EQUILIBRIO AERODINAMICO O CENTRO DI PRESSIONE (CofP) - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

EQUILIBRIO AERODINAMICO O CENTRO DI PRESSIONE (CofP)

In questa stagione, analizzando le caratteristiche della Red Bull RB8, abbiamo parlato più volte di equilibrio aerodinamico. La monoposto di Newey, dal 2009 ad ora, ha sempre realizzato monoposto con un equilibrio aerodinamico migliore rispetto a tutti gli altri. Ma che cos'è l'equilibrio aeordnamico e centro di pressione. Provo a spiegarvelo in pochissime righe e nel modo più chiaro e semplice possibile in modo che abbiate un'idea di che cosa si tratta quando si esprime questo termine.







L'equilibrio aerodinamico o centro di pressione è ' uno stato di equilibrio tra il carico aerodinamico sulla parte anteriore e quella posteriore calcolato sulle ruote. Troppo carico all'anteriore provoca sovrasterzo, mentre se eccede il carico al posteriore si genera del sottosterzo (speriamo che questo post lo legga anche Stella Bruno, inviata della RAI).
Per avere una monoposto veloce, non basta aumentare solamente il carico delle ali, in questo questa deportanza la si "paga" tantissimo in resistenza all'avanzamento (drag). In questo caso, la vettura, sarà veloce in percorrenza di curva ma molto lenta in rettilineo. Come già ricordato, il carico deportante di una monoposto viene generato dall'ala anteriore e da quella posteriore, ma questo carico si paga in resistenza all'avanzamento del mezzo. Il carico aerodinamico creato, invece, dal fondo e dal diffusore, non aumenta la resistenza all'avanzamento del mezzo. Quando i tecnici, vanno a cambiare il carico aerodinamico all'anteriore e al posteriore, modificano il centro di pressione dell'auto.
Il centro di pressione, denominato CofP, è l'equilibrio tra il carico aerodinamico anteriore e quello posteriore. Una monoposto si dice bilanciata quando il CofP corrisponde perfettamente con il centro di gravità CofG (baricentro).



Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

2 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
11 novembre 2012 12:13 delete

Ecco perchè Massa si lamentava di sovrasterzo dopo la gara, probabilmente ha utilizzato lo stesso assetto di Alonso ma non avendo a bordo le stesse novità tecniche dell'Asturiano evidentemente soffriva di carenza di carico al posteriore... Comunque deve essere veramente complicato realizzare ali deformabili ad alta velocità senza avere le nozioni tecniche in ambito di ingegneria dei materiali che possiede l'equipe di Newey... È ovvio che un ddrs stile red bull richiede una alta deformabilità dell'ala anteriore in assenza della quale la monoposto soffrirebbe di "squilibrio" quando si va ad aprire l'ala posteriore e quindi si avrebbe più un effetto deleterio che utile sopratutto nelle curve a percorribilità veloce...
Speriamo che i tecnici Ferrari si diano da fare con le novità anche se non ci credo più di tanto... E l'anno prossimo sarà la stessa cosa visto che la monoposto sarà più o meno la stessa...
Stefano.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
15 novembre 2012 22:52 delete

Non credo che Massa, nè altri, adoperino il DRS nelle curve a percorribilità veloce.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.