MERCEDES: POSSIBILE VIOLAZIONE ART.151C? - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

MERCEDES: POSSIBILE VIOLAZIONE ART.151C?

Si complica sempre di più la posizione della Mercedes che, secondo Carlo Vanzini di Sky Italia, potrebbe essere accusata di aver violato l'articolo 151c (comportamento fraudolento e antisportivo) che ricordiamo in quanto è stato tirato in ballo nel 2007 quando la McLaren fu squalificata per la spy story nei confronti della Ferrari.




In che punizione potrebbe incorrere la Mercedes?
Sempre secondo Vanzini, la Mercedes potrebbe rischiare l'esclusione dal mondiale costruttori, la perdità dei punti e una severa multa.
Cerchiamo di riassumere brevemente quanto è accaduto in questi giorni....
Pirelli necessità di test in pista per collaudare alcune gomme sperimentali per la prossima stagione (2014) e per collaudare le specifiche di gomme che verranno portate in Canada che prevedono delle modifiche alla carcassa (da acciaio si passa al kevlar) delle gomme posteriori.
Pirelli informa i team della possibilità di fare questo test ma nessuno dei team sembra aver dato esito positivo in quanto il regolamento sportivo ti permette di usare in queste prove le macchine dalla stagione 2011-2010-2009, ecc. Quindi non si possono usare ne le macchine della scorsa stagione ne tanto meno quelle di quest'anno.
Alla chiamata risponde soltanto la Mercedes che informa la Pirelli che avrebbe portato, a questi test, le macchine di questa stagione. A questo punto la Pirelli, informa, Charlie Whiting, delegato tecnico della FIA, che autorizza questo test senza informare nessun'altro all'interno della Federazione. L'assurdo è che, anche il presidente dalla FIA, Jean Todt è stato tenuto all'oscuro di questa cosa.
Contro la Mercedes c'è anche un email della FOTA, a cui la Mercedes continua ad appartenere, che aveva avvisato la Mercedes che non poteva effettuare nessun test di gomme con la macchina di questa stagione.
A questo punto, dopo questo episodio, non è così scontato che i team diano il benestare alla Pirelli per portare le nuove gonmme in Canada.
Ora la "patata" è in mano a Jeand Todt e vedremo quale soluzione troverà per risolvere questa questione che ha fatto fare una pessima figura a tutti: FIA, Mercedes e Pirelli.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

13 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
28 maggio 2013 18:30 delete

multa, zero punti nel costruttori...ma i 1000 km in più restano...cosi comeni punti di lewis e nico...finirà tutto a tarallucci e vino vedrete :) Giusto ingegnere sponton?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28 maggio 2013 19:26 delete

fate fare 1000 km anche agli altri team e si risolve il problema!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28 maggio 2013 19:28 delete

Multa? Ok! Zero punti nel costruttori? Ok! Ma il test è stato portato avanti e certamente darà i suoi frutti ai piloti che se ne avvantaggeranno sugli altri, quindi problema risolto ma a metà.
Quello che è certo è la pessima figura fatta da una grande azienda quale è la Mercedes, la pessima figura fatta dalla Pirelli, altra grande azienda, dalla FIA e da Lauda che intervistato in diretta da Sky, con atteggiamento scocciato diceva che è tutto regolare e tutto fatto alla luce del sole.
Mi chiedo: viviamo in un mondo dove in tempo reale tutti sanno di tutto, in questo caso tutti hanno saputo tutto ... ma dopo.

Reply
avatar
28 maggio 2013 20:11 delete

non so come finirà ma è ora che la FIA usi il pugno duro. Siamo stufi dei taralucci e vino

Reply
avatar
gedeone182
AUTHOR
28 maggio 2013 21:43 delete

Gli stessi piloti hanno violato gli accordi, perchè sapevano o avrebbero dovuto sapere le regole, come un normale automobilista che non può sottrarsi alla pena dicendo la vettura non è la mia, non possono esimersi, se appurato la violazione, alle conseguenze che ne derivano.

Reply
avatar
Frenk
AUTHOR
28 maggio 2013 22:03 delete

Ridicolo,i test privati vengono vietati in nome della riduzione costi...presumo che la Mercedes non abbia messo un citto ( moneta ) per fare 1000 Km,a parte i pezzi in carbonio da testare in esclusiva...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28 maggio 2013 22:17 delete

Se é vero che Whiting non ha avvisato nessuno,sapendo della frode,perche' di frode si tratta,deve essere mandato via a forza dalla FIA e non dovrebbe essere il solo credo.La Fota (intesa come altri costruttori oltre Mercedes) sapeva che i tedeschi avrebbero girato con la monoposto 2013 e questi se ne sono fregati altamente?Via anche loro a malo modo.Dalle prime notizie sembrava chiaro come un altro team avesse accettato l'offerta Mercedes ma,non si sa perche' (ma si intuisce) Pirelli avrebbe preferito puntare solo a Mercedes.Chi sarebbe il secondo team?Uno (per Pirelli) sfigato,di seconda fascia,che non meritava tale vantaggio (perche' di vantaggio si tratta).
Piccola annotazione:Newey spesso frega la federezione,nel senso che la federazione spesso si accorge solo dopo delle sue pensate e,sbagliando,magari in malafede,gli dice ad gp corsi di modificare la monoposto senza penalizzare i punteggi conseguiti in pista.Brawn invece é proprio raccomandato (Whiting?):chiede chiarimenti tecnici,il delegato da l'ok (che non sarebbe da dare) quindi Brawn vive di rendita per almeno una stagione(vedasi l'ok al doppio diffusore Brawn e il no,mi pare 2 stagioni dopo,all'interpretazione Ferrari del nolder all'ala posteriore,che avrebbe dato 1/50 dei vantaggi del doppio diffusore).Perche' Brawn vive di questi appoggi?Ci sarebbe da indagare.Non é ora che si becchi una sospensione pure lui?
Sara' un caso,ma noto come in 2 casi su 2 ogni volta che un team ha commesso gravi infrazioni (piu' gravi delle furbate geniali di Newey,mi riferisco a spy story 2007 e questa della Mercedes) uno dei due piloti dei team fosse sempre Lewis Hamilton.Ricasualmente sempre appena arrivato nei team in questione.
C'é un torbido intreccio di interessi che vede,probabilmente inconsapevole,Hamilton pedina di queste grandi ed oscure trame da business?
Come gli altri,non sono affatto daccordo che i piloti possano beneficiare della monoposto avvataggiata dai test,pena la squalifica del team dal campionato costruttori.
La soluzione ci sarebbe,a dire il vero,dal 2015 in poi.Ed é quella che vado a suggerire da anni:2 corse brevi per ogni gp.Una per il mondiale piloti,che correrebbero praticamente un monomarca (e finalmente si capirebbe chi é il pilota piu' forte...),l'altra per i team e i costruttori.In questo caso,squalificare o penalizzare il team,sarebbe tranchant...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29 maggio 2013 06:47 delete

Si pero' come la mettiamo con la trasgressione delle regole della Mercedes? Se non verra' punita la FIA riservera' lo stesso trattamento alla prossima squadra che trasgredira' le regole?

DURA LEX SED LEX, questa e' la mia opinione.

Reply
avatar
29 maggio 2013 12:05 delete

No... Non sono d'accordo... La F1 è sempre la F1, e queste opzioni di dividere le gare in due, come proposto da Briatore, non mi sembrano degne dello sport dove è presente la più alta espressione automobilistica!!! E poi per cosa? Per rendere più severe le sanzioni? Quello dovrebbe farlo la FIA a spese del team incriminato, imponendo sanzioni che dovrebbero intimorire tutti gli altri team e portarli a pensarci due volte prima di fare azzardate!!! Ovvio poi, che se un team fa quello che vuole e non viene sanzionato come si deve ci provino anche gli altri!!!
In quanto alle furbate basterebbe solamente cancellarle... In che modo? Semplice, imponendo a tutti i team un budget di investimento massimo e carta bianca a tutti: c'è chi vuole correre con un'aerodinamica al limite con scarichi soffiati ecc ecc? Ben venga!!! Chi invece decide di puntare sul motore (aspirato, turbo, a 8-10-12 cilindri a scelta libera)? Ben venga... In questo modo vedremo all'opera molte vetture molto diverse tra loro, come diverse saranno le varie tecnologie messe a confronto!!!
Per quanto riguarda questo caso dei test, basterebbe dare via libera a questi ultimi senza imporre stupide limitazioni, che a quanto pare stiano creando più danno che non altro!!! E' paradossale che vengano esclusi i test quando si parla di automobili: è come mettere sul mercato un nuovo tipo di motore senza mai provarlo!!! Questo è possibile solo quando uno vuole la confusione più assoluta all'insegna dello "spettacolo" e conseguentemente del "denaro"... Chissà di chi parlo!!!
Il problema è che i test liberi possano avvantaggiare qualche squadra che ha a disposizione dei circuiti propri? (es. Ferrari)
Benissimo!!! Si scelgono un tot di circuiti dove le squadre, dopo la gara della domenica, possano usufruire della stessa pista per un tot di giorni per poter fare dei test: in questa maniera le squadre possono risparmiare sui vari spostamenti!!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29 maggio 2013 12:08 delete

sponton ma perchè ,leggendo commenti di altri utenti, alcuni pensano che il test fatto dalla mercedes avrebbe più valore di quello eventuale fatto dai team?? a parte i costi della logistica dico - robxy

Reply
avatar
29 maggio 2013 12:11 delete

Quanto scritto da Cristiano spiega molte cose... In un'altro blog, avevo già scritto e intuito sul fatto che qualcuno, nell'ambito della FIA, sapeva e altri no...
Quello che però non si capisce è che altre due squadre, che hanno rifiutato per motivi regolamentari, sapevano di questi test e non hanno detto nulla!!!
Dubito che le altre squadre richiamate siano appartenenti ai team minori: questo test sarebbe costato circa un milione di dollari, e solo i team maggiori se lo potevano permettere!!!

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
29 maggio 2013 13:49 delete

Scusa Cristiano, ma nel breve racconto molte cose non sono esatte, primo fra tutto che l'invito sia stato rivolta a tutti, perchè sembra, invece che non sia così,Ferrari, Sauber, Williams e Lotus hanno dichiarato di non essere stati invitati, mentre Red Bull ha ammesso un contatto informale ma dovendo usare la vettura 2013 era consapevole di violare il regolamento, per cui ha declinato l'invito.

Poi vi è una cosa fondamentale e cioè che Pirelli e Mercedes avrebbero dovuto comunque informare la FIA per consentire che i test venissero fatti secondo le limitazioni attuali, ma invece questo non è stato fatto, quindi la Mercedes ha fatto tutti i test senza alcun controllo e teoricamente può aver fatto di tutto e di più anche 10000 km invece dei 1000 previsti.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29 maggio 2013 14:09 delete

Non solo,puo' aver fatto anche piu' di 1000 Km con i pneumatici attuali (pre Canada) e le modifiche alle sospensioni posteriori!Questo sarebbe un escamotage per far sgonfiare un po' il caso:la Pirelli dichiara che i pneumatici nuovi non verranno portati in Canada,facendo credere che cosi' Mercedes non avrebbe avuto alcun vantaggio dal test.In realta' provando le vecchie specifiche Mercedes avrebbe avuto un vantaggio enorme e Pirelli avrebbe accontentato il team-costruttore piu' critico nei confronti del fornitore italiano.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.