Gp Giappone:Ferrari F138 . Confermate le ali e bocciati gli scarichi lunghi - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Gp Giappone:Ferrari F138 . Confermate le ali e bocciati gli scarichi lunghi

Sulla F138 vista quest'oggi sul circuito di Suzuka sono state confermate tutte le ultime modifiche che sono state introdotte a partire dal Gp di Singapore. All'anteriore è stata usata l'ala utilizzata da Alonso a Singapore e da entrambi i piloti in Corea che si differenzia dal modello precedente per: il bordo di attacco del mainplane, la forma dei flap, il numero di soffiature e per la mancanza del piccolo flap sull'endplate.
Confermati i deviatori di flusso sdoppiati davanti alle fiancate con l'aggiunta una piccola pinna sul fondo per cercare di migliorare il flusso d'aria proveniente dalla zona anteriore per massimizzare il funzionamento del diffusore.

E' stato usato su entrambe le vetture il diffusore introdotto a Singapore. Grazie all'immagine in basso è possibile notare benissimo lo scalino che viene a formarsi nella zona esterna dell'estrattore che viene sfruttato per generare dei vortici in modo ritardare gli effetti di separazione del flusso.

Nella zona degli scarichi è stata scelta la configurazione corta che ieri era stata provata da Alonso. Ancora una volta gli scarichi lunghi sono stati scartati dopo essere stati comparati con quelli più corti. 

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

11 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
12 ottobre 2013 10:27 delete

E alla fine,che configurazione di scarico é stata scelta?Chissa' se la domanda é retorica...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
12 ottobre 2013 10:35 delete

Riguardo alla foto su twitter che hai postato,Cristiano,non sono sicuro che la vettura di Massa abbia un rake maggiore di quello di Alonso,potrebbe essere un inganno dovuto alla prospettiva differente fra le 2 foto.Ma se il rake fosse effettivamente cosi' diverso (apparentemente non piu' di 2 cm) é sorprendente come la distanza dell'ala anteriore dal suolo non vari mica poi molto.Non é che in questi mesi la mancanza di carico all'anteriore,tutte le volte che si sono sperimentati gli scarichi lunghi,é dovuta al fatto che quando testano tali scarichi in Ferrari sono costretti a sollevare leggermente anche l'anteriore?Magari ci sono dei problemi irrisolvibili (senza rifare la macchina) nel percorso dei flussi nella parte inferiore della vettura.
Ora sto notando che la foto della F.138 di Alonso la ritrae di dimensioni maggiori rispetto a quella di Massa (basta rapportare i pneumatici).

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
12 ottobre 2013 10:41 delete

Posto qui un commento sulla prestazione di Vettel in qualifica,siccome penso che sia interessante e questo tuo post il piu' visibile:

avete notato che,avendo problemi di Kers,Vettel in particolare in Q3 ha guidato molto sporco?In uscita alla Spoon Curve era tutto di traverso.Che problema ha avuto il Kers?Di accumulo/distribuzione dell'energia,oppure nel prevenire problemi di trazione in accelerazione?
Sono almeno 3 mesi che Vettel guida sui binari.Almeno un mesetto che si ipotizza un lavoro del Kers in funzione antipattinamento.La volta che il Kers ha un malfunzionamento (non mi risulta di problemi analoghi di Vettel di recente) la Rb8 non sembra affatto piu' la miglior vettura in uscita curva,anzi fa quasi schifo nelle forti accelerazioni da bassa velocita' (suo notorio punto forte).Se uno piu' uno fa due....

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
12 ottobre 2013 10:46 delete

Bocciati gli scarichi lunghi.La mia domanda era retorica...
Ma mi facciano il piacere,in Ferrari,la smettano con questa pantomima.Mi ricordano le donne quando devono uscire:che indosso,la gonna lunga o quella corta?
Uno dei pochi team,se non l'unico,che non riesce a risolvere una questione tecnica che altri hanno gia' abbondantemente risolto.
Perche' questo problema non é stato superato in 5 mesi?Dico 5!In 5 mesi si correggono anche le letture errate dei dati di galleria.Si rifanno le fiancate e pure le scocche.
Siccome in Ferrari ripresentano gli scarichi lunghi,senza modificare fiancate e scocca,evidentmente pensano che il problema non sia grave e risolvibile con piccoli interventi.Che abbiano ragione o no,di sicuro non hanno la minima idea di quale sia il problema.Certo che se fosse veramente piccolo,risolvibile senza stravogimenti e non riescono a superarlo...

Reply
avatar
12 ottobre 2013 11:03 delete

Teoria Kers usato da RB cone TC??non credo in quanto il regolamento tecnico è molto chiaro sull'uso del recuper di energia e non lascia margini di intervento per poter raggirare la norma. il KERS può essere usato in funzione 'harvesting', cioè come recupero/freno dinamico solo in presenza di una forte pressione sul pedale. del freno. Quindi non in percorrenza di curva

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
12 ottobre 2013 11:23 delete

Mettiamo una mano sul fuoco che una frenata forte non sia simulabile?Inoltre,sono mesi che si dice che Vettel ha uno stile di guida diverso da quello di Webber,che gli permette di sfruttare meglio la vettura.Che frena piu' a fondo sino a centro curva,essendo piu' lento in ingresso,per essere piu' veloce in uscita.Cosa succede se Vettel porta la frenata forte ad intersecare temporalmente l'accelerata a fondo?Che il Kers puo' essere attivato in uscita curva,non per accelerare ma per controllare la trazione?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
12 ottobre 2013 15:12 delete

Comunque,Cristiano,io in precedenza parlando della possibilita' di utilizzare il Kers per evitare il pattinamento in accelerazione,non intendevo dire che potrebbe essere utilizzato in modalita' ricarica,bensi' proprio in modalita' erogazione dell'energia accumulata,solamente nel senso opposto alla rotazione del gruppo motore-cambio.Un freno attivo insomma.Mi chiedo se sia possibile farlo tramite un escamotage tecnico,meccanico, in linea di principio simile all'introduzione di una ruota folle,oppure elettronico,col senso di rotazione del motorino/generatore Kers invertito.Che sia possibile (vista la differenza di potenza in gioco) far ruotare il motore/generatore Kers nel senso opposto rispetto a quello in utilizzo normale,senza bruciare i circuiti elettronici e senza danneggiare le batterie?
Il principio sarebbe il seguente:al pattinare delle ruote far intervenire gli 80Kw o cavalli che siano,in opposizione alla piena accelerazione del motore,che equivarebbe ad avere piu' di un decimo di potenza in meno alla ruota,che male non farebbe.E siccome l'attivazione del Kers,a differenza della ricarica,mi pare sia libera per qualsiasi punto del circuito.....Chissa' se in qualche maniera cio' é fattibile.

Reply
avatar
12 ottobre 2013 16:10 delete

Mi sembra un pò strano che la RB di Vettel ha problemi al Kers, e diventa un toro indomabile(mai visto Vettel fare così tanti errori di guida...casualità???). E' sicuro, riescono in qualche modo ad usare il Kers come un controllo di trazione. Altrimenti non c'è spiegazione al cambiamento repentino di comportamento della macchina di Vettel, che in qualifica per una volta non è sembrato il tipo dai 2,5 secondi al giro agli altri...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
12 ottobre 2013 17:03 delete

nessuno vieta dove usare il kers ma quanto lo usi , 6 secondi se non erro ,e se semplicemente il pedale gas fosse tarato in modo che da 0 al 15 % funzionasse il kers e intervenissero i tagli ai 4 cilindri ?(oppure basterebbe tarare elettronicamente il kers per intervenire dai giri tot ai giri tot es 6000-8000 ? è risaputo che un motore elettrico è più progressivo di uno a benzina ,potrebbe pertanto fare i primi 50-60 metri accelerazione col kers e dopo usare appieno solo l'unità termica... Davide

Reply
avatar
Frenk
AUTHOR
12 ottobre 2013 18:07 delete

La distanza tra l'ala anteriore e il suolo é definita per regolamento...
Può essere maggiore ma non minore no,a meno di non ricorrere ad ali flessibili o musi di gomma,e passare le verifiche indenni.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
13 ottobre 2013 11:05 delete

No,Frenk,perche' l'altezza dell'ala anteriore é si definita dal regolamento,ma la sua altezza si misura dal piano di riferimento della vettura,non da terra.Ergo,se setti la macchina picchiata la distanza da terra sara' limitatissima e quella dal piano di riferimento,regolare.
Uno delle tante parti idiote del regolamento!Vai a perderti (esempio) sull'altezza del baricentro del motore e non curi che la distanza da terra dell'ala anteriore sia misurata effettivamente dall'asfalto?Controlli e ricontrolli (in teoria...) tutti i parametri software della centralina unica e non sei capace di introdurre per regolamento dei controlli laser o similari per monitorare tale altezza da terra?
Ancora piu' ridicolo é che Ferrari,in particolare Ferrari,in 3 anni buoni di stagioni legate all'utilizzo degli scarichi non sia riuscita a mettere in pista una vettura alta dietro,per sfruttare appieno il diffusore e conseguentemente bassa davanti,per regalare maggior carico all'anteriore.Questo é ancora piu' ridicolo della mediocrita' di chi dovrebbe gestire i regolamenti FIA.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.