PROBLEMI DI BILANCIAMENTO PER LA RED BULL RB9. DOVUTI ALLE MAPPATURE MOTORE? - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
FUNOAnalisitecnica fa parte del network di

mercoledì 6 marzo 2013

PROBLEMI DI BILANCIAMENTO PER LA RED BULL RB9. DOVUTI ALLE MAPPATURE MOTORE?

Avrete certamente letto parecchi commenti sullo stato di forma delle varie monoposto dopo la conclusione dei test invernali. La mia analisi è completamente diversa rispetto agli altri in quanto io penso che la Red Bull non sia la migliore monoposto.

La Red Bull è sembrata, fin dai primi test di Jerez, una monoposto molto veloce e affidabile. Soltanto in questi ultimi test di Barcellona la Red Bull sembra aver avuto qualche problema di bilanciamento.

Vedendo questi problemi, sorge una domanda spontanea: quanto possono influire le mappature del motore Renault? Perché, non tutti sanno, che tutti i team motorizzati Renault, durante i test di Jerez e nei primi quattro giorni di Barcellona, il motore Renault utilizzava delle mappature del motore che la FIA ha ritenuto illegali perché garantivano agli scarichi un soffiaggio di gas caldi anche in rilascio di acceleratore.

Adrian Newey, in questi test, non si è mai visto in pista. E ‘arrivato a Barcellona solamente negli ultimi tre giorni quando la Red Bull ha portato in pista la propria versione di DRS Passivo, una nuova ala anteriore e delle piccole modifiche agli scarichi. Osservando, il tecnico inglese, non sembrava entusiasta del comportamento della propria creatura.

Se analizziamo dettagliatamente tutte le giornate di test disputati in questo inizio di stagione possiamo notare ce la Red Bull non è mai stata la vettura più veloce (eccezione di Webber con pista bagnata/asciutta) e tanto meno la più affidabile o quella che ha effettuato più km.

Altro indizio importante da tenere presente: la Red Bull è stata l’unica monoposto a non migliorare il tempo negli ultimi giorni a Barcellona rispetto ai riferimenti cronometrici realizzati la settimana prima.

Analizzando i volti ai box Red Bull regnava un po’ di preoccupazione in quanto la vettura non si comportava come si aspettavano. La vettura è rimasta ferma ai box per parecchio tempo e questo è il segnale che i meccanici hanno cambiato parecchie volte il setup della monoposto. Segno che il bilanciamento non andava.

Secondo i miei calcoli Il tempo di Rosberg è stato ottenuto con 10 kg di benzina, quello di Alonso con 15 kg e Hamilton con 20 kg. Se per ipotesi, Vettel avesse ottenuto il suo tempo con 60 kg di benzina e gomme nuove avrebbe potuto girare sul 1:20,9 con un quantitativo di benzina pari a 20 kg. Quindi sarebbe stato più lento di Rosberg, Alonso e Hamilton. Con un quantitativo di 10 kg, il pilota tedesco, tre volte campione del mondo, avrebbe potuto ottenere un best lap teorico di 1:20,6. Quindi, sarebbe arrivato vicino a Rosberg e Alonso ma non avrebbe potuto scavalcarli.

La cosa strana sulla Red Bull è che durante il test di Jerez e il primo test a Barcellona, la monoposto sembrava velocissima, stabile, bilanciata ed è sembrata essere subito la monoposto favorita anche in questa stagione.
Invece, la settimana scorsa, a Barcellona, la RB9 sembrava una monoposto trasformata: difficile da guidare, poco bilanciata e sottosterzante.

Che è successo tra i primi due test e le prove della settimana scorsa?

Gli aggiornamenti portati sicuramente non hanno dato i risultati sperati ma sicuramente non possono spiegare un’involuzione del genere della vettura.
Secondo me il problema sta nelle mappature del motore che la Renault ha dovuto modificare per questo ultimo test di Barcellona. La FIA ha stabilito che si possono utilizzare le mappature del motore utilizzate nella parte finale del 2012 mentre la Renault, sembra che avesse sviluppato delle particolari mappature per sfruttare i gas caldi in uscita dagli scarichi anche con l’acceleratore in rilascio. Probabilmente è per sfruttare queste particolari mappature del motore Renault che i team motorizzati con la casa francese hanno sviluppato tutti degli scarichi a rampa.

Questo tipo di mappature, considerate illegali dalla FIA garantivano un vantaggio soprattutto nelle curve lente perché ricreavano il concetto degli scarichi soffiati. Se andiamo ad analizzare i tempi nel S3 di Barcellona, tratto abbastanza lento dove è importante la trazione possiamo notare che il migliore è stato Alonso con 27,519, davanti a Rosberg con 27,530. Vettel in questo S3 ha realizzato un best sector di 28,477.Maldonado ha realizzato 28,331. Raikkonen, girando con pochissima benzina ha realizzato 28,177. Quindi il distacco in questo settore di Vettel rispetto ad Alonso non è spiegale soltanto con la differenza di carburante.
Analizzando gli intertempi in questo settore possiamo dire che tutti i motorizzati Renault dotati di scarichi a rampa anno lasciato parecchio tempo in soli 1,5 km di pista.
La Renault, secondo Auto motor und sport, sta spingendo con la FIA per farsi approvare le mappature motore usate nei primi test in quanto dicono che il motore francese potrebbe incorrere in problemi di affidabilità.
Molto probabilmente questa concessione non verrà data in quanto anche la Ferrari aveva chiesto di usare qualche mappatura particolare sul proprio motore ricevendo un bel “2 di picche” dalla Federazione.
Sicuramente, la Red Bull ha parecchio lavoro da fare in questi giorni per arrivare nel migliore dei modi a Melbourne. Io non vedo la Red Bull nettamente migliore rispetto agli altri. Anzi, se la monoposto sarà quella di Barcellona, la vedo abbastanza in difficoltà.
Mi sono sbilanciato e sono pronto ad essere smentito la prossima settimana da Vettel e company.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

Powered by Blogger.