Gp. Singapore: ala posteriore e monkey seat della Red Bull

Red Bull utilizzerà l'ala posteriore che era già stata usata durante il Gp di Ungheria. L'ala è dotata di un bordo di entrata molto curvo e presenta un slap mobile con una forma a "V" proprio nella zona in cui è collegato l'attuatore del DRS. Confermate le quattro soffiature nella parte alta della paratia e l'apertura nella parte bassa per massimizzare la portata d'aria nella zona interna dell'ala. 
Si nota la presenza del monkey seat composto da due elementi per cercare di massimizzare il più possibile il carico deportante al retrotreno. 


Share this

Related Posts

Previous
Next Post »