi: Red Bull con carichi diversi al posteriore - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Gp. Abu Dhabi: Red Bull con carichi diversi al posteriore

Ala Vettel dotata di cinque soffiature
Continuano a differenziare la configurazione aerodinamica posteriore i due piloti Red Bull. Webber ha scelto un'ala meno carica dotata di quattro soffiature nella paratia latrale dell'ala mentre il campione del mondo ha usato un'ala più carica dotata di quattro soffiature.
Ecco spiegata la differenza di velocità di Webber rispetto a Vettel nel primo settore della pista dove è riuscito a guadagnare sul compagno di squadra ben 2 decimi che alla fine gli hanno garantito la pole position.
Ala Webber con quattro soffiature
Basta osservare lo speed trap per vedere che tra le due vetture Red Bull c'è una differenza di carico. Webber aveva una velocità di 315,,6 km/h mentre il compagno di squadra era uno dei più lenti con soli 311 km/h.

Nella zona anteriore è stata confermata l'ala che era stata provata e poi abbandonata durante lo scorso Gp di India. Quest'ala ha come caratteristiche le derive a monte del forword flap, leggermente più grandi e svergolate rispetto al modello precedente.






Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

1 commenti :

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
2 novembre 2013 21:07 delete

Quanti di voi hanno seguito almeno un giro delle Red Bull dalla termocamera?Io mi sono visto un giro intero di Webber.Al via cronometrato il bib é gia' bello caldone,con temperature almeno uguali a quelle massime raggiunte dai pneumatici.In rettilineo si raffredda leggermente,ma solo nella prima fase della percorrenza,al termine del dritto,prima della frenata immagino (DRS disattivato?) la zona a coltello riprende un color giallo piu' vivo.In curva ovviamente la temperatura aumenta,ma ho notato che nei passaggi sui cordoli (a meno che cio' non sia dovuto allo scuotimento della termocamera) per quei frangenti,frazioni di secondo,che il bib non tocca terra ,tende a raffreddarsi velocemente.L'unica differenza fra inizio e fine giro é che il bib sembra scaldato piu' uniformemente,tanto che la zona gialla diventa perfettamente rettangolare,con delle dentellature sul lato superiore.
Ora,é chiaro che il bib si surriscalda o per strisciamento o per riscaldamento indotto da apposite apparecchiature.Se fosse per strisciamento dovrebbe esserci usura.Se non c'é usura c'é un sistema per evitarla.
In definitiva,che sia per strisciamento controllato o tramite specifiche strutture,alla FIA non sembra importare granche' (perche'?).Ha provato con il riscaldamento della zona,non ha trovato deformazioni,ergo se ne lava le mani.
La domanda cruciale é la seguente:la FIA é a conoscenza del sistema adottato da Red Bull e lo ritiene regolare,oppure non ha la minima idea di come il bib si scaldi senza provocare alcuna extrausura,quindi se ne frega?Perche' se fosse vero il secondo caso,tale riscaldamento potrebbe essere ottenuto per via lecita o illecita,ma essendo all'oscuro di come funzioni,la FIA non saprebbe mai se il sistema é regolare o meno.Il che (il comportamento FIA) non sarebbe grave,di piu'.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.