FERRARI IN DIFESA ALL'HUNGARORING? - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

FERRARI IN DIFESA ALL'HUNGARORING?

La Ferrari si sta preparando alla difficile trasferta sul tracciato tortuoso del Hungaroring che metterà in luce i difetti di trazione della F138. Per la Rossa sarà una trasferta molto difficile, dove sarà quasi impossibile andare a recuperare punti sulla Red Bull e Vettel.
I difetti di trazione della F138 non sono ancora stati risolti dall'inizio della stagione e difficilmente potranno essere colmati in quanto sembrano essere dovuti sia al progetto che alle mappature del motore.
Durante i test di Silverstone, sulla F138 non sono state introdotte novità tecniche di rilievo, sia a livello aerodinamico sia a in campo meccanico. Il lavoro è stato incentrato sulla raccolta dati in quanto le novità tecniche introdotte in questi ultimi mesi non hanno funzionato per niente. Anzi, hanno peggiorato la vettura rendendola poco equilibrata a livello aerodinamico.
Questo sta a significare che, pur avendo usato la galleria del vento di Colonia (ex Toyota), i dati riscontrati in pista e quelli evidenziati dalla galleria del vento ancora non coincidono.
Sicuramente a livello aerodinamico, visti i cambiamenti sulla struttura delle gomme, qualcosa cambierà soprattutto sull'ala anteriore, sul fondo e sul diffusore.Voci di corridoio dicono che durante le prove libere di venerdì mattina verrà provata una nuova versione di scarico per cercare di migliorare il carico aerodinamico e la trazione della F138.
Il problema della trazione questa vettura l'ha sempre avuto già dall'inizio dell'anno (anche nel 2012 ce l'aveva). Per capirlo basta prendere in esame l'ultimo settore delle qualifiche del Gp di Barcellona che la Ferrari in gara ha dominato nonostante i problemi di trazione. L'ultimo settore di Barcellona è molto tortuoso e si percorre a basse velocità. Per essere veloci in questo tratto di pista servono un ottima deportanza (non carico aerodinamico viste le basse velocità), un buon grip meccanico e un ottima trazione.
Prendendo in esame gli intertempi della Q3 di Barcellona nel Sector 3 possiamo notare la sofferenza della F138 rispetto a Red Bull e soprattutto verso la Mercedes.
Ecco i dati:

1 9 Nico Rosberg 27,738 
2 10 Lewis Hamilton 27,795 
3 1 ​​Sebastian Vettel 28,097 
4 6 Sergio Perez 28.100 
5 2 Mark Webber 28,216 
6 3 Fernando Alonso 28,249 
7 7 Kimi Räikkönen 28,283

In un solo settore di circa 27 s, la F138 di Alonso ha rimediato dai migliori ben mezzo secondo! Uno sproposito. Non credo che in questi mesi la Ferrari possa aver migliorato molto in questo campo visti tutti i problemi che ha dimostrato in questi ultimi mesi. E' per questo che mi aspetto un fine settimana molto duro per la squadra di Maranello che dovrà correre ancora una volta in difesa aspettando qualche evento fortunato.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

3 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
24 luglio 2013 14:09 delete

Come ben dici la ferrari e'indietro rispetto a rb e mercedes soprattutto per quanto riguarda lr mappature motore e di conseguenza nello sfruttamento dei gas di scarico;la rb si sa,complice il consentito taglio dei cilindri, riproduce in minima parte gli scarichi soffiato e non e' da meno nemmeno la mercedes,infatto guardando gli onboard camera e netto il borbottio dei gas di scarico in fase di rilascio anche se cio' dovrebbe essere illegale.Di questi tempi ormai non mi sorprende piu' nulla ma il fatto che la ferrari,che io sappia,non abbia mai provato mappature piu' aggressive non me lo spiego.In oltre sempre in ottica ferrari ho letto delle discussioni su f1tech in cui si parlava della possibilita' che il diffusore della ferrari non riesca a lavorare alle basse velocita' e di conseguenza va in "stallo".Premesso che non ho alcuna competenza in questo campo, si puo' avere un fenomeno del genere e se si e' mai possibile che i tecnici ferrari non siano in grado di "disegnare" un diffusore efficace?!

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
24 luglio 2013 15:18 delete

Io non sono esperto di aerodinamica, ma mi pare strano che un diffusore che lavora correttamente alle alte velocità (le curve veloci sono il pane della F138 come lo erano per la F2012) possa soffrire di stalli alle basse, che dovrebbero essere meno critiche in tal senso. È vero che alle basse velocità il diffusore è qualche mm più alto dal suolo per via della minore forza verticale che grava sulla vettura, ma che basti questo a staccare la vena fluida mi pare improbabile, anche perché l’ assetto di base della Ferrari è quasi piatto. Potrebbe invece stallare in occasione delle staccate violente, mi ricordo un post di Cristiano dell’ anno scorso dove diceva che il repentino e consistente innalzamento del diffusore in staccata potrebbe provocare un momentaneo stallo dello scivolo con problemi di instabilità del retrotreno (potrebbe spiegare le strane uscite di pista di Massa in staccata?). Per le mappature non penso che possano modificare un granchè, servirebbero alcune deroghe… Dulcis in fundo c’ è anche il ritorno alle gomme in kevlar che dovrebbero ulteriormente peggiorare i problemi di warm-up e la resa in qualifica della Ferrari.
Nota per Cristiano: ogni volta che si carica una scheda del blog o si fa un refresh si aprono delle schede di spam, si può fare niente?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
25 luglio 2013 18:24 delete

Ottima deportanza ma non carico aerodinamico?Ma,in soldoni,non é la stessa cosa?Anche se la deportanza puo' far pensare piu' a un'elevata efficienza del diffusore che non fa pagare pegno rispetto alla resistenza all'avanzamento di ali varie e appendici,mi pare che in fondo sia che si parli di deportanza che di carico aerodinamico si parla della stessa cosa:tot kg che agiscono sul corpo vettura garantendo un miglior contatto al suolo dei pneumatici.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.