ProblemI Ferrari F138:Pirelli e sospensione pull rod anteriore - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

ProblemI Ferrari F138:Pirelli e sospensione pull rod anteriore

Siamo arrivati quasi alla conclusione di questo mondiale 2013 che, viste le prestazioni in pista, sembra avere una fine già segnata in quanto Sebastian Vettel e la Red Bull vinceranno il quarto mondiale consecutivo.
Per la Ferrari è già tempo di analisi per capire cosa non ha funzionato del progetto F138 che nella prima parte del campionato si era dimostrato molto competitivo.
L’ultimo Gp di Singapore ha messo chiaramente in luce uno dei problemi maggiori che affligge la F138: la sospensione anteriore pull rod troppo estrema..
Questo non è sicuramente l’unica pecca del progetto F138 in quanto, rispetto soprattutto alla Red Bull, manca carico aerodinamico al posteriore e trazione dovuta essenzialmente al modo in cui vengono sfruttati gli scarichi e le mappature del motore. 

La scelta di questa sospensione è stata scelta da Pat Fry nel 2012 in quanto pensavano di tratte dei vantaggi aerodinamici in quanto potevano utilizzare un musetto più alto e quindi usufruire di una maggiore portata di flusso nella parte inferiore della scocca da incanalare nel diffusore posteriore e assicurava una minore resistenza all'avanzamento disponendo di un puntone più esile del tirante. . Tale soluzione permette di abbassare i pesi in quanto ammortizzatori e barre di torsione si possono collocare in basso ed è possibile pulire la zona bassa della ruota laddove, con sofisticate appendici aerodinamiche applicate alle prese dei freni, si cerca di indirizzare al meglio il flusso d’aria che arriva dall'ala anteriore e alimentare la parte inferiore della monoposto e quindi il diffusore.
video

A livello meccanico, questo tipo di sospensione è stata tarata appositamente per “sposarsi” alla perfezione con le nuove gomme Pirelli che a differenza di quelle usate nella scorsa stagione presentavano una cintura in acciaio al posto del Kevlar. L’acciaio a differenza del kevlar ha una conducibilità termica migliore ed è anche molto meno rigido e quindi richiede delle sospensioni che lavorino molto di più rispetto a prima in quanto la struttura dello pneumatico è poco deformabile.

Gli ingegneri Ferrari, ad inizio stagione, erano stati gli unici, insieme a quelli di Lotus e Force India, a trovare il giusto compromesso tra prestazioni ed usura. Infatti, fino al Gp di Barcellona, queste scuderie erano state le protagoniste del mondiale ottenendo ottimi risultati. Dopo Barcellona scoppiarono grosse polemiche innescate ad hoc dalla Red Bull e Mercedes in quanto non riuscivano a sfruttare, soprattutto in gara, questo tipo di pneumatico. A partire dal Gp di Monaco è stato cambiato qualcosa nella costruzione degli pneumatici anche se la Pirelli non ha mai fatto trapelare nessuna notizia a riguardo. Il culmine lo abbiamo avuto al Gp di Silverstone che è stato caratterizzato da varie esplosioni sia all'anteriore che al posteriore. Dopo questa gara Sauber e McLaren hanno cercato di recuperare quel che restava dei loro pneumatici e hanno constatato che la mescola era diversa da quella usata a Barcellona.

Un'ulteriore conferma di una possibile diversa struttura delle Pirelli deriverebbe inoltre dall'enorme differenza riscontrata rispetto al GP di Spagna da due team come Ferrari e Lotus, apparsi in una posizione nettamente inferiore rispetto al GP di un mese e mezzo fa, mentre la Toro Rosso ha avuto dei rendimenti ben al di sopra della sua media.

Le gomme sono cambiate per tutti ma ci ha rimesso soprattutto la Ferrari in quanto aveva realizzato un sistema sospensivo molto al limite e tarato alla perfezione con le gomme di inizio stagione. I tecnici non sono riusciti ad adattare la F138 alle nuove coperture non per mancanza di idee ma semplicemente perché non avevano nessuno spazio di intervento. Alonso lo ha ammesso proprio in questo fine settimana alla tv spagnola dicendo che all'interno del team erano consapevoli di non poter lottare per il mondiale a causa di questo cambio di gomme.

Da questa cosa derivano anche tutti i problemi di sviluppo aerodinamico che la Ferrari ha incontrato da maggio in avanti. Fino al Gp di Barcellona tutti gli aggiornamenti funzionavano e i riscontri tra galleria del vento e pista erano corretti. Con il cambio di carcassa sono saltati tutti i parametri per il semplice motivo che in galleria del vento la vettura viaggia sempre ad altezza costante dal terreno cosa che, non avveniva, in pista a causa della rigidità sospensiva della F138. Avete notato a Singapore, pista cittadina con un asfalto molto sconnesso, come il telaio saltava, soprattutto, all'anteriore Quindi è del tutto normale che in galleria del vento, alcuni componenti, dessero dei determinati risultati che la pista prontamente smentiva. Ma la responsabilità non è da attribuire né all'equipe aerodinamica né alla galleria del vento.

Per la Ferrari il campionato mondiale è finito essenzialmente a maggio dopo il dominio del Gp di Barcellona in quanto in fase progettuale si era cercato essenzialmente di adattare il telaio agli pneumatici trascurando e limitando possibili interventi alle sospensioni durante la stagione.

Adattare il telaio F138 alle gomme in kevlar significava riprogettare l'intera zona anteriore della monoposto sia a livello meccanico che a livello aerodinamico. Questa cosa, anche per un team senza problemi di budget, come la Ferrari è pressoché impossibile visto che il lavoro non poteva essere sfruttato per la stagione seguente in quanto ci sarà un grosso stravolgimento delle regole.









Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

36 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
26 settembre 2013 13:21 delete

Domada molto semplice perchè la Ferrari soggiace a questi cambiamenti senza nulla dire?

Reply
avatar
26 settembre 2013 13:30 delete

è una cosa che mi sto chiedendo anch'io in questi anni. sembra che la Ferrari in questi ultimi anni dominati dalla Red Bull abbia perso quel grosso peso politico che aveva PRIMA

Reply
avatar
26 settembre 2013 13:31 delete

Condivido pienamente il suo punto di vista ! Si è capito già a Monaco che i valori in campo erano già alterati.. La Ferrari doveva IMPORSI a tutti anche a condizione di perdere appeal sportivo.. le regole non si cambiano a gioco iniziato.. Vorrei proprio sapere quanti soldi ha pagato la RB per comprare i mondiali.. !

Reply
avatar
26 settembre 2013 14:12 delete

Sarò malizioso, ma secondo me questo è successo nella FormulaCorrotta 1.
Dopo il pianto di Mercedes e RB, la Pirelli ha testato con la prima delle gomme nuove. Test Ok, le gomme nuove vengono portate a Monaco, ma all'insaputa dei team (tranne Mercedes e RB, che fa scoppiare il Test Gate per spostare l'attenzione su qualcos'altro). Ferrari e Lotus, che gestivano in modo eccellente le gomme fino al gp precedente, si sono trovate in enorme difficoltà. Colpa dell'auto, o del fatto che erano convinti di avere a che fare con le gomme di inizio anno? Gomme nuove promosse, dato che RB e Mercedes monopolizzano il podio. In Canada la Pirelli porta delle gomme "sperimentali" al posteriore, ma GUARDACASO non si riesce a provarle nelle prove libere a causa del maltempo. Dico guardacaso, perché probabilmente i team si sarebbero accorti che le gomme "nuove" erano identiche a quelle di Monaco! Gomme "nuove" "bocciate". A Silverstone allora la Pirelli capisce che prima o poi qualcuno se ne sarebbe accorto, e manomette le gomme. La prova, secondo me, è il fatto che le gomme esplodevano anziché delaminarsi. Scoppia il "caso gomme", e Bernie Corrotteclestone corre ai ripari e converte gli Young Driver Test in Test per le "nuove gomme". Si spiegherebbe l'insensata sentenza della FIA sul Test Gate della Mercedes: eslusi dagli YDT non per punizione, ma perché non avevano bisogno di testare gomme già testate a Barcellona! Dopo gli YDT si passa ufficialmente alle gomme in kevlar, ufficialmente perché erano utilizzate all'insaputa dei team già da parecchio tempo.
Siete d'accordo con questa mia teoria?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 settembre 2013 16:22 delete

il problema non sono solo le sospensioni anteriore ma anche e soprattutto quelle posteriori, troppo rigide causando slittamenti e sovrasterzi !!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 settembre 2013 18:25 delete

x Cristiano , finalmente uno che la pensa come me su come sono andate lecose....per rispondere a Milos , non credo la Pirelli abbia manomesso volontariamente le gomme , troppo rischioso e troppo penalizzante in termini di marketing , probabilmente hanno provato a correre dietro le lamentele RB e Mercedes , facendo un bvran bel casino...!!!
ma non bastava mettere gomme 2012v per 2 gare e dopo riportare le 2013 corrette ad hoc ??? Rb non voleva , bravi , bel campionato....Davide

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
26 settembre 2013 19:27 delete

Allora trova conferma una diceria che avevo letto tempo fa e che mi sembrava inverosimile: le gomme non sono state cambiate per motivi di sicurezza, ma siccome prima Mercedes e poi Red Bull hanno iniziato a parlare di ritiro perché non riuscivano a sfruttare le gomme con carcassa in acciaio, prima sono state fatte provare quelle in kevlar o con le mescole farlocche portate a Monaco alla Mercedes, perché si tarasse opportunamente, poi sono state fornite gomme appositamente pericolose a Silverstone in maniera da poter dire “si cambia per la sicurezza dei piloti”, unico sistema lecito concesso dal regolamento per cambiare in corsa!!! Dulcis in fundo hanno fatto un bel conclave a Monza tra Pirelli e Red Bull per spiegare a Newey come doveva fare per non distruggere le super-soft dopo 5 giri! Tutto torna, adesso capisco anche come mai certi ingegneri della Pirelli (quei pochi con un briciolo di coscienza e di vergogna) si sono messi letteralmente a piangere vedendo lo sfacelo che era stato pianificato a Silverstone dal loro capo Hembery su commissione del pifferaio magico Ecclestone, terrorizzato di perdere due scuderie di punta! Hanno fatto rischiare l’ osso del collo alla gente intenzionalmente! E le squadre, come dice Cristiano, hanno le prove! A questo punto la domanda non è perché la Ferrari non protesta, ma bensì perché tutte le scuderie che sono state svantaggiate dalle gomme in kevlar (e hanno rischiato incidenti anche mortali) non dicono niente??? La risposta è una: è tutto combinato, è tutto un business, probabilmente il patto della concordia prevede, oltre che la distribuzione del cash, precisi vincoli e obblighi atti a mantenere lo status quo imposto da Ecclestone, poi ci pensa lui, certi anni fa vincere Ferrari, poi Mclaren, poi Red Bull…………………… Wow!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 settembre 2013 22:25 delete

A mio parere Pirelli ha modificato i pneumatici gia' dopo i primi 4 gp extraeuropei,dopo le lamentele affatto velate di Red Bull e Mercedes.O ha cambiato le mescole sulla struttura in acciaio (comunque non soddisfacendo i lamentini...) oppure ha selezionato mescole piu' resistenti per i gp di Barcellona,Montecarlo,Canada.Mescole piu' dure rispetto a quanto avesse preventivato a inizio stagione

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 settembre 2013 22:39 delete

Mah,puo' essere che Mercedes e Red Bull abbiano minacciato il ritiro (ma con che figura,con che danno di immagine?Mi ritiro perche' ,a differenza della Force India,non sono capace di far lavorare correttamente i pneumatici?Pessima figura...era una minaccia e basta,piu' o meno come quella dei giorni nostri di una parte del governo....) ma,voglio dire,quale minaccia di ritiro avrebbe avuto piu' peso:quella di Red Bull e Mercedes che volevano il cambio gomme,oppure quella ipotetica di Ferrari che non la voleva?Un mondiale della F1 senza Mercedes e Red Bull sarebbe un fatto abbastanza grave (ma le vittorie a ripetizione dei bibitari hanno abbastanza stancato e molti non se ne sarebbero curati) mentre uno senza Ferrari sarebbe stato inconcepibile con gravi ricadute sul ricavo commerciale.Vogliamo immaginare,se Ferrari avesse voluto,chi avrebbe vinto il braccio di ferro?Red Bull foraggia alla grande,ma senza Ferrari in F1 sarebbe un pincopalla qualsiasi,un'entita' miliardaria che predica nel deserto,ergo un investitore che in breve tempo se ne sarebbe scappato a gambe levate.Perche' questa é la differenza che passa fra Mateschitz ed Enzo Ferrari.Il primo é "sceso in campo" per fare soldi e promuovere il suo prodotto,il secondo per vincere e basta,a costo di non guadagnare un piffero o quasi.
Che il mondiale sia tipo il Wrestling,con accordi vari sottobanco per spartirsi i (lauti) guadagni?Puo' essere.Ma Ferrari,Montezemolo in particolare,ha sbagliato a chinare la testa,facendo passare in silenzio la modifica dei pneumatici.Perche'?
Perche' sono passati due messaggi non esattamente veritieri e dannosi per l'immagine della Ferrari stessa:

1) La Ferrari non sa progettare e costruire monoposto di F.1.Un produttore di bevande artificiali,addizionate di eccitanti,lo sa fare molto meglio.
2)La Ferrari politicamente parlando,in F.1 ha il peso di una scorreggia.Red Bull,produttore del nulla,oltre che di miliardi di euro,ha un potere decisamente piu' persuasivo.In F.1 passano solo regole a loro gradite e spesso si chiudono 4 occhi nei casi di interpretazione oltre il limite del regolamento (uso un eufemismo per essere buono).

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 settembre 2013 23:07 delete

comunque queste cose le ho scritte dopo monaco sul sito di Turrini , venendo tacciato di essere il solito "gomblottista" , purtroppo la verità stà uscendo , e ora vorrei sapere quale giornalista avrà il fegato di pubblicare per primo queste evidenze....Davide

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 settembre 2013 23:20 delete

bravo Davide ce ne vorrebbero molti altri come te. Sopratutto in F1

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
27 settembre 2013 10:53 delete

ecco un altro campionato buttato , il vitellozzo ancora una volta vincera' un mondiale non destinato a lui per ragioni politiche , se le gomme scoppiavano era perche si usavano assetti estremi che le gomme non sopportavano ( vedi scambio tra parte destra e sinistra dei pneumatici ) la rb prendeva 40 sec a gara e da quando hanno CAMBIATO LE GOMME HANNO COMINCIATO A VINCERE NETTAMENTE...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
27 settembre 2013 11:33 delete

Cara Pirelli, se non fai come diciamo noi c'é già Michelin alla porta...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
27 settembre 2013 11:40 delete

Concordo pienamente: la Ferrari ha perso il mondiale quando alcuni (pochi) team sono riusciti a imporre la carcassa dell'anno passato.
Le nuove coperture hanno sconvolto l'equilibrio dinamico della vettura sia all'anteriore che al posteriore.
L'anteriore aveva margini di modifica esigui. Sul posteriore devono aver certamente lavorato ed in più riprese, non ultima quella di Singapore dove in alcune uscite la macchina era completamente instabile, ma senza mai arrivare a trovare una vera soluzione.
Il motivo per il quale la Ferrari abbia accettato questo stato delle cose credo non lo sapremo mai. Gli accordi che intercorrono tra la Scuderia, la FIA ed Ecclestone (accordi non solo economici) sono e rimarranno un segreto.
Il senso della F1 di oggi è semplice e la trama sempre la stessa: la F1 è essenzialmente un team (o più) che sfidano la Ferrari.
Ferrari vs RB, Ferrari vs McLaren, Ferrari vs Benetton.
La Ferrari ha il ruolo di "termine di paragone".

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
27 settembre 2013 11:44 delete

Se queste dichiarazioni potessero essere comprovate da evidenze scentifiche e prove materiali, altro che Spystory.... qui il marcio va molto oltre l'immaginazione e le ripercussioni potrebbero essere molto pesanti. Pensate solo ad una azione legale di gruppo per avere il rimborso dell'abbonamento TV o dei biglietti.... qui si sta parlando di truffa ai danni di tutti gli appassionati.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
27 settembre 2013 12:15 delete

La Ferrari ha il diritto di concludere accordi per prima con la FOM (Bernie)
La Ferrari ha diritto di veto su alcuni aspetti regolamentari.
La Ferrari ha un accesso privilegiato nella spartizione dei premi ed un accesso ad un fondo extra garantito a prescindere.
La Ferrari, per avere tutti questi diritti ha anche dei doveri.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
27 settembre 2013 12:16 delete

PS. la F1 non è uno sport: è una competizione motoristica.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28 settembre 2013 10:22 delete

La Ferrari avrebbe dovuto riprogettare tutta la parte anteriore della monoposto, anche con un più tradizionale push-rod. Da tifoso Ferrari non me ne frega niente se le modifiche che avrebbero dovuto apportare sarebbero rimaste funzionali solo al 2013. Alonso aveva ragione a dire che per il suo compleanno avrebbe voluto una nuova auto; è dal 2009 che negli anni dispari si prodigano per il progetto della monoposto che verrà non togliendo un ragno dal buco.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28 settembre 2013 14:14 delete

Mah..... che sia tutto vero? Mc e Sauber hanno le prove? guarda caso ultimamente hanno cominciato ad andare meglio............... La Ferrari che sa e sta zitta? Non mi convince.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28 settembre 2013 14:22 delete

Ricordate Silverstone di qualche anno fa? Proibirono le mappature sul motore che permettevano di bruciare benzina in rilascio e guarda caso RB lente e Ferrari che vinse volando................ G. Minardi probabilmente ha ragione

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29 settembre 2013 11:26 delete

La formula 1 attuale è ridicola. Andreste mai al circo per poi lamentarvi? Non credo. Detto questo, concordo con molti di voi e vi assicuro che se la Ferrari tenesse alla memoria del Drake andrebbe a correre alla 24 ore a sfidare le Porsche. Purtroppo se andassero, il confronto sarebbe penoso (917, 956, GT1)
In ogni caso, Cristiano, il puntone NON PUO' essere più esile del tirante in quanto non è fatto di legno bensì di alluminio e carbonio/kevlar. Hai postato un bell'articolo dell'Ing. Benzing che redarguiva i giornalisti sulle unità di misura, non fare il loro stesso errore.
Saluti.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29 settembre 2013 11:57 delete

Il puntone é piu' grosso del tirante perche' deve essere strutturato in modo da resistere al carico di punta.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29 settembre 2013 15:54 delete

Quando finiranno di proliferare tutte queste bufale sarà sempre troppo tardi.
E' così difficile dire la verità? C'era un tempo in cui la Ferrari costruiva macchine da corsa. E vinceva pure, ogni tanto. Poi hanno riconvertito la produzione: fabbricano scuse.
Fuori da Maranello gli incapaci.

P.S. Sponton, che bisogno c'è di fare i fenomeni?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29 settembre 2013 21:38 delete

"Quando finiranno di proliferare tutte queste bufale sarà sempre troppo tardi."

Bufale? Leggi qui:
http://www.minardi.it/singapore-cosa-nasconde-il-cilindro-magico-di-newey-e-vettel-2/

Non è un giornalista qualunque o un tifoso con manie del complotto a dirlo qui, ma Giancarlo Minardi che 1) Non ha interesse alcuno a difendere RB o Ferrari dato che non è più in F1 da una vita e 2) Ne capisce sicuramente più lui di Formula 1 che me o te.

Forse forse la Ferrari le macchine le sa fare ancora, ma il regolamento non è uguale per tutti...

Reply
avatar
29 settembre 2013 21:51 delete

Mi sorge un dubbio....ricordate quando si pensava che in MotoGP qualche anno fa venivano date gomme "speciali" solo ad alcuni piloti? E se Pirelli stia facendo la stessa cosa con Vettel? Dite quello che volete, ma la RB di Vettel va troppo diversamente rispetto agli altri(compreso Webber), ed è IMPOSSIBILE che sia tutto dovuto all'abilità del pilota.....significherebbe dire che Vettel è forte quanto Senna e Prost messi insieme....

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
30 settembre 2013 12:25 delete

ma poi "Quando finiranno di proliferare tutte queste bufale sarà sempre troppo tardi." troppo tardi per cosa ???
è lesa maestà avere opinioni differenti ??
Tu forse hai le prova che non è vero ??
Amstrong non si dopava...... vero ???
pensa un po' , ha cominciato l'anno scorso... !!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
30 settembre 2013 13:41 delete

Sono quello del 29/9/2013 ore 15.54
Una cosa sono le opinioni, altra le illazioni. Nessuno ha mai dimostrato nemmeno una delle accuse fatte alla RBR. Se qualcuno vuole credere alle favole, si accomodi.
Sponton scrive: "Gli aggiornamenti portati fino a Barcellona funzionavano".
Incluso o escluso quel GP, Sponton?
Provate a confrontare le date dei fatti con le teorie complottiste.
E' UNA BUFALA! L'ultima di una lunga serie...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
30 settembre 2013 19:44 delete

Non capisco questa parte: "L’acciaio a differenza del kevlar ha una conducibilità termica migliore ed è anche molto meno rigido e quindi richiede delle sospensioni che lavorino molto di più rispetto a prima in quanto la struttura dello pneumatico è poco deformabile."

-L'acciaio è meno rigido del Kevlar? Un acciaio comune ha un modulo elastico di 210 MPa, mentre il Kevlar di circa 120 MPa.
-Se la cintura in acciaio sarebbe meno rigida, perché la struttura ne risulterebbe meno deformabile?

Reply
avatar
30 settembre 2013 19:55 delete

la struttura in acciaio era molto più deformabile di quella in kevlar. La gomma con struttura in acciaio trasmetteva molto meno sollecitazioni alle sospensioni in quanto parte di queste venivano smorzate dallo pneumatico. Volevo esprimere questo concetto ma forse mi sono espresso male.

Reply
avatar
30 settembre 2013 20:07 delete

La Ferrari per Barcellona aveva portato un grosso pacchetto evolutivo che non riuscita a provare a pieno in quanto le prove libere sono state effettuate sul bagnato. Gli ingegneri Ferrari sapevano di avere ugualmente la miglior macchina e non hanno rischiato tutte le nuove soluzioni in quanto sapevano benissimo di poter dominare la gara. Poi da Barcellona in avanti è cambiato tutto....

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
30 settembre 2013 21:49 delete

Condiviso il post, l'unica cosa che mi assilla è una: Tutto il casino dichiarazioni di Alonso e poi tirata di orecchie di Montezemolo e fiumi di articoli erano stati tutti pianificati a tavolino? Perchè in quel momento gli uomini Ferrari sapevano già che il mondiale era perso....

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
30 settembre 2013 23:30 delete

No, è che Alonso pretendeva che Ferrari prendesse una posizione più forte contro quei cambiamenti , (ora ti spieghi il perchè Alonso ha disertato Silverstone ?) sapeva benissimo che non avrebbero mai recuperato il vantaggio tecnologico che la RB aveva già pronto ricopiandolo pari pari dal 2012

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
30 settembre 2013 23:35 delete

domanda a Sponton :ome mai le gomme prima di Siverstone si sfaldavano solamente e a Silverstone invece scoppiavano letteralmente ?
non è possibile che per obbligare i Team a seguire il dictat del gommista , abbiano realizzato mescole talmente morbide da durare solo pochi giri ?
e non è possibile che nel realizzare quelle mescole abbiano esagerato , generando quegli scoppi ? Ricordiamoci che nessuno poteva obbligare Ferrari e Lotus rinunciare alle gomme 2013......

Reply
avatar
30 settembre 2013 23:50 delete

Possiamo fare solo tante supposizioni però non mi spiego perché Pirelli non abbia imposto anche con le vecchie carcassa le pressioni degli pneumatici ed il camber e non abbia proibito lo swap delle gomme. Magari prendendo queste precauzioni gli pneumatici non sarebbero scoppiati

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
1 ottobre 2013 14:03 delete

Il modulo elsstico dell'acciaio non è 210 MPa ma 210000 Mpa quello dell'aramidico un po' più variabile... comunque c'è sempre un 1000x che manca :-D

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
27 dicembre 2013 14:07 delete

Guardando i camera car su sky io ho notato che le gomme anteriori della ferrari vibrano in uscita curva.
Potrei sbagliarmi, ma la scritta bianca interno gomma mi pareva si muovesse parecchio rispetto a tutte le altre macchine.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.