ANALISI TECNICA FERRARI F2012 - GP.AUSTIN - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

ANALISI TECNICA FERRARI F2012 - GP.AUSTIN

La Ferrari durante la prima sessione di libere ha utilizzato ali diverse tra i due piloti per scegliere la combinazione ideale da usare su questo nuovo tracciato.

Le ali usate nella prima sessione sembrano le stesse utilizzate ai Gp di Indi ed Abu Dhabi. Aspettiamo la seconda sessione per vedere se, la Ferrari, avrà portato delle nuove ali su questo circuito. Dalle indiscrezioni sembrava che ci dovesse essere un'ala anteriore più flessibile e una posteriore per andare a correggere i problemi avuti con quella usata ad Abu Dhabi.


Ci sono stati dei lavori di micro aerodinamica nella zona del diffusore: il flap esterno, dall'andamento leggermente svergolato, è stato ancorato alle pareti con dei supporti triangolari molto sottili. 



Ci sono state modifiche anche nella zona centrale del diffusore della F2012 che era già stata cambiata nel Gp dell'India. I questo Gp la Ferrari ha portato un diffusore con il doppio canale nella zona centrale di dimensioni ridotte (foto in basso, cerchio giallo) rispetto al modello precedente. Questa modifica ha lo scopo di migliorare il carico aerodinamico della monoposto nella zona posteriore.



Modificati nuovamente gli specchietti retrovisori sulla F2012. Ora sono stati spostati in avanti rispetto alle due piccole alette presenti ai lati dell'abitacolo. Anche queste pinne sono state modificate nella loro incidenza.

Confromto tra il diffusore di Austin e quello usato ad Abu Dhabi

Nuovo fondo 
Ieri, sulla monoposto di Alonso, è stato montato il nuovo fondo che è stato provato nei test di Idiada, la scorsa settimana. Differisce dal precedente nei punti indicati dai cerchi gialli e dal rettangolo.
Da quello che si è potuto vedere in pista, sembra che questa modifica abbia dato i risultati sperati e sarà usato da Alonso anche per le qualifiche.


Configurazione aerodinamica usata da Alonso




Configurazione aerodinamica usata da Massa


Sono state introdotte delle nuove pinze dei freni anteriori dotate di un'aletta. Ormai, le prese d'aria dei freni, sono diventate dei veri e propri dispositivi aerodinamici.


E' stato confermato il piccolo tunnel sotto gli scarichi per incrementare la portata d'aria al posteriore. Dalla foto in basso potete notare il tunnel.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

33 commenti

Write commenti
kroky78
AUTHOR
16 novembre 2012 18:46 delete

Nella prima fotografia ho notato la paratia verticale dell' alettone posteriore particolarmente panciuta. Che abbiano adottato il Ddrs?

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
16 novembre 2012 21:51 delete

Ho notato che l' alettone anteriore di Alonso ha gli upper flap modificati rispetto a quelli usati ad Abu Dhabi. Ora spiovono leggermente verso l' interno, mentre prima era l' opposto. Sul diffusore i due piccoli nolder superiori ora si interrompono in maniera netta sopra i canali esterni dello scivolo, mentre ad Abu Dhabi erano raccordati col fondo.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 novembre 2012 22:53 delete

a me pare che taglia, cuci, aggiungi, allarga ma alla fine siamo sempre li...
e' un ottima macchina per fare un 3° e 4° posto solo che e' guidata da un pilota da 1° posto.
io magari sono un po' schizzinoso come tifoso della Ferrari ma un 2° posto mondiale non e' che mi faccia stappare lo spumante (per l'ennesima volta).
a parte discorsi ironici, i tecnici se non ho capito male, non sono corsi dietri al DDRS perche' l'auto aveva carenze piu' urgenti da risolvere come le ali davanti, il posizionamento degli scarichi, il problema del drag interno ai radiatori ok ok ok ma sembra che negli ultimi 3 mesi se ne siano stati in vacanza, sono state piu' le cose che sono scartate (e mi par di aver capito fatte nel tunnel di colonia) che quelle che sono riusciti a far funzionare. sono due anni che si dice ed e' ormai risaputo che la galleria del vento a Maranello sia obsoleta, ma chi ha lavorato a Colonia che ha fatto??? ormai nella F1 moderna si puo' migliorare solo nell'aerodinamica, e devo leggere che alla Ferrari sono indietro li perche' Tombazis era troppo occupata nello sviluppo del designa dell'auto per seguire bene il suo ruolo di capo ad interim dell'aerodinamica??? qualcosa non quadra.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
17 novembre 2012 21:23 delete

I miei vivissimi complimenti alla Ferrari,per il rendimento delle novita' che dovevano portare velocita' in qualifica.
Finalmente oggi é venuta a galla una verita' secondo me importante,che le vittorie di Hockenheim e i buoni risultati di Barcellona e Silverstone avevano nascosto:
la F.2012 ha sospensioni troppo conservative,che stressano troppo poco i pneumatici,poco estreme nelle geometrie.Verrebbe da pensare che con sospensioni cosi' gli stint,a parita' di prestazioni,dovrebbero essere molto piu' lunghi rispetto a quelli degli avversari:non se in realta' alla vettura manca anche carico aerodinamico.Cio' che le sospensioni salverebbero,se lo pappa la minore downforce.Se trovare piu' carico era difficile e non é stato fatto (anche perche' se decidi erroneamente di avere 10 Km/h di velocita' in piu',é chiaro che vai a sacrificare da qualche altra parte) modificare leggermente le sospensioni per avere almeno piu' performance e per partire meglio in griglia,credo fosse almeno obbligatorio.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
18 novembre 2012 14:38 delete

Quoto in pieno.
E il problema è che scelta conservativa sulla sospensione anteriore non c'è stata nemmeno...
Non solo, la McLaren e la RedBull hanno i loro segreti sui cestelli dei freni... roba non da poco

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
18 novembre 2012 16:58 delete

Purtroppo è andata anche per quest'anno!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 novembre 2012 10:46 delete

Correggo il mio intervento del 17 novembre ore 21.23,per dire che in realta' il carico sufficiente la F.2012 ce l'ha,eccome,altrimenti non si spiegherebbero gli ottimi tempi finali (compresi quelli di Alonso,la cui nuova configurazione rendeva di meno) fatti segnare dai ferraristi.Il problema principale é proprio di sospensioni troppo gentili con i pneumatici.Il consumo degli stessi paragonabile a quello degli avversari non é dato dalla mancanza di carico ma dallo scivolamento dei pneumatici freddi sull'asfalto.
Del resto,una macchina che si mette a girare forte dopo 26 giri di stint non é un gran bel vedere e continuo a stupirmi che i tecnici non abbiano deciso di stravolgerla dal punto di vista meccanico.
Infine una considerazione:non mi stupirei se i problemi Ferrari nascessero da un non eccelso lavoro dell'ex tecnico Bridgestone,che avrebbe fornito al team di Maranello un modello matematico del comportamento delle Pirelli poco fedele alla realta'.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 novembre 2012 11:47 delete

Inoltre,volevo aggiungere,come gia' sottolineato da altri,che mentre molti team hanno sperimentato finestrelle piu' o meno mobili sui cestelli che carenano i mozzi per mandare piu' velocemente in temperatura i pneumatici,o comunque cercare di mantenere la temperatura piu' costante possibile,la Ferrari non ha fatto nulla di tutto questo.Non ha mai provato nemmeno a correre con i cestelli aperti,nei gp piu' freddi.Perche'?Si é preferita l'integrita' aerodinamica di una monoposto alla capacita' della stessa di scaldare i pneumatici?Ma senza pneumatici alla giusta temperatura,te ne fai un baffo dell'aerodinamica piu' perfetta.
Mclaren,Williams e altri hanno iniziato a sperimentare le aperture a maggio,Mclaren in particolare per risolvere il fino ad allora irrisolvibile problema di mandare in temperatura i pneumatici.
Guarda un po' lo stesso problema che hanno in Ferrari.
In Mclaren hanno iniziato a lavorarci a maggio (da prima,in ufficio).In Ferrari....devono ancora iniziare!!!Perche'?
O Fry o Tombazis o Domenicali devono mostrare la faccia e spiegare perche'!!!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 novembre 2012 13:14 delete

basta fare gli espertoni e dire cosa dovrebbero fare i tecnici, qui nessuno può andare oltre la superfice delle cose. - Simone

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 novembre 2012 15:25 delete

ragazzi ormai nn serve piu discutere su cosa si poteva o non si poteva fare...adesso andiamo in brasile con una situazione di inferiorita tecnica e con 13 punti di svantaggio...solo un ritiro con nando sul podio o la pioggia potrebbero farci vincere...cmq volevo sollevare 1 questione...sto fine settimana le ferrari nn riuscivano a scaldare le gomme..e in tv dicevano ke è un problema ke dura da tt l'anno...a me nn sembra senno come avrebbe fatto fernando a guadagnarsi la pole in germania e inghilterra sotto l'acqua??non credo ke in quel frangente avesse le gomme fredde...come mai a giugno le scaldava e adesso non piu??se fosse cosi io in brasile porterei la stessa macchina ke c'era in germania/inghilterra visto ke cè probabilita di pioggia,cosi almeno le scaldiamo ste gomme..ke ne pensate?

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
19 novembre 2012 16:19 delete

In effetti i tecnici Ferrari a inizio stagione si dicevano contenti di come il nuovo pacchetto telaio/sospensioni riuscisse a mandare subito in temperatura le gomme risolvendo un problema che si trascinava ormai da anni. Il fatto è che ogni circuito fa storia a se, per conformazione, caratteristiche dell' asfalto, tipologia di gomme utilizzate e condizioni ambientali. Ad Austin si è verificata una concatenazione di eventi che hanno fatto emergere in maniera impietosa i limiti della macchina. Ossia l' asfalto ha subito profonde modificazioni da quando i tecnici Pirelli fecero il sopralluogo per deliberare le mescole e anche le temperature, da caldissime sono diminuite fino al tepore di novembre. Quindi la scelta di medie e hard si è dimostrata molto conservativa e anomala rispetto agli standard consueti. Aggiungici che mentre Mclaren e soprattutto Red Bull hanno compiuto passi da gigante nel migliorare le macchine in tutte le aree: aerodinamica, integrazione scarichi/estrattore, geometrie delle sospensioni, sistemi per controllare le temperature delle gomme sfruttando il calore dei dischi freno; per non parlare di alettoni flessibili, musetti ad effetto mass dumper e sistemi di zavorre mobili sfruttando i liquidi di raffreddamento; la Ferrari è rimasta al palo, perdendo mesi nel cercare di mettere a punto delle evoluzioni aerodinamiche spesso sbagliate e trascurando, forse, altre aree della vettura. Ciò a fatto si che i competitors sono comunque riusciti a adattare egregiamente la macchina a delle gomme non indicate alle caratteristiche della pista, mentre la Ferrari, che a inizio stagione era competitiva da questo punto di vista; ha progressivamente perso terreno fino alla scandalosa prestazione di sabato e nemmeno domenica è stata competitiva sul passo. Comunque sia la F2012 in configurazione attuale è sicuramente più veloce di quella vista a giugno/luglio, il problema è che gli avversari sono migliorati molto di più. In Brasile bisogna solo sperare nella solita concretezza di Fernando e nella scarsa affidabilità Red Bull, o magari in un bell' acquazzone...

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 novembre 2012 16:40 delete

stante l'attuale predominio tecnico della Red Bull, che difficilmente potrà essere colmato da chiunque anche nel 2013, vanno fatti i complimenti alla Ferrari che per ben due anni su tre si è giocata il mondiale fino all'ultima gara, unica squadra a mettere pressione alla Red Bull. - Simone

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 novembre 2012 18:05 delete

Simone:un tecnico che non riesce a migliorare la propria monoposto non é andato oltre la superficie delle cose.Se dobbiamo dare per buona la tua affermazione (ma allora non ci sarebbero discussioni,si rimarrebbe ancora piu' in superficie e la banalita' degli interventi sarebbe cosi' grande da ritenere inutili sia gli interventi che l'esistenza dei forum della F.1) dovremmo ammettere che i tecnici Ferrari non sono affatto degli espertoni.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 novembre 2012 18:07 delete

carissimo io sono l'anonimo del messaggio delle 16 novembre 2012 22:53.
rispetto la tua affermazione, ma credo che i critici lo sono sopratutto per questioni di cuore (tifo).
e tutto quello che ognuno puo' dire qua lo fa solo in ragione di evidenze tratte da articoli, sensazioni, e quello che vediamo alla tv.
dico solo che a me fa girare che qualche pezzo grosso della Ferrari poco tempo fa, ha avuto il coraggio di dire "chi ride bene chi ride ultimo", e non credo che il soggetto finale della frase fossero Vettel e la Red Bull.
quindi mi pare che anche chi e' addentro alle cose, poco ha capito...
Gabriele

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 novembre 2012 18:13 delete

dimenticavo: in ogni caso e' gia' stato un miracolo arrivare all'ultima gara con solo 13 pt di svantaggio, con l'auto che e' stata la 3a o 4a come valore di forza, quindi e' chiaro che la gestione strategica e' stata da 10 e lode.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 novembre 2012 18:31 delete

Trovo sostanzialmente errato quanto espresso da Simone (sono lo stesso dell'interventi criticati del 19 novembre e della replica delle 18.05):qui non si tratta di voler fare gli espertoni,non serve essere espertoni per evidenziare come in Ferrari non abbiano avuto l'umilta' di provare soluzioni che altri hanno portato in pista e che hanno spesso risolto gli stessi problemi che la Ferrari ha manifestato.Non stiamo parlando della F.2012 come della migliore monoposto del mondiale.Non solo,complessivamente negli ultimi 2 mesi forse non é nemmeno la terza forza del 2012.Se c'é un problema nello sfruttare le coperture,soprattutto nelle qualifiche,sarebbe opportuno cimentarsi in modifiche relative a tutti i comparti della vettura,meccanico in primis,non solo cerando una quadratura del cerchio aerodinamica che non é mai stata trovata (forse perche' non c'é?).Una soluzione piu' affinata degli scarichi,dopo quella di giugno,la Ferrari l'ha portata in pista?Un'alimentazione del condotto centrale del diffusore tramite canalizzazioni laterali nelle pance?Un doppio DRS in stile Mercedes o Red Bull?Una modifica al muso come fatto da Mclaren,Red Bull,Lotus?Dei correttori di flusso ad inizio pance come prima Sauber poi Mclaren hanno dimostrato essere utili?Nemmeno verticali come fatti vedere da Red Bull,Lotus,Toro Rosso,Williams?Dei cestelli evoluti per stabilizzare o migliorare il riscaldamento delle coperture?E che dire degli ammortizzatori rotanti delle sospensioni posteriori Lotus,che quest'anno hanno fatto miracoli,ma che avevano esordito in Ferrari con Rory Byrne circa 10 anni fa,poi cadute nel dimenticatoio?
Insomma,siamo di fronte a n soluzioni che sulle vetture degli avversari hanno funzionato molto bene.Ok che non tutto degli altri si puo' adattare facilmente al proprio progetto,ma che fossero spunto di almeno una revisitazione no eh?Nessuna di queste soluzioni si é vista sulla F.2012.Gli altri hanno scopiazzato bene o male un po' da tutti,compresa la Ferrari.A Maranello invece l'unica soluzione che puo' ricordare quella degli avversari é proprio quella che ha funzionato meglio!Il posizionamento degli scarichi soffiati,che peraltro erano previsti inzialmente,nel progetto,in una posizione completamente errata.E se per una volta ispirarsi alla Mclaren (che poi si é a sua volta ispirata alla Ferrari) é servito molto,non si capisce perche' non potrebbe essere servito ispirarsi ulteriormente.
A me copiare poco,quando c'é necessita',non di certo quando si rifila 1 secondo a tutti (ma anche li farebbe comodo,perche' no) sa proprio di mancanza di umilta'.Di presunzione.
Ecco quindi che la figura di espertone non l'ho fatta io,ma proprio i tecnici della Ferrari,che volevano imporsi seguendo la strada che reputavano la migliore,oltrettutto originale,ed invece sono rimasti con un pugno di mosche in mano.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 novembre 2012 19:00 delete

Immagino che sia sempre Simone a dire che é stato un miracolo arrivare all'ultimo gp con soli 13 punti di distacco.Francamente di scelte strategiche premianti Ferrari,sostanzialmente differenti da quelle degli avversari,ne vedo ben poche.E' vero che Alonso ha subito 2 stop importanti e il problema di Monza,ma dopo Valencia Vettel era a circa 60 punti dietro,non 30.Se l'epilogo del mondiale Ferrari ha del miracoloso,con una strategia da 10 e lode (ma io,ripeto,non vedo queste scelte strabilianti) il fatto che la Ferrari abbia espresso la 3a-4a vettura del mondiale,lo trovo abbastanza scandaloso e vergognoso,altro che miracolo,soprattutto dopo che si sono fatti proclami per un mondiale che sfugge,per poco o tanto,oramai da 5 stagioni.Non é possibile far passare per "normale" il fatto che la Ferrari abbia espresso la 4a vettura come valore.E questo il sugo del discorso

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
19 novembre 2012 19:19 delete

Buon per te che ti accontenti di quanto mostrato dalla Ferrari.Io non la vedo come te.Trovo ridicoli i commenti post gp di Austin di Domenicali e soprattutto Montezemolo,che parlano di orgoglio,di soddisfazione,ecc ecc.Montezemolo vuole "ancora vincere" ma ha presente la situazione di classifica?Solo per suoi meriti,anche se facesse1°-2° la Ferrari non vincera' mai.C'é si e no il 5% di possibilita' che le due rosse e le due Mclaren (o una Lotus) stiano davanti alla Red Bull di Vettel.Anche se questo succedesse,sarebbe sicuramente comprensivo di errori del team anglo austriaco.Difficilmente la Ferrari senza rotture,incidenti,errori incredibili nella messa a punto della RB o meteo imprevedibili,potra' aggiudicarsi il titolo.Ma Montezemolo vuole vincere,come se cio' dipedesse unicamente dai meriti del team Ferrari.Parla di una lunga serie di successi,salvo sporadiche annate no,quando sono praticamente 4 stagioni che vincono poco o nulla.Con questa filosofia,con questo accontentarsi,tipico di Montezemolo e Domenicali,le cose andranno sempre peggio,perche' c'é troppa autoindulgenza in quel di Maranello e il presidente (ammesso ne avesse la competenza...) invece di pensare a direttori tecnici,capo progetto,direttore sportivo,responsabile di pista,piloti,sta troppo pensando alla politica.
Nel 2010 Alonso si é giocato il mondiale sino all'ultima gara piu' per errori o problemi di affidabilita' della Red Bull che per meriti della Ferrari.Nonostante cio',avendone la possibilita',la Ferrari ha commesso un errore colossale ad Abu Dhabi.Quest'anno,salvo eventi eccezionali che possono sempre accadere nello sport,si sa gia' come andra' a finire,semplicemente perche' tralasciando i meriti dei piloti,é facile capire quale dei due team abbia meritato di piu' il titolo piloti.
Un'ultima constatazione:tu scrivi:"stante l'attuale predominio tecnico Red Bull".Come se fosse una cosa ineluttabile,incontrovertibile,perenne,senza un inizio e senza una fine.E' proprio pensando cosi' che si rende un team avversario invicibile.Ma non sta scritto da nessuna parte che Red Bull sia invincibile.Soprattutto se lavori sull'organizzazione del team,sull'avanguardia dei mezzi a disposizione,facendo acquisti miratissimi (James Key,sicuramente piu' bravo e soprattutto piu' creativo (e in questo momento alla Ferrari hanno bisogno della creativita' tecnica come il pane) a mio parere di Tombazis)smettendola con l'autoindulgenza e l'accontentarsi di prestazioni generali mediocri.E' chiaro che se invece non vuoi guardare in faccia la realta',osservando i limiti di certi tecnici in squadra,di certe scelte progettuali,della capacita' di sviluppare o modificare una vettura nata male (imparare da Mclaren) e continui a sbagliare reiteratamente la Red Bull si rimarra' imbattibile.Almeno pet te.

Reply
avatar
19 novembre 2012 21:46 delete

anzichè dire io sono.. quello.... perchè non inserite i commenti con un nick ?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
20 novembre 2012 10:27 delete

guarda, mi pare che stia dicendo tutto tu. io non ho detto che mi accontento, ho solo fotografato la situazione di questi ultimi 3 campionati. i grossi team vogliono sempre vincere, ma la storia della F1 insegna che ci sono dei cicli tecnici: mcl e williams anni 90, ferrari primi 2000 e ora red bull. e lasciamo stare le dichiarazioni che si leggono sulla stampa, è tutta aria fritta per riempire delle pagine. - Simone

Reply
avatar
Luca
AUTHOR
20 novembre 2012 10:30 delete

Tutti azionisti Ferrari S.p.A. che si sentono in dovere di ricevere spiegazioni e giustificazioni da parte della dirigenza?
Quale guadagno o danno ricevete dalle prestazioni in pista?

Se proprio è così, allora i veri perdenti siete voi che non avete abbastanza forza all'interno della società per imprimere la vostra linea di governance e di gestione.

Altrimenti... calcisticamente parlando.... fanfaroni da bar!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
20 novembre 2012 10:59 delete

E quale guadagno ha Ferrari nel confermare un responsabile del team,un capo progetto che negli anni hanno dimostrato di essere perdenti?Quale guadagno ha la Ferrari nel non fare la voce grossa nei confronti di molte soluzioni Red Bull a dir poco discutibili?Quale guadagno ha Ferrari nel confermare un pilota che solo poco prima e appena dopo la conferma guida decentemente,mentre per il resto della durata del contratto,appena si é dimenticato della sottoscrizione dello stesso fa pena?
Ti e vi va bene tutto cosi' com'é?Se va bene a te,va bene a tutti,evidentemente sogni (e sei accontentato) una Ferrari perdente anche e soprattutto per proprie scelte.
Fanfaroni da bar?Tipico italico dare del disfattista chi si permette una critica basata su dati di fatto,non sull'antipatia o il tifo.Nessuno si permetteva di criticare Ferrari quando vinceva o stravinceva giusto?
E dopo un periodo buio,finalmente,quando era evidente che una dirigenza non era all'altezza,proprio pochi anni prima del dominio degli anni 2000,fra gli altri,Ferrari aveva ingaggiato quello che all'epoca era ritenuto il migliore progettista del circus,tale Byrne,superiore anche al Newey dell'epoca,che progettava monoposto troppo fragili,la cui messa a punto era troppo difficile,se non impossibile.Ora che é acclarato che la Ferrari non ha il miglior capo progetto (e nemmeno uno fra i primi tre) se lo tiene stretto,sognando di non vincere per anni.Lo ripeto,c'era James Key libero,che ha progettato una monoposto che per buona parte dell'anno ha dato il filo da torcere alla F.2012,con un quinto (forse) del budget ed invece no,perche' mai prenderlo?Meglio tenersi quello che si ha e che oramai ha dimostrato il suo valore.Vuoi mettere:salvo situazioni non dipendenti dalla volonta' umana,continuare a perdere per almeno qualche stagione ancora,salvo un motore turbo del 2014 miracoloso.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
20 novembre 2012 11:06 delete

Mitico,se gli altri la pensano come te,bene,altrimenti sono dei fanfaroni.E che osservazioni porti sulla stagione in corso,a supporto delle tue considerazioni?Intendo osservazioni tecniche.Evidentemente secondo te molti sono soggetti ad allucinazioni perche' la Ferrari ha la migliore monoposto,il miglior pool di tecnici,le soluzioni piu' all'avanguardia,ha lavorato benissimo per lo sviluppo della F.2012,si meritava abbondantemente il mondiale costruttori e quello piloti.
Se sei un'azionista Ferrari evidentemente speri in un' OPA per guadagnare un sacco di qauttrini,quindi tanto peggio tanto meglio,se invece non lo sei,dovresti spiegare perche',Alonso a parte,il rendimento di un team,dagli enormi mezzi e risorse a disposizione,che spesso ha lottato contro monoposto della levatura di Sauber,Force India,Williams,Lotus ti soddisfa talmente da non farti esprimere nemmeno un'obiezione sull'operato in quel di Maranello

Reply
avatar
Luca
AUTHOR
20 novembre 2012 12:06 delete

Io posso pensarla come tutti o come nessuno, cambia nulla
Se vuoi una mia inutile opinione posso dirti che mi pare inadeguato quanto fatto dalla Ferrari per vincere il campionato.
La mia opinione è inutile tanto quanto quella espressa da qualsiasi altro tifoso. Anzi è inutile proprio perché espressa da un tifoso.

Alla Ferrari cosa interessa? Assecondare i tifosi, vincere i campionati oppure massimizzare il profitto tanto da ampliare i dividendi a fine anno? Se questo ultimo obiettivo passa anche per la vittoria in F1 allora si può anche pensare di vincere.

La Ferrari come ogni altra società impegnata in F1 ai tifosi non fa null'altro che vendere qualche cappellino.
Dai tifosi non ottiene i capitali necessari per correre il campionato.

Da chi li ottiene e cosa dicono questi soggetti?
La valutazione dell'operato societario non è dato dalla vittoria sportiva ma dal rinnovo o meno delle partnership. E per questi soggetti non è necessario vincere ma talvolta sufficiente che il loro marchio sia ben pubblicizzato. Quale migliore pubblicità, cara ed impegnativa, del campionato del mondo di F1, un campionato non vinto ma che comunque ha visto il marchio costantemente sulla bocca di tutti? La Ferrari prende i capitali per pubblicizzarsi su di un palco molto seguito, tanto da fidelizzarsi clienti per altri campi di impegno societario, non di sicuro i cappellini!
In tutto questo i tifosi sono un rilievo molto marginale, come dire la bella -eventuale (se si vince)- cornice sotto il podio, tutti con i cappellini rossi.

Quando comprendi di essere un soggetto trattato in questo modo, allora cosa ti serve -beneficio o nocumento- stare ad inveire, domandare giustificazioni, chiedere teste dei dirigenti?

Non ti piace quello che fa la Ferrari, tifa per un'altra scuderia;
Non ti piace quello che fa la Peppino F1 TEAM, tifa per un'altra scuderia.
In questo ambito, sono, sei, siamo soggetti impotenti.

Solo quando le varie Santander -e via discendendo- rescinderanno i contratti, allora la Ferrari S.p.A. ricorderà che, per avere dividendi alti il 31 dicembre di ogni anno, è necessario impegnarsi maggiormente, o meglio adeguatamente, nel campionato di F1.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
20 novembre 2012 12:49 delete

io incolperei soprattutto l'asfalto senno non si spiega..cmq è prevista pioggia x il week end in brasile...ma veramente tanta acqua...speriamo non troppa xo senno non fanno correre -.-

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
20 novembre 2012 18:55 delete

non ho capito? siamo fra "4" tifosi che parliamo del fatto che alla fine come tali forse non siamo felici di un 2° posto dando ognuno una forse aleatoria spiegazione tecnica o facsimile.
tu Luca sei sei venuto per scrivere che siamo dei perdenti se azionisti Ferrari o altrimenti fanfaroni da bar.
Io ho vluto scrivere due parole della Ferrari, ma evidentemente sei tu duventato qua dentro il padrone di casa e non bisogna parlare di F1, argomento mi par di aver capito non ti piace molto.
Mi iscrivo subito al blog di My Little Mini Pony e scrivo li fi Ferrari, ma forse ti trovo anche li...
Addio
Gabriele

Reply
avatar
Luca
AUTHOR
20 novembre 2012 19:20 delete

Non siamo dei perdenti, ma impotenti (ossia capaci di determinare il risultato di ciò di cui andiamo discorrendo proprio come fanfaroni da bar) proprio perché tifosi, cioè soggetti a cui le società sportive non prestano interesse.

A te piace prestare interesse a qualcuno che non considera la tua opinione? Fatti tuoi.

Le analisi tecniche e le spiegazioni di fisica (ma guarda un po' come si chiama questo bel blog!!) tenute dal padrone di casa sono apprezzate da tutti coloro che leggono; le sparate su soggetti coinvolti, sulla necessità che questi diano pubbliche spiegazioni (chi siamo noi per ricevere spiegazioni da chicchessia) e si cospargano di Benzina dandosi fuoco per espiare il loro peccato di non aver fatto vincere la squadra che si tifa lasciano proprio un posto vuoto al bancone per cercare posto a f1fanfarate.com ma non come commenti agli articoli, piuttosto come articoli veri e propri.

Da tifoso fai pure quello che vuoi, compra i cappellini rossi mentre io acquisto quelli del Little Pony, sproloquia di cosa vuoi contro chi vuoi ma renditi conto che non siamo nessuno, che nessuno ci ascolta e che nessuno ci deve proprio nulla.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
21 novembre 2012 11:30 delete

Da quando in qua le opinioni sono funzionali all'interesse che destano?Tutte queste righe dei tuoi interventi per dire,in sostanza,che se ci sono di mezzo soldi (compreso per chi esprime opionioni,é tutto ok,mentre dove non si vede il becco di un quattrino sono tutti fanfaroni?
Santander é uno sponsor molto munifico per Ferrari.Secondo te se la rossa non vincera' per i prossimi 2-4 anni,il contratto di sponsorizzazione verra' rinnovato?Se si,alle stesse condizioni del precedente?Quanti soldi in piu' avrebbe preso la Ferrari se durante il primo contratto avesse vinto 3 titoli piloti e 3 titoli marche?Nemmeno un dubbio sul fatto che chi vince possa chiedere molto di piu' di un perdente?
Se Santander si accontentasse solo di apparire,sarebbe rimasta in Mclaren,visto che sul totale delle apparizioni,il binomio Hamilton-Button é apparso molto di piu' del quasi binomio Alonso-Massa.O no?
Tra il vincere apparendo e l'apparire e basta,per uno sponsor c'é la stessa differenza che c'é fra l'apparire molto e l'apparire meno.Perche' non scegliere Lotus,allora,che sarebbe costata un terzo di Ferrari,magari portando nel team inglese proprio Alonso?
Chi te lo dice che un pilota campione del mondo abbia voglia di rimanere in un team che non vince mai nulla?E chi te lo dice che senza pilota di grido (magari spagnolo) rimanga lo sponsor principale,ovvero Santander?E chi te lo dice che senza pilota di grido e senza sponsor principale,in un team incapace di vincere,ci sia subito un ricambio di sponsor dalla stessa valenza economica?E chi te lo dice che senza valenza economica i tecnici piu' profumatamente pagati (per nulla...) rimangano alla scadenza del contratto?Stupefacente che per te non sia comprensibile che il declino inizia sempre dalle non vittorie e che nessun costruttore,nemmeno Ferrari,aumenta i profitti non affermandosi sportivamente,piuttosto che il contrario.Le vittorie non fanno mai male,lo pensano tutti,tranne te che per inciso le indichi ininfluenti.Ferrari spende almeno 250 milioni di euro l'anno per il team di F.1.Non ne riceve tanti da Santander:secondo te deciderebbe di spendere qualche centinaia di milioni di euro non essendo interessata alla vittoria?E perche' mai non spendere allora solo quanto versato da Santander,visto che vincere non é importante?La Ferrari viene inquadrata ugualmente (lo era anche la 312 T.5 del 1980,anche se faceva schifo) e quindi,se come dici tu basta apparire,per Ferrari basta semplicemente partecipare,giusto?
Visto come te la sei presa per delle critiche (piu' che giuste) all'operato dei tecnici,é molto probabile che tu sia un dipendente Ferrari,oppure un parente di un dipendente.
Infine una piccola nota:
immagino che tu sappia,visto che sono gli altri ad essere fanfaroni,che il premio FIA per la vittoria della classifica costruttori equivalga a 100 milioni di dollari.Per la sponsiorizzazione di Santander,sponsor piu' munifico della Ferrari,l'organo di informazione che ritiene il valore economico piu'elevato,parla di 60 milioni di dollari annui versati dagli spagnoli.Tralasciando il momento traballante delle banche spagnole,per cui tutto potrebbe venir meno repentinamente,se Ferrari avesse puntato al sodo (seguendo la tua logica) vincendo gli ultimi 3 mondiali costruttori,come effettivamente fatto da Red Bull,avrebbe incassato 300 milioni di dollari,contro i 180 milioni del triennio Santander.Ci sono in ballo 120 milioni di differenza,parliamo di bruscolini?O vuoi sostenere che sono cifra talmente basse,insignificanti,irrisorie,che é preferibile guadagnare 180 milioni,piuttosto che 300?
Non so gli altri fanfaroni come la pensino,ma per quanto mi riguarda,preferisco sicuramente essere definito fanfarone,piuttosto che sostenere che:
60>100

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
21 novembre 2012 11:46 delete

Luca scrive:

"Alla Ferrari cosa interessa? Assecondare i tifosi, vincere i campionati oppure massimizzare il profitto tanto da ampliare i dividendi a fine anno? Se questo ultimo obiettivo passa anche per la vittoria in F1 allora si può anche pensare di vincere."

Nooo,ma va????Dici che sia il caso di avvertire Montezemolo e Domenicali,che magari non lo sappiano?A parita' di bilancio,di budget per la F.1,di monte-sponsor,é sempre meglio vincere piuttosto che perdere.Ma magari,visti i loro risultati,vista la tua affermazione dubbiosa,forse non lo sanno.....

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
21 novembre 2012 18:19 delete

Cristiano novità per brasile si sa nulla ?

Reply
avatar
Pascalise
AUTHOR
22 novembre 2012 15:50 delete

Poi uno non vuole più vedere la f1 oppure invoca un campionato alternativo. Su f1 passion ho letto che la red bull(poi si offendono quando li si chiamano antisportivi)ha sperimentato a monza e l'ha usata fino ad Abu Dabi prese apribili dei freni (articolo "che si apriva sfruttando le forze longitudinali quando la vettura era in accelerazione. Lo slot a sua volta si chiudeva sempre grazie alle forze longitudinali, quando la vettura entrava in una fase di frenata migliorando l’efficienza dei freni");quando è stata lei stessa a chiedere chiarimenti alla fia per le prese MecLaren.
La FIA cosa ha fatto?? Ovviamente se ne accorta solo ad Austin e le ha solo vietato di usarle niente punti tolti o quant'altro.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.