DICHIARATO NON CONFORME AL REGOLAMENTO L'IMPIANTO FRENANTE RED BULL - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

DICHIARATO NON CONFORME AL REGOLAMENTO L'IMPIANTO FRENANTE RED BULL

Su Autosprint n°47, in edicola questa settimana, Giorgio Piola ha riportato un'interessante indiscrezione sull'impianto frenante della Red Bull. Se vi ricordate, alcune settimane fa, proprio la Red Bull aveva chiesto dei chiarimenti alla FIA sulla possibilità di avere delle aperture regolabili sui cestelli dei freni per poter utilizzare il calore generato nelle frenate per poter riscaldare nel miglior modo gli pneumatici.

Prima delle qualifiche della scorsa settimana, la FIA, ha vietato alla Red Bull l'utilizzo di un particolare slot posizionato proprio sui cestelli in carbonio dei freni anteriori. Questo componente non è stato considerato legale dalla Federazione ed i tecnici della Red Bull hanno dovuto ritornare ad una configurazione strandard prima delle qualifiche di sabato scorso.

Da quello che si è potuto sapere, Newey aveva ricavato, nella zona dei cestelli dei freni anteriori, un apertura supplementare utilizzata per raffreddare i dischi dei freni. Questa particolare apertura, si apriva sfruttando le forze longitudinali quando la vettura era in frenata. Quando era in accelerazione, questa apertura, si apriva sfruttando sempre le forze longitudinali e andava a raffreddare l'impianto frenante. .
Tale soluzione può sembrare una "cosa da poco" invece permetteva alla Red Bull di smaltire il calore dalle prese dei freni quando l'impianto frenante non veniva usato e questo calore veniva usato anche per riscaldare gli pneumatici molto prima.
Questo sistema, a differenza di quello McLaren (regolabile dai meccanici con una chiave a brugola) è stato rese illegale in quanto sfrutta l'aerodinamica delle vettura per essere azionato e va a violare un articolo del regolamento tecnico.,

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

18 commenti

Write commenti
kroky78
AUTHOR
22 novembre 2012 19:00 delete

Ho letto in giro che questo sistema illegale era utilizzato dal Gp di Monza. La Fia si è svegliata ad Austin per vietare il congegno e come sempre nemmeno una reprimenda per chi corre senza rispettare le regole...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
22 novembre 2012 19:36 delete

Rubano sempre e se la cavano sistematicamente con una pacca sulla spalla...che schifo!!
Newey comunque è un genio,noi fino a che rimarra don Domenicali non vinceremo nulla,anche con un Fenomeno come Alonso. Una tristezza.

Reply
avatar
jack
AUTHOR
22 novembre 2012 21:11 delete

bhe vorrei propio sapere quante altre cose ci sono di illegale in quella macchina , il fatto e' che prima ci vincono con quei sistemi e poi vengono dichiarati illegali , la fia gli permette pure di farlo , i campionati che hanno vinto sono tutta una falsa........

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
23 novembre 2012 01:44 delete

Truff Bull...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
23 novembre 2012 07:49 delete

ma................ci prendono per gli fondelli....

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
23 novembre 2012 10:09 delete

ma quali truffe, seguite un altro sport se questo non lo capite. andate su altri siti a fare delle polemiche, qui si parla di tecnica. - Simone

Reply
avatar
Armando
AUTHOR
23 novembre 2012 10:21 delete

Pero' bisogna essere obbiettivi!! Simone Non credi?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
23 novembre 2012 10:41 delete

Caro Simone,l'unica cosa che c'é da capire é che la Red Bull ha usato per piu' di un gp una soluzione che la FIA poi ha ritenuto illegale.E forse l'unico a non capirlo sei tu.Se qui c'é qualcuno che crea la polemica,ha un nome e cognome e si chiama Red Bull,dal momento che usa soluzioni illegali,sapendo che lo sono,semplicemente perche' sa anche che,al massimo,la FIA quando se ne accorgera' vietera' la soluzione senza andare a colpire retroattivamente (come sarebbe giusto che fosse) i risultati ottenuti dal team angloaustriaco.
"Ma quali truffe"?Questa é proprio una truffa,prolungata,che ha la possibilita' di esistere solo grazie alla connivenza della FIA,semplicemente vergognosa.
"Seguite un altro sport"?Perche',questo secondo te é uno sport?Non esiste al mondo uno sport come la F.1 dove le regole non sono chiare e quando non vengono rispettate il furbo di turno (ultimamente,sempre lo stesso,in F.1)non solo non viene penalizzato,ma pure ne trae vantaggi.
Il sistema in questione é talemente semplice da comprendere,per un tecnico della federazione che si rispetti,che doveva essere analizzato e giudicato a 2 ore di distanza dalla sua apparizione.Perche' invece la FIA ci impiega 2 mesi a considerarlo fuorilegge?Perche',se basta smontare un pneumatico anteriore per poterlo vedere ad analizzare?Perche' se é fuorilegge non sanziona il team?Tralsciando la taratura furba della centralina,per sfruttare piu' degli avversari i gas di scarico,tralasciando il muso di gomma,l'ala flessibile,solo fra foro nel fondo e presa dei freni,la Red Bull Rb.8 ha corso almeno 5-6 gare (su 18,sin'ora,un terzo) in configurazione irregolare!Sicuramente da queste licenze della FIA ha ottenuto piu' di 13 punti in totale.Ma di cosa stiamo parlando?E hai il coraggio di chiamarlo "sport" sottointendendo che sia pulito,al di sopra di ogni sospetto?
E' come se una squadra di calcio vincesse 12 partite grazie all'attaccante che si smarca e segna,prendendo a cazzotti il difensore.Come se ogni 2 mesi dopo dal fatto,il collegio arbitrale ammettesse poi che si,il cazzotto c'era stato,il comportamento irregolare,ma il giocatore non andrebbe assolutamente squalificato (perche' mai?) e la squadra privata dei punti ottenuti (perche' mai?).Dai,qui siamo veramente al ridicolo,non é piu' questione di chi ci sta simpatico o chi tifiamo,é questione di credibilita' e serieta' inesistenti."Ma quali truffe","seguite un altro sport"???Io semmai direi:"Ma quale sport?"Ma quale serieta',credibilita',coerenza?Quale?"

Reply
avatar
Jack
AUTHOR
23 novembre 2012 10:43 delete

uno che fa una cosa che il regolamento non gli consente di fare tu come lo chiami ???

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
23 novembre 2012 10:50 delete

C'é pero' un po' di confusione in giro.Non si capisce se la Red Bull abbia utilizzato in qualifica e gara il sistema o meno.Qualcuno dice di si,altri di no.Se fosse stato utilizzato,gia' da dopo Monza,ad esempio,sarebbe interessanta sapere quanto abbia permesso di stressare di meno (tanto,immagino) il sistema frenante Red Bull a Singapore.Una pista molto probante per i freni,per una team che non ha mai avuto nella consistenza ed affidabilita' dei sistema frenante il suo pezzo forte.Magari senza aperture,Vettel non se ne sarebbe andato via cosi' facilmente a chi lo inseguiva

Reply
avatar
23 novembre 2012 15:50 delete

Infatti quello che non capisco se tale soluzione è stata utilizzata per più gran premi, oppure è una soluzione che hanno portato a Interlagos per poi essere bocciata!
Cristiano puoi dirci qualcosa di più in merito?

Reply
avatar
nico
AUTHOR
23 novembre 2012 15:55 delete

sull'articolo di Piola si dice l'esatto contrario circa il fulzionamento!

http://www.omnicorse.it/magazine/23469/f1-tecnica-interlagos-red-bull-sparito-lo-sportellino-ai-cestelli-dei-freni

Reply
avatar
23 novembre 2012 15:56 delete

Ah dimenticavo!!! Piccolo OT:
Cristiano, si era parlato che le nuove soluzioni apportate sulla vettura di Alonso ad Austin, erano infruttuose o addirittura meno veloci rispetto a quelle vecchie montate sulla vettura di Massa! Però, secondo Pat Fry, non era detto che le nuove soluzioni sarebbero state tali anche a Interlagos! Per caso sapresti dirci se Alonso corre con la vecchia o con la nuova configurazione?
Grazie mille!!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
23 novembre 2012 16:04 delete

A Simoneeeeee....
Cambia frase che fai più bella figura...
Red Imbrogl...
Red Truff...
Truff Bull...
Red Bribe...
Insomma la formula sponsor colpisce ancora!!!!
La FIA fa schifo! E Bernie 'o curtu peggio...

Reply
avatar
23 novembre 2012 16:41 delete

si dice che sia stato provato a partire dal Gp di Monza e sembra che non sia mai stati usato in gara. Dico sembra ma non ne ho la certezza assoluta

Reply
avatar
23 novembre 2012 16:45 delete

questa mattina i due piloti del Cavallino hanno seguito due programmi di sviluppo separati: Felipe Massa ha visto montare sulla sua F2012 il diffusore posteriore che negli Usa era disponibile solo per lo spagnolo. Nell'immagine Effe 1 Tech si vede l'estrattore che è stato sottoposto ad una prova di verifica aerodinamica con l'ormai ben nota vernice verde.

Mentre Fernando Alonso ha adottato le ali di più recente disegno con un configurazione aerodinamica più scarica, il brasiliano è stato mandato in pista con i profili vecchi ed un'incidenza del flap posteriore maggiore.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26 novembre 2012 00:37 delete

E oggi più di ogni altra gara hanno dimostrato quanto fanno schifo!
http://www.facebook.com/f1grandprix.it/posts/115656018597622
Andatevi a vedere st foto... mondiale pilotato da più gare... hanno corso un mondiale con macchine irregolari, sistematicamente quando venivano "sgamati" sistemi irregolari la FIA non prendeva provvedimenti ma esortava la scuderia a togliere tali sistemi e stop!
E mo pure i sorpassi in regime di bandiera gialla!!!!!
A Maldonado gli hanno tolto ben 10 posizioni dalla qualifica perchè non si è fermato alla pesa... e questo che fa sorpassi sotto la bandiera gialla mettendo in potenziale pericolo la propria vita e quella degli altri non viene punito!
Senza parole!
Stefano.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.