S-DUCT: COS'È, COME FUNZIONA E PERCHÉ VIENE USATO. - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

S-DUCT: COS'È, COME FUNZIONA E PERCHÉ VIENE USATO.

L'incidente occorso a Gutierrez, durante lo scorso Gran Premio, disputato sul circuito semi permanente di Montreal, ci ha permesso di vedere la feritoia di cui dispone la Sauber C32 fin dai primi test invernali. 
Questa particolare feritoia, permette il passaggio di un determinato flusso d'aria fra la parte inferiore e quella superiore del muso ed impedisce l'accumulazione di uno strato limite sopra di esso. Lo slot inferiore (vedi foto) allevia l'alta pressione presente sotto il muso della vettura e l'accumulo dello strato limite nella parte inferiore del naso. 




Osservando attentamente la foto in alto, si nota che la feritoia a è posizionata nella parte inferiore del telaio visto che sotto il muso è stato vietato farlo a partire dalla stagione 2009 (la Ferrari usava questo sistema sulla vettura 2008).
Il regolamento tecnico all'art. 3.7.3, stabilisce che si possono realizzare fori nella parte anteriore se servono a raffreddare l'abitacolo e non devono avere scopi aerodinamici.

I tecnici di entrambe le monoposto, hanno deciso di utilizzare un muso dotato di un leggero scalino, nonostante alcuni problemi che può avere il flusso d'aria in quella zona.
Questo sistema, utilizzato sia dalla Sauber che dalla Red Bull viene chiamato dagli esperti S-Duct in quanto, sul muso della vettura, è stato introdotto un condotto d'aria avente la forma di "esse rovesciata".
Per capire l'esatto funzionamento e verificare gli scopi del sistema S-Duct, abbiamo testato questa particolare soluzione aerodinamica al CFD (per questo ringrazio tantissimo Andreas Mouzouris. 
Se osservate le foto dei musi di Red Bull e Sauber potrete notare che esiste una similitudine: non hanno coperto lo scalino sul muso con il vanity panel che il regolamento tecnico permette di usare.
Il muso con lo scalino, pur essendo meno esasperato rispetto a quello della scorsa stagione, causa, alcuni, problemi di scorrimento del flusso d'aria sopra il muso. Per risolvere questo problema, gli aerodinamici, hanno pensato al sistema S-Duct.

Attraverso le simulazioni al CFD si capisce che, sia in Red Bul, che in Sauber, hanno usato questo sistema per limitare il distacco della vena fluida dopo il  gradino  nella parte superiore del muso ed in questo modo si impedisce l'accumulazione di uno strato limite "spesso" (ingrossato) sotto il muso.
Come già scritto in alto, lo slot inferiore allevia l'alta pressione presente sotto il muso della vettura e l'accumulo dello strato limite nella parte inferiore del naso.

Foto 1

Foto 2
Foto 3
Foto 4

Se, tali scuderia, non avessero optato per l'utilizzo di questo particolare sistema aerodinamico si sarebbe formato, sotto il muso, uno strato limite spesso mentre sopra il muso ci sarebbe stato un leggero distaccamento della vena fluida (vedi foto analisi al CFD)
Foto 5
Foto 6
Foto 7



Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

4 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
13 giugno 2013 19:31 delete

Bellissimo post....l'unica cosa che "lo gradino" non si può sentire....se puoi correggilo ;-)

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
14 giugno 2013 11:42 delete

ciao cristiano, una domanda probabilmente da profano ma l'aria che entra nelle pance per raffreddare i radiatori da quale parte della carrozzeria viene espulsa? grazie.
eno

Reply
avatar
asdrubale
AUTHOR
14 giugno 2013 17:14 delete

Ciao Cristiano, sempre in tema di feritoie, anche se diversa da questo S-Duct, si sa più niente di quella presente nei primi test della Ferrari F138 sotto l'abitacolo? Non si è più vista e nè se ne è più parlato...

Reply
avatar
14 giugno 2013 19:32 delete

Per anonimo. l'aria che entra dalle fiancate esce nella parte terminale del cofano motore

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.