SCOPERTE LE NOVITA' AL DIFFUSORE DELLA FERRARI F138 - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

SCOPERTE LE NOVITA' AL DIFFUSORE DELLA FERRARI F138

Dopo giorni di analisi sul diffusore della Ferrari, introdotto sulla F138, a Barcellona, siamo riusciti a scorgere qualche micro modifica e di questo ringrazio kroky78 che mi ha dato una grossissima mano per scorgere le novità. 
Osservando con cura le foto in basso che mettono in confronto l'estrattore usato, sia da Alonso che da Massa, sul circuito del Montmelo e quello usato in Cina, si possono notare alcune differenze: le piccole paratie interne montate sul lato inferiore dello starting hole ora hanno una forma rettangolare mentre nelle prime gare di questa stagione hanno un andamento curvilineo sul lato anteriore. 
Da questo dettaglio si nota anche la differenza tra i deviatori più interni, rettangolari e quelli più esterni che hanno il lato anteriore curvilineo.
Sicuramente non possiamo parlare di un estrattore completamente nuovo in quanto, quelli gli interventi visti sul diffusore della F138, sono interventi di micro.aerodinamica.

Mi è giunta notizia, da una fonte molto attendibile, che, anche il diffusore non è stato utilizzato per le qualifiche e la gara in quanto, dopo aver analizzato i dati, gli ingegneri di Maranello hanno ritenuto più efficiente la vecchia versione.




Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

18 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
13 maggio 2013 18:26 delete

Ciao. La Ferrari ha recentemente rilasciato informazioni e foto sull'aerodinamica delle proprie F1. La RAI stessa ha mandato in onda un servizio con simulazioni CFD poco prima della gara di Barcellona. Non è che tu hai qualcuna di queste foto/video? Io non ho trovato altro che un articolo di Omnicorse...

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
13 maggio 2013 19:22 delete

Mmmh, a me sta storia che le modifiche siano state tutte accantonate perchè non funzionavano non convince molto. è possibile che abbiano relmente valutato che il pacchetto non funzionava usandolo solo con un pilota durante una sessione bagnata e senza nemmeno fare una vera comparazione con quello stesso pilota? O invece stanno rimescolando un po' le carte in attesa di poter fare delle comparazioni vere a Montecarlo? Tantopiù che il pacchetto vecchio si è dimostrato vincente, quindi che fretta c' era... Spero che sia così perchè se veramente le modifiche, molto consistenti, erano sbagliate si riaffaccerebbe la spiacevole situazione di confusione tecnica dell' anno passato

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
13 maggio 2013 19:43 delete

Ah, kroky78 senza la n...

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
13 maggio 2013 20:14 delete

Figurati, io sono andato avanti mesi a leggere e scrivere Coanada e invece era Coanda...

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
13 maggio 2013 21:05 delete

Prima del GP di Spagna sul consueto articolo dedicato agli aggiornamenti sulla Ferrari scrivevo:

"
Riguardo agli aggiornamenti effettivamente usati, sembrerebbe che nelle seconde libere la Ferrari abbia usato “solo” il nuovo alettone posteriore, il nuovo fondo ed il nuovo diffusore ed abbia “momentaneamente” accantonato i nuovi scarichi ed il nuovo deviatore di flusso; Cristiano dice a causa della pioggia che si è vista in mattinata, che avrebbe un po rovinato il programma di prove, io, invece tendo a credere che le novità usate da Massa siano solo propedeutiche a futuri sviluppi dove serve ancora maggior carico al posteriore e che in configurazione standard, così come vista nel pomeriggio, sia molto più equilibrata.
"

Ed in effetti in gara abbiamo visto un F138 che non è migliorata in qualifica ma è andata ancora meglio con l'equilibrio generale in gara.

Alla replica di Cristiano che ipotizzava un possibile utilizzo a Montecarlo: "La configurazione aerodinamica utilizzata da Massa durante la mattina, come dici te Maxleon, potrebbe essere usata a Montecarlo e potrebbe essere una configurazione da alto carico deportante. Infatti, se ricordi, Massa, con la nuova configurazione al mattino usava anche il Monkey seat, mentre, Alonso non lo usava. Il Monkey seat, per ora, non si è mai visto in gara sulla F138. " io rispondevo:

"Infatti pensavo la stessa identica cosa, il nuovo deviatore di flusso il monkey set e la nuova configurazione degli scarichi, sembrano tutti rivolti a ricercare il massimo carico aerodinamico al posteriore ma l'alettone anteriore mi è sembrato praticamente invariato, che senso avrebbe aumentare ancora il carico al posteriore senza controbilanciare quello sul muso?? A dire il vero per aumentare il carico all'anteriore ci vuole poco, basterebbe aumentare l'inclinazione dei flap, ma, corregimi se sbaglio, in questo modo si va ad influire anche sulla velocità di punta ed invece Fernando è risultato velocissimo.

Un assetto del genere porterebbe solo ad uno squilibrio, con conseguente consumo anomalo delle gomme, poi posso anche sbagliarmi e domani vedremo i nuovi scarichi con il deviatore di flusso a ponte...."""

Detto questo, chiarisco che ho seguito il GP alla RAI, ed hanno escluso a priori la possibilità che questi aggiornamenti venissero poi usati in quel sito, solo perchè a Montecarlo l'aerodinamica conta poco, bhe io avrei i miei dubbi sul fatto che non vengano usati, perchè se è vero che a Montecarlo l'aerodinamica conta poco, è anche vero che il flusso degli scarichi contribuisce comunque ad aumentare il carico deportante al posteriore ed influisce sull'aerodinamica solo indirettamente, in altre parole più soffi su un alettone più aumenta il carico verticale, per cui cosa c'entra il fatto che l'aerodinamica conta poco????? Anzi esaminando gli aggiornamenti che hanno portato, sembrerebbe che siano tutti indirizzati ad aumentare la volumetria del flusso al posteriore.

Infine se è vero che a Montecarlo si usa un pacchetto dedicato, è anche vero che questo riguarda in generale la componente meccanica, e non è assolutamente incompatibile con queste soluzioni.

Per concludere, direi che da semplice appassionato non mi sembra che in RAI abbiano detto una cosa esatta, per cui chiedo a Cristiano se le mie osservazioni sono esatte o meno.

Reply
avatar
13 maggio 2013 23:02 delete

concordo pienamente con la tua analisi. io la penso esattamente come te. poi a Montecarlo l'aerodinamica conterà pur meno che in altri circuiti ma è pur sempre importante. In ogni caso l'efficienza aerodinamica è fondamentale anche a Montecarlo

Reply
avatar
13 maggio 2013 23:05 delete

comunque se non vengono utilizzate a Montecarlo potrebbero essere usate benissimo a Montreal... anche se l'uso del Monkey Seat mi da da pensare....

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
14 maggio 2013 09:38 delete

è vero però che se i nuovi pezzi provati servivano per Monaco, a Barcellona è stato portato pochissima evoluzione aerodinamica. magari si sono concentrati su atri aspetti. non so, ma c'è sempre lo spauracchio "evoluzione Red Bull" che condiziona i nostri ragionamenti

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
14 maggio 2013 11:20 delete

si torna comunque alle gomme 2012 e tante valutazioni andranno riviste, così come gli sviluppi. a guadagnarci saranno Red Bull e Mercedes.
mi auguro che la Ferrari non perda tutto il suo vantaggio

Reply
avatar
14 maggio 2013 12:50 delete

Ciao Cristiano!!!
Volevo chiederti un favore!!! Corre voce che la Pirelli stia cambiando la struttura dei pneumatici, passando da un'anima in acciaio alla vecchia in Kevlar!!! Potresti scrivere un'articolo sul comportamento dei vari componenti del pneumatico e al loro modo di interagire... Vorrei capire a cosa si può andare incontro!!!
Ciao!!!

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
14 maggio 2013 14:09 delete

Non so se sto per dire una castroneria, ma credo che il kevlar sia molto meno rigido dell'acciaio usato finora, per cui la RBR ne dovrebbe beneficiare tantissimo, visto che l'assetto rake usato li costringe ad avere una vettura piuttosto rigida. Un'altra vettura che ne potrebbe beneficiare è la Mclaren dove hanno candidamente ammesso che non avevano previsto il diverso comportamento delle gomme in galleria del vento, anche se mi sembra alquanto limitata come spiegazione.

Naturalmente mi associo alla richiesta, visto che sulle gomme finora non è che mi sia applicato tanto.

Reply
avatar
14 maggio 2013 15:28 delete

Ciao Maxleon!!!
Quello che dici è sacrosanto!!!
Allora da quel che ha detto Paul Hembery, cambierà solamente l'anima del pneumatico... Questo potrebbe infierire sul raggiungimento delle temperature e forse anche sul degrado, ma stando a quel che dice Hembery questo punto di vista resterà invariato... Cose che comunque dovremmo vedere!!!

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
15 maggio 2013 01:38 delete

Riguardo alle gomme, io sono sempre convinto che la modifica alle carcasse sia un aiuto ai bibitari, una mescola diversa non sarebbe un problema, quella è uguale per tutti, indipendentemente dai paramentri di progettazione della vettura, il vero problema, invece, è proprio la struttura della gomma, perchè in fase di progettazione tengono conto della deformazione del pneumatico e si regolano di conseguenza, ora se qualcuno ha fatto male i calcoli fatti suoi, non è che gli tendi una mano a campionato iniziato, ma di cosa parliamo????

E’ consolidato ormai che in RBR sia consuetudine adattare i regolamenti alla macchina e non il contrario, prova ne è che ora Mr. E e Mr. M si sono incontrati e ne è venuto fuori questo pasticcio, sbraitando che 4 pit stop erano troppi in Spagna, eppure senza andare troppo lontano, nel 2011 chi vinse proprio con 4 pit stop????? Ma allora, com’è, quando si vince non ci sono problemi ed ora, invece, non ce n’è per nessuno????

Altra situazione a parti invertite, parlando della Ferrari del 2011 che con le gomme dure beccava un secondo al giro, il problema se lo sono tenuto fino al termine del campionato e non venitemi a dire che è stato risolto cambiando le gomme, perchè lo scorso anno non è che la F2012 era una scheggia con queste coperture.

Ora Hembery vuole dare a bere che non intendono favorire nessuna squadra in particolare, però credo che di fatto la Pirelli lo stia facendo, oltretutto se non volesse farlo, non credo che le manchino i mezzi per rendere la gomme rigida quanto questa.

Infine c’è un particolare di cui ancora non si è parlato, ma in previsione di queste nuove coperture, con carcassa in acciao, per il diverso componente utilizzato, il peso delle gomme è variato e di conseguenza è cambiato anche il regolamento che ora prevede un peso minimo maggiore della vettura, ma il kevlar è molto più leggero ed il peso delle gomme scenderà, allora cosa faranno, cambieranno il regolamento???

Poi volevo porre uno spunto di riflessione soprattutto per Cristiano: ho già parlato degli aggiornamenti portati a Barcellona e poi non utilizzati, eppure stranamente, ognuno di essi aveva come scopo finale quello di aumentare il carico verticale al posteriore:

- il monkey seat utilizzato da Massa sappiamo a cosa serve;
- il nuovo cofano motore che dovrebbe migliorare l'effetto soffiaggio degli scarichi;
- il nuovo deviatore di flusso che indirizza il flusso al posteriore;
- il nuovo alettone posteriore a maggior carico;
- il nuovo diffusore;
- il nuovo fondo.

Tutti aggiornamenti mirati ad aumentare il carico aerodinamico al posteriore, ma poi come si bilancerebbe con l'anteriore???

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
15 maggio 2013 01:45 delete

- segue -

Se avessero voluti utilizzarli a Barcellona, per pareggiare il carico avrebbero solo dovuto aumentare l'inclinazione dei flap anteriori, ma agendo sui profili alari aumenta anche il drag e la velocità di punta ne risente oltremodo, inoltre è conoscenza consolidata che il rate del degrado delle gomme anteriori e posteriori varia a seconda del diverso carico aerodinamico, un carico elevato induce un consumo più elevato alle posteriori, rendendo la macchina sovrasterzante e viceversa, un basso carico aerodinamico induce un maggior consumo alle anteriori, ora se esaminiamo la gara di Alonso, in pratica ha avuto un degrado pressocchè omogeneo delle anteriori e delle posteriori, indice di un bilanciamento pressocchè perfetto, mentre Massa, che come si sa aveva un alettone posteriore con più carico, guarda caso, pur avendo sostituito le gomme due giri dopo Alonso, nella rincorsa di Raikkonen a sei tornate dalla fine ha cominciato ad accusare problemi di sovrasterzo e di eccessivo consumo alle gomme posteriori.

Per concludere, ora penso si possa affermare che quegli aggiornamenti non avrebbero mai potuto funzionare a Barcellona, dove è bastato un nuovo fondo per pareggiare i conti sul bilanciamento, ora, io non sono un esperto, molte cose le leggo qua e la, ma credo che agli addetti ai lavori siano molto chiare, quindi in Ferrari sapevano bene che determinate scelte non avrebbero pagato, ma sapendo di avere una macchina competitiva su quel tracciato hanno voluto sfruttarlo per il tratto a venire con dei test mirati, in fin dei conti.... c'è chi utilizza i rastrelli e chi fa prove pratiche ;).

Concludo dicendo che a questo punto, da ferrarista, posso anche accettare il fatto che gli aggiornamenti non abbiano funzionato, ma con la consapevolezza che è una cosa voluta e la situazione non è neanche minimamente paragonabile a quella del 2012.

Un'ultima cosa riguardo alle gomme, perchè se come penso la Ferrari con i nuovi aggiornamenti ha la possibilità di scegliere l'assetto ideale per ogni circuito, anche l'introduzione di gomme meno rigide, pur favorendo la concorrenza, non sarebbe un grosso handicap, perchè ci si potrebbe anche permettere di spremerle di più ;).

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
15 maggio 2013 10:04 delete

chi ha più da guadagnarci col cambio gomme sono Red Bull e Mercedes è inutile che ci giriamo intorno. spero solo non cambino troppo i valori in pista, ma ferrari e lotus ora hanno una preoccupazione in più.

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
15 maggio 2013 13:25 delete

Mi sembra scontato che chi ne guadagnerebbe di più dal cambio gomme sarebbero Red Bull e Mercedes, ma io non escluderei la Mclaren che, almeno hanno candidamente ammesso che hanno problemi di correlazione ed hanno individuato il problema nei pneumatici che in curva si deformano in modo diverso da quelli del 2012, ma il problema per loro è che ormai la macchina è stata progettata in quel modo.

Ma, oltre a guardare chi se ne avvantaggerebbe, io direi di guardare anche a chi ne verrebbe penalizzata di più e finora sembra proprio che Ferrari e Lotus sono quelle che più risentirebbero di questa scelta, ma io metterei al primo posto la Lotus, perchè con il discorso che ho fatto prima la Ferrari ha la possibilità di aumentare il prorpio carico aerodinamico, compensando con la prestazione pura in curva la maggiore flessibilità della gomma, non so se è corretto dire che diventerebbe un po più simile alla RBR, con la differenza, però che in casa Ferrari si pensa molto anche alla velocità di punta, mentre la Lotus fa della perfezione meccanica la propria carta vincente, di fatto ha l'assetto più basso in assoluto (basta pensare alle scintille al posteriore) e non ha mai badato troppo alla prestazione quanto alla resa in gara ed ora sarebbe oltremodo penalizzata da questa scelta della Pirelli. Io se fossi Boulier farei il diavolo a quattro, coinvolgendo la FIA almeno per riportare le gomme a parametri di flessibilità simili alle gomme usate finora, invocando finanche la questione regolamentare sul peso, con la speranza di ottenere almeno uno spessore maggiore di kevlar.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
15 maggio 2013 14:56 delete

intanto la red bull ha vinto anche questa battaglia, questo è l'unico dato di fatto.
i discorsi sulle prestazioni li faremo a Montreal, ora sono solo congetture.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.