PREVIEW TECNICA GP. MALESIA - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

PREVIEW TECNICA GP. MALESIA

Come tutti i giovedì, prima dei fine settimana di gare, i team effettuano le prime verifiche tecniche sulle proprie monoposto. Le novità più importanti, normalmente, vengono tenute nascoste e di solito sono svelate durante le prove libere del Venerdì.
Nonostante questo, alcune cose interessanti si sono potute vedere. Andiamo, perciò, ad analizzare alcuni particolari che hanno destato interesse:

Lotus
Interessante la modifica apportata al sistema di attivazione del DRS anche se credo che verrà coperto da un'apposita cover durante le prove libere.  


Per ora, nessuna modifica di rilievo nella parte posteriore, anche se, da informazioni in mio possesso  nella giornata di domani potrebbe esserci una modifica alla rampa degli scarichi per migliorarne l'efficacia. 



Molto curiosa la forma del  T-Tray che è completamente diverso rispetto a quello delle altre monoposto



Analizzando la parte inferiore della Lotus si notano due cose interessanti:
  • cerchio giallo che mostra che è presente un apertura che viene utilizzata come sistema di raffreddamento di qualche componente elettronica
  • Rettangolo verde un apertura che, molto probabilmente, raccoglie ed incanala una parte di flusso sotto il fondo per migliorare la portata d'aria verso il posteriore.  


Ferrari
Il telaio, visto ai box, è ancora privo della famosa feritoia che tanto ci ha fatto parlare in questi mesi invernali. Questa feritoia, se veramente avrà uno scopo aerodinamica verrà sicuramente aperta in quanto, il tracciato malese, richiede parecchia efficienza aerodinamica e questa feritoia, come più volte spiegato, può migliorare l'andamento dei flussi all'avantreno. Analogamente, se lo scopo fosse quello di raffreddare, essendo questo uno dei tracciati con le temperature più elevate, la feritoia sarà aperta.
Io continuo a ribadire che questo particolare ha una funzionalità prevalentemente aerodinamica.
Se ritorniamo indietro di qualche anno, nella stagione 2008, il famoso buco sul muso veniva utilizzato, non in tutti i tracciati ma solo ed esclusivamente dove serviva efficienza aerodinamica (Barcellona, Interlagos, ecc).
Aggiungi didascalia

Per contrastare le alte temperature che sono previste in questo fine settimana malese, i tecnici della Ferrari proveranno una piccola modifica nella zona degli scarichi che è stata, comunque prevista, già in fase progettuale. Dalle foto in basso, potete notare che esiste un apertura laterale che dovrà sfogare parte delle altissime temperature che verranno a crearsi in quella zona.

Scarichi Gp Malesia - Apertura 
 Analizzando la foto degli scarichi in configurazione standard è facile notare che esiste una cover per poter aprire e chiudere questa zona degli scarichi a seconda del tracciato in cui si corre.
Configurazione standard
Red Bull
L'ala anteriore è nella configurazione "nuova" cioè quella introdotta negli ultimi test a Barcellona che è stata provata e scartata da entrambi i piloti a  Melbourne.



Nella parte posteriore si sono intraviste alcune piccole novità: all'interno delle ruote, le tre pinne verticali sono state rimosse e in questa versione ne è presente soltanto una.
La presa d'aria dei freni è stata ingrandita e spostata in avanti per fare n modo che riesca a convogliare verso la parte bassa dei canali laterali del diffusore, parte del flusso d'aria calda che esce dai terminali di scarico. 

Interessante, osservare il sistema S-Duct che la Red Bull utilizza all'avantreno per pulire l'ispessimento dello strato limite che va a crearsi sullo scalino. 


Come gà evidenziato, i tecnici della Red Bull, per fare posto al sistema S-Duct hanno dovuto compattare ulteriormente e chiuderli in un apposita "scatola" i piccoli cilindri che raccolgono l'olio dei freni.


Mercedes
Si è presentata alla verifiche tecniche con il nuovo sistema di scarico e con il fondo utilizzato a Melbourne che è molto piloto e privo di aperture e pinne verticali utili d indirizzare i gas tra la ruota posteriore e il canale laterale del diffusore.
E' utile ricordare che la Mercedes, ha utilizzato per la prima volta in Australia lo scarico helmholz, come potete vedere dalla foto in basso

Forca India
Durante le prove libere vedremo una nuova parte terminale delle fiancate abbinata a dei nuovi scarichi.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

4 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
22 marzo 2013 01:38 delete

Ciao Cristiano,
perchè la Ferrari non sta volendo usare il famoso buco? Io credevo che qui a Sepang,essendo un circuito vero e proprio,l'avrebbe finalmente usato, e invece no, perchè? Cosa aspettano da Maranello? che la Ferrari non faccia punti e ppi svelano l'arma segreta? Non hanno forse capito che devono muoversi a aori passo con gli altri rivali altrimenti rischia di restare indietro....ho visto Lotus e rb che hanno portato aggiornamenti mentre la ferrari uno solo! Così non andiamo bene.

Reply
avatar
Nicola Mora
AUTHOR
22 marzo 2013 08:56 delete

La Ferrari non ha portato alcun aggiornamento, stando a questo articolo. Lo sportellino per lo sfogo delle temperature era già presente dai test di Barcellona quando è apparsa per la prima volta questa configurazione di scarichi. Non so come mai non utilizzino la famosa presa sotto il musetto, sembra non essercene più traccia nemmeno nel telaio...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
22 marzo 2013 11:28 delete

il 99% delle componenti di una F1 sono sotto il telaio e non si vedono. come fate a dire che non ci sono novità?
non sappiamo quasi niente su queste macchine e possiamo limitarci a vedere solo le modifiche alla carrozzeria e alle ali.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
24 marzo 2013 23:17 delete

quoto in pieno! la maggior parte degli aggiornamenti non è visibile... poi chissà, magari stanno perfezionando il sistema con qualche simulatore oltre alla galleria del vento...
Cristiano, sai per caso che tipo di problemi ha avuto la Force India in gara?
Stefano.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.