I CAVETTI SUL MUSO DELLA F138. A COSA POTREBBERO SERVIRE? - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

I CAVETTI SUL MUSO DELLA F138. A COSA POTREBBERO SERVIRE?

Dopo queste prime due gare sta crescendo l'attenzione su un particolare che è stato messo in evidenza dal danneggiamento dell'ala anteriore da parte di  Massa a Melbourne e di Alonso a Sepang. Questo particolare, di cui sto parlando, sono i cavetti metallici che in entrambi i casi si vedono penzolare dal muso della F138

In questi giorni in tanti, mi state chiedendo spiegazioni su questi cavi e mi sono preso un po' di tempo per fare delle analisi e scambiare alcune opinioni con esperti del settore.

Una risposta chiara e definitiva è difficile darla ma proviamo a dare qualche delucidazione e formulare alcune ipotesi sul loro scopo.

Prima di tutto, diciamo che, una soluzione di questo tipo, non è certamente nuova, in quanto, la si era già vista sulla Red Bull RB7.



Ipotesi 1
La prima ipotesi è che i tecnici abbiano portato in Formula 1 un sistema molto usato in campo aeronautico introducendo dei veri e propri cavi di guida. 
In aeronautica, questi cavi metallici hanno il compito di mantenere un dato calettamento delle ali di una cellula biplana rispetto alla fusoliera.
CALETTAMENTO - Esempio di angolo di c. in un aereo, definito come l'angolo a che si forma tra la corda dell'impennaggio orizzontale e la corda media dell'ala


Angolo di calettamento, è l'angolo che individua l'orientamento di un corpo (tipicamente una parte del velivolo) rispetto a un altro, cui esso debba venire collegato. Si definiscono così il calettamento dell'ala rispetto alla fusoliera, angolo che una prefissata corda alare assunta come riferimento forma con l'asse longitudinale della fusoliera, il calettamento degli impennaggi rispetto alla fusoliera, analogamente individuabile, e il calettamento dell'asse di trazione del propulsore rispetto a una corda alare di riferimento o rispetto all'asse di fusoliera. Il termine calettamento viene anche utilizzato per indicare l'angolo che la corda di una sezione di pala d'elica forma con il piano normale all'asse di rotazione dell'elica stessa.

Ipotesi 2
I cavi metallici, vengono usati come struttura di rinforzo per l'ala, in quanto i test della FIA, in questi ultimi anni sono diventati molto più severi. 
In pratica, potrebbero usare, la parte superiore del musetto come supporto, per poi essere "annegati" nella parte "sostituibile" del musetto. Questi cavi metallici "scaricano" il "tensionamento" sul musetto e, dato che, quest'ultimo  è ben ancorato al telaio andrà a scaricarsi sul telaio stesso. 
Osservando attentamente la foto, si nota che i piloni sono lunghi ma l'ala stessa è attaccata su una piccola superficie che difficilmente riuscirebbe, da sola, a resistere all'elevato carico deportante generato.

Ipotesi 3
Questi cavi, fanno parte di un sistema di rilevamento dello stallo anteriore alle alte velocità che va a sfruttare degli appositi sensori montati sul profilo principale dell'ala. 

Ipotesi 4
Potrebbero essere sei semplici cavi elettrici in alluminio con guaina trasparente. I cavi in alluminio sono molto più leggeri rispetto ai tradizionali cavi di rame (circa 70%). La sezione XL del cavo si spiega in quanto presenta una maggiore resistività rispetto al rame e quindi a parità di corrente si utilizzano sezioni maggiori. 


Osservando attentamente le foto in basso (@Piugasso) si nota che, esiste un cavo nero (mi sembra un cavo in fibra ottica), che si estende verso il muso della vettura ma è molto diverso rispetto ai cavi visti sulle vetture di Alonso e Massa. Questo cavo potrebbe essere quello che va a collegare le telecamerine poste sul profilo neutro dell'ala anteriore. 




Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

13 commenti

Write commenti
Nicola Mora
AUTHOR
28 marzo 2013 13:43 delete

Potrebbero essere dei semplici cavi "elettrici" in alluminio con una guaina trasparente? A parità di peso dovrebbero essere più efficaci come conduttori ma sarebbe necessaria una sezione maggiore, di conseguenza il diametro "XL".

Reply
avatar
28 marzo 2013 13:45 delete

ottima osservazione. potrebbe anche essere. Se così fosse andrebbero ad alimentare le telecamere

Reply
avatar
Ale
AUTHOR
28 marzo 2013 16:11 delete

Molto probabilmente sono dei sensori di pressione per lo stallo.....o per le telecamere...ma mi sembra che non ci sia montata alcuna telecamera sulla f138 all'anteriore...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28 marzo 2013 17:28 delete

e come no...certo che ci sono

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28 marzo 2013 18:36 delete

Dalle immagini non mi risulta che abbiano una telecamera sul musetto....
guarda la 1° foto dell'ultima fila

http://www.omnicorse.it/foto/1013/formula-1-2013-gp-d-australia

Reply
avatar
Ale
AUTHOR
28 marzo 2013 19:25 delete

MI riferivo al Gp di malesia....nell'alettone proprio salvo rari casi non credo ci siano telecamere....sul musetto si...ma non avrebbe senso fare correre i fili sui denti....

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29 marzo 2013 00:07 delete

Dalla prima foto sembra che si sia l'apertura sotto il muso.

Reply
avatar
Nicola Mora
AUTHOR
29 marzo 2013 09:00 delete

Sì, in effetti, anche da altre immagini presenti online sembra che la famosa presa d'aria sotto il muso sia presente. Forse un po' ridimensionata.
http://static.fanpage.it/autofanpage/wp-content/uploads/gallery/il-gran-premio-della-malesia-a-vettel/la-ferrari-di-alonso-danneggiata.jpg

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
29 marzo 2013 12:42 delete

Non mi pare proprio che ci sia la feritoia sotto al muso, quando c' è si vede abbastanza bene:

http://f1grandprix.motorionline.com/foto/big/2013/BARCELONA_TEST_MARZO_2013/SABATO/f1-207/

Sono un' po scettico sull' ipotesi dell'angolo di calettamento, perchè questi cavetti imporrebbero un angolo di attacco (penso che si dica così) fisso indipendentemente dalla velocità della macchina, dico bene? Invece in F1 si tende sempre ad avere una flessibilità tale da permettere una diminuzione dell' incidenza all' aumentare della velocità (vedere Red Bull) per diminuire il drag quando non serve deportanza. In questo caso si introdurrebbero degli elementi strutturali che impedirebbero questo beneficio. Cosa ne pensate?

Reply
avatar
29 marzo 2013 13:36 delete

La scorsa stagione si diceva che la red bull utilizzasse dei cavi elettrici per rendere il muso flessibile, che la Ferrari si sia adattata a questo "standard"?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
31 marzo 2013 20:43 delete

Ma non è che sono cavi che tengono in tensione l'ala per superare le verifiche di flessibilità e poi con macchina in moto vengono sganciati dal pilota per rendere l'ala flessibile??Pablos

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
31 marzo 2013 21:47 delete

io ho letto molti commenti con qui dicevate che potevano dare una mano a flettere l'ala, ok puo essere ma io faccio un ipotesi: Se questi servono a flettere l'ala qualcuno ha foto che l'ala della ferrari in questi due gare abbia fletto ?

poi avete notizie su sullo step evolutivo per la cina della ferrari?

Matteo

Reply
avatar
31 marzo 2013 22:06 delete

salve dottor Sponton , lei è un giornalista o un ingegnere ?

complimenti per il servizio offerto a noi appassionati.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.