Particolari tecnici visti ai test di Barcellona - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Particolari tecnici visti ai test di Barcellona

Lotus Renault R31- Deflettori



La R31 durante questi test ha usato dei deflettori, prima delle prese d’aria delle fiancate, molto semplici a differenza di quelli usati dalla Force India VJM04, della Ferrari 150°Italia e delle Mercedes W02. Prevedo che questi saranno cambiati, forse già a Melbourne, per favorire l’efficienza aerodinamica. Tali modifiche saranno probabilmente connesse con l’arrivo del nuovo diffusore che è stato collaudato negli ultimi test sulla pista del Montmelò.



Mercedes W02 - spoiler sul  muso




La Mercedes ha introdotto nei test di Jerez a febbraio uno spoiler sottile e lungo ai lati del muso dell vettura. Lo spoiler è quasi parallelo al suolo e funge da stabilizzatore d’aria. Tale particolare è stato usato dalla Mercedes anche nei recenti test di Barcellona.


Ferrari 150°Italia- Modifiche al fondo




Con le recenti novità introdotte dalla Ferrari a Barcellona si è cercato di aumentato il più possibile il flusso d’aria sotto la vettura. Per cercare di far lavorare al meglio il fondo e soprattutto convogliare più aria possibile al retrotreno nella zona delle fiancate, la Ferrari ha aggiunto un piccolo nolder trapezoidale sul fondo (in giallo, foto in basso. Questo per impedire che il flusso d’aria sotto il fondo e quello lungo le fiancate vengano a contatto creando turbolenze indesiderate che andrebbero a limitare l’efficienza del diffusore. Anche i deflettori davanti alle prese d’aria delle fiancate sono stati cambiati. È stata eliminato il piccolo nolder (giallo, foto in alto) sui deflettori che aveva lo scopo di generare  dei vortici d’aria verso le ruote posteriori per migliorare la penetrazione aerodinamica. Tale modifica era stata introdotta l’anno scorso con la Ferrari F10.

Ferrari 150°Italia – Modifiche all’ala posteriore



La Ferrari ha ridotto la lunghezza della corda del profilo dell’ala posteriore che per regolamento deve muoversi. Tale modifica comporterà un notevole incremento di velocità massima quando il pilota attiverà il dispositivo e l’ala si porterà in posizione di bassa resistenza aerodinamica (+ velocità di punta).

McLaren MP4-26 - Modifiche alle prese d'aria dei freni anteriori



 La McLaren ha introdotto delle alette con curvatura verso l’alto sulle prese d’aria dei freni anteriori per cercare di ridurre al minimo le turbolenze create dalla rotazione delle ruote e migliorare così la stabilità aerodinamica. La presa d’aria di raffreddamento dei freni è molto stretta  e lunga per garantire un sufficiente raffreddamento al sistema bloccando il meno possibile l’aria.

Red Bull RB7 – Alette sul muso



Adrian Newey con la RB7 ha introdotto sotto il muso della vettura delle particolari alette (già usate sulla RB6) che hanno lo scopo di convogliare più flusso d’aria possibile sotto il fondo della vettura in modo che il diffusore generi più carico aerodinamico possibile al posteriore. Tale soluzione è stata ripresa da molti team in questa stagione 2011 come: Williams,Team Lotus, Ferrari e Virgin - Marussia.

Red Bull RB7 – Modifiche all’ala anteriore




Per cercare di avere il più possibile, sotto la vettura, un flusso d’aria “pulito” la Red Bull ha testato durante i test di Barcellona una nuova ala anteriore. La nuova ala dispone di uno spazio maggiore tra i profili principali (vedi foto in alto). Le placche terminali sono state ,inoltre, spostate di qualche cm verso l’esterno per aumentare la larghezza complessiva dell’ala e quindi avere maggiore carico deportante all’avantreno.



















Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.