LAVORO DI ACQUISIZIONE DATI IN CASA FERRARI - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

LAVORO DI ACQUISIZIONE DATI IN CASA FERRARI


Tantissime prove aerodinamiche svolte da Davide Rgon in questi Toung Test di Silverstone. In casa Ferrari oltre a valutare il comportamento delle nuove gomme della Pirelli stanno cercando di raccogliere più dati possibili per cercare di comprendere i motivi che non hanno permesso agli aggiornamenti tecnici, portati in pista negli ultimi mesi, di funzionare.
Per questo la F138 era dotata di sensori sia nella zona anteriore della monoposto che in quella posteriore nella zona degli scarichi per valutare i livelli di pressione nelle due zone della manoposto.

foto 1

foto 2
Si è continuato a valutare le due ali anteriori che sono state testate da Alonso e Massa durante il Gp. del Norburgring. Dall'immagine in basso potete notare che le due ali differiscono principalmente in due zone: la forma dei flap e dell'upper flap. Dalla foto 2 in alto si notano delle piccole modifiche nella parte terminale del cofano motore
 Al posteriore, a differenza del Gp di Silverstone disputato qualche settimana fa, è stato scelto di usare la versione di scarichi corta e non è stata nemmeno provata l'ala dotata della soffiatura nella parte bassa della paratia laterale che era stata impiegata proprio nel Gp disputato su questo tracciato.
Prove comparative anche nella zona del retrotreno in quanto la F138 è stata fatta girare prima senza Monkey Seat mentre nel pomeriggio è stato utilizzato il profilo aggiuntivo montato sul profilo inferiore dell'ala per cercare di aumentare il carico deportante. 

Per valutare nel migliore dei modi le nuove coperture, sulla Ferrari F138 è stato montato un particolare estensimetro laser che viene utilizzato per rilevare piccole deformazioni dimensionali di un corpo sottoposto a sollecitazioni meccaniche o termiche (pneumatico). Questo particolare strumento di rilevazione sul principio della interferometria ottica mediante laser. Questi sistemi sono in grado di fare misurazioni di deformazioni con risoluzione del centesimo di micron.



Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

9 commenti

Write commenti
andrew
AUTHOR
18 luglio 2013 14:13 delete Questo commento è stato eliminato dall'autore.
avatar
andrew
AUTHOR
18 luglio 2013 14:14 delete

Ma Domenicali non aveva dichiarato che le motivazioni della debacle erano state chiarite? Se questo fosse vero a che scopo fare delle acquisizioni dati?

Trovo significativo il lavoro della McLaren. Gli pneumatici sono tornati alle specifiche 2012 e così loro potranno risolvere tutto in buona parte i problemi della vettura 2013. Vedrete che in ungheria avranno una vettura molto più competitiva.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
18 luglio 2013 15:09 delete

Concordo con te...secondo il mio modesto parere in ferrari non hanno capito molto;posso capire i sensori che rilevano la temperatura degli pneumatici ma girare ancora con sensori piazzati un po' su tutta la macchina non mi rende molto ottimista(dati i precedenti) anche se guardando le foto tutti i team stanno utilizzando i sensori.A questo punto vorrei porgervi una domanda: in ferrari stanno raccogliendo tutti questi dati per verificare che i nuovi aggiornamenti che verranno portati in ungheria siano subito efficaci o,non avendo piena fiducia nelle simulazioni effettuate in galleria, per impostare lo.sviluppo futuro con conseguente slittamento della produzione dei nuovi pezzi?

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
18 luglio 2013 16:27 delete

A me risulta che in Ferrari avevano capito in quale area si verificano i problemi di sbilanciamento patiti a partire dal gp di Silverstone e un conto è capire qual’ è la zona interessata, un’ altra è verificare cosa succede e porvi rimedio. Ecco spiegati i sensori… Poi, secondo me, le nuove gomme con struttura in kevlar flettono diversamente rispetto a quelle in acciaio quando sottoposte a sforzi (ed infatti la deformazione viene misurata col laser) e l’ interazione aerodinamica tra gomme e vettura sarà anch’ essa diversa. I nuovi pezzi devono essere costruiti in base alle nuove caratteristiche aerodinamiche delle gomme e forse si renderanno necessarie anche delle modifiche alla meccanica e alle geometrie delle sospensioni. è un po’ come ricominciare il lavoro daccapo.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
18 luglio 2013 16:49 delete

Da quello che leggo si e' ipotizzato che la scarsa stabilita' della macchina fosse dovuta ad uno squilibrio tra carico prodotto tra anteriore e posteriore come conseguenza del fatto che gli scarichi "lunghi" avrebbero dato del carico extra non bilanciato dall anteriore.Se cosi' fosse non mi spiego perche' la ferrari abbia sofferto in trazione anche con l ultima evoluzione degli scarichi dato che questo squilibrio dovrebbe provocare del sottosterzo ma sicuramente non scarsa trazione;inoltre in questi 2 giorni di test in ferrari hanno usato la versione piu' corta degli scarichi e cio' mi fa pensare che evidentemente gli scarichi lunghi non abbiano giovato piu' di tanto.Fermo restando che rispetto le vostre teorie(kroky78 e maxleon) pero' anche il mio ragionamento potrebbe essere corretto no?

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
18 luglio 2013 17:35 delete

Se intendi scarsa trazione rispetto alla Red Bull, ho letto recentemente un’ articolo scritto dall’ ing. Benzing dove spiegava che la differenza di accelerazione dipende in gran parte da due diverse filosofie progettuali e di scelte di assetti. In pratica Newey punta molto (forse tutto) nel raggiungere il prima possibile la massima velocità possibile, anche se questa è sensibilmente inferiore rispetto alla concorrenza. Le Red Bull sono concepite attorno a questa impostazione: la ricerca del massimo carico aerodinamico anche a discapito dell’ efficienza, ottenuto anche grazie il famoso assetto rake; le rapportature del cambio più corte rispetto alla concorrenza, tanto che nei tratti più veloci viaggiano per molti secondi al limitatore; il fatto che certe volte l’ utilizzo del drs nei sorpassi è praticamente ininfluente appunto per via della settima corta ecc. Tutti accorgimenti che favoriscono accelerazioni brucianti, addirittura Benzing dice che la Fia ha recentemente specificato nel regolamento tecnico la velocità minima che le monoposto devono sviluppare in prima marcia, appunto per porre un freno a questo espediente. La Ferrari invece usa degli assetti più classici, con velocità di punta maggiori, maggiore attenzione all’ efficienza aerodinamica piuttosto che al carico massimo, rapporti del cambio concepiti per utilizzare il limitatore il meno possibile ecc. Ciò comporta che sia più lenta in accelerazione e quindi sempre a rincorrere, compito che riesce meglio nei circuiti medio veloci e veloci e soprattutto in caso di lunghi rettilinei, spiega anche come mai la Ferrari sia notoriamente molto forte nei lunghi curvoni da alta velocità, le famose curve da efficienza. Stante questa diversità di base la Ferrari sulla carta non riuscirà mai ad arrivare ai livelli di accelerazione della Red Bull, dovrebbe cambiare radicalmente impostazione. Secondo me i bibitari per riuscire a vincere l’ agognato gp del Canada hanno usato degli assetti un po’ più convenzionali, in maniera da avere sì un ottima trazione, ma anche velocità di punta paragonabili a quelle dei migliori.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 luglio 2013 11:37 delete

Nessuno posta una nota sdegnata sulle regole stabilite per questi test?Praticamente non si puo' provare niente o quasi di diverso,in particolare coi piloti titolari.Maldonado ha detto che non si puo' nemmeno giocare con la pressione dei pneumatici!Cos'é una barzelletta?Perche' i team hanno accettato regole cosi' stupide?Di sicuro si capisce perche' FIA le abbia scelte:per far mantenere a Mercedes comunque,nel complessivo dei test,un vantaggio.Loro non avranno potuto provare le gomme per Budapest e oltre (ma chi ci scommette?) ma hanno potuto provare quel cavolo che hanno voluto.E soprattutto,c'erano zero delegati a controllare lo svolgimento delle loro prove.Ancora una volta la FIA dimostra la sua incompetenza,malafede e la sua avversione alle regole da rispettare uguali per tutti.Questa é l'ennesima stagione di una federazione che non sa mostrare altro che non sia un atteggiamento da buffoni.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
23 luglio 2013 15:31 delete

adesso sono diventati tutti sciettici del lavoro Ferrari come se sapessero di cosa stanno parlando. che buffi...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
24 luglio 2013 15:15 delete

Magari il lavoro fatto dalla Ferrari desta scetticismo perche' non porta i frutti sperati,o no?Ci sara' gente che non sa di cosa sta parlando,ma sicuramente c'é anche gente (pagata) che non sa cosa sta facendo,visto che non vince un mondiale (bizzarro ad essere bonari) dal 2007 e uno dominato dal 2004.Un team che non vince un mondiale,dominandolo,da 9 stagioni qualche problemino deve avercelo,piu' di chi ne commenta gli stentati risultati.Ma forse questo ti sfugge...

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.