ANALISI TECNICA FERRARI F2012 - GP.ABU DHABI - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

ANALISI TECNICA FERRARI F2012 - GP.ABU DHABI

La Ferrari si è presentata sul circuito di Abu Dhabi portando parecchie novità tecniche  che sono state usate in qualifica e in gara soltanto da Alonso. Le modifiche aerodinamiche hanno rispettato in pieno i dati riscontrati in galleria del vento incrementando i punti aerodinamici di carico della vettura. L'unica modifica che non ha rispettato in pieno i dati della galleria del vento di Colonia è stata l'ala posteriore che dovrà essere corretta durante le due settimane di pausa prima del Gp di Austin.

ALA ANTERIORE
La Ferrari ha portato su questo tracciato 4 configurazioni diverse di ala anteriore dotate di differenti paratie laterali e di soffiaggio (portano flusso d'aria dall'esterno verso l'interno) per cercare di aumentare il carico deportante. Vista la quantità di ali portate in pista dalla Ferrari si può capire che il principale problema della F2012 è il carico all'anteriore e per bilanciare la vettura sono costretti a non sfruttare tutto il carico che la monoposto genera al posteriore.







Ala anteriore utilizzata da Alonso



Confronto fotofragico tra l'ala utilizzata da Alonso in India e quella utilizzata ad Abu Dhabi

TURNING VANES

I piloti hanno utilizzato due diverse versioni di "turning vanes". Questi particolari aerodinamici sono quei particolari deviatori di flusso, di color nero carbonio, collocati sotto il muso che hanno lo scopo di incanalare il maggior flusso possibile sul fondo della vettura per massimizzare il carico aerodinamico al retrotreno.
Massa ha utilizzato quelli standard mentre Alonso ha utilizzato quelli di nuovo disegno ce presentano una forma sdoppiata e più incurvata nella parte inferiore.

Turning Vanes Massa

Turning Vanes Alonso


ALA POSTERIORELa Ferrari ha usato un’ala posteriore di nuovo disegno per sfruttare nel migliore dei modi il sistema DRS che fino a questo punto della stagione è stato uno dei punti deboli della F2012.
La nuova ala non sarà dotata di nessun dispositivo Super DRS ma dovrebbe garantire minor resistenza all'avanzamento quando il DRS è attivato. Quest'ala è un misto tra quella usata a Spa e quella usata a Suzuka. Sulle paratie laterali sono presenti delle soffiature curvilinee e le frange in prossimità del diffusore sono più arrotondate.


Al posteriore, per cercare di aumentare il carico deportante, è stato introdotto sulla F2012 un nuovo "Monkey Seat" a due livelli.


Novità anche nella zona degli scarichi. Sotto il terminale di scarico (vedi foto in basso) sembra esserci un tunnel che potrebbe avere un doppio scopo:  energizzare ulteriormente l'aria calda in uscita da essi e andare ad alimentare il nuovo diffusore introdotto in India che presenta un doppio canale aggiuntivo per portare il flusso d'aria dalla parte inferiore dell'estrattore alla parte superiore. Tutto questo per aumentare il carico aerodinamico della monoposto nella zona posteriore.Ricordiamo che il regolamento tecnico, nei 150 mm del crash test posteriore, non pone vincoli regolamentari alle appendici aerodinamiche.



Leggere novità anche nel soffiaggio degli scarichi. L'inclinazione dello scarico rispetto allo scorso Gp disputato in India sembra leggermente diversa (vedi foto)






Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

13 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
2 novembre 2012 15:39 delete

bye bye mondiale...

Reply
avatar
2 novembre 2012 16:03 delete

firmati..così alla fine del GP veniamo a cercarti

Reply
avatar
2 novembre 2012 16:34 delete

Magari hanno usato un po' di aggiornamenti sulla macchina di Nando,e un po sulla macchina di Felipe per poi domani mettere al meglio la macchina numero 5,speriamo bene anche se sento dopo avere visto le libere qualcosa non di buono speriamo di sbagliarmi e forza Ferrari forzaaaaaaaaaaaa !!!!!!!!!!!!!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
2 novembre 2012 16:38 delete

Speriamo bene Marco!!!!
Stefano.

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
2 novembre 2012 17:40 delete

Mi pare che la nuova ala anteriore sia stata usata da Alonso per l' intera sessione pomeridiana, forse l' hanno finalmente deliberata. Intanto Webber ha dovuto rinunciare a parte della seconda sessione: ad un certo punto il coltello della sua Rb8 ha iniziato a strisciare a terra come successo a Vettel in India e quando è entrato ai box pareva esserci una perdita di fluido in quella zona. Controllo idraulico dell' assetto?

Reply
avatar
AleMans
AUTHOR
2 novembre 2012 19:46 delete

Webber dice che il liquido è dovuto ad un problema al KERS e poi il fondo della macchina ha fatto da grondaia.
Io dico invece che Babbo Natale esiste...

A parte gli scherzi, se nessun team si lamenta la storia continua così.

Su un sito inglese dicono che le scintille dipendano dal DRS, perchè quando lo usano il posteriore si alza e l'anteriore si abbassa e allora striscia davanti.
Prendendo per vera questa soluzione, quello che mi chiedo io è nel caso di Vettel che strisciava in gara, come ha fatto ad usare il DRS? Aveva un doppiato? Ci servirebbe la registrazione della gara.

Eppure la risposta più semplice sembra essere quella di un controllo idraulico, poichè il fondo tocca solo da un angolo e non tutto l'anteriore, no?

Reply
avatar
gedeone182
AUTHOR
2 novembre 2012 20:00 delete

Effettivamente in India Vettel ha usato il drs in rettilineo per un doppiato, tuttavia, le scintille si sono viste anche fuori dal rettifilo e comunque la spiegazione non mi convince, in quanto, usando il drs si può anche alleggerire il posteriore ed alzarlo ma ad abbassarsi è il musetto, mentre la zona del coltello dovrebbe essere stabile essndo il fulcro di questa ipotetica leva.
Cristiano aiutaci a capire.

Reply
avatar
reking
AUTHOR
2 novembre 2012 22:17 delete

se fosse dovuto al drs,la zona sotto il coltello si alza,a strisciare dovrebbe essere l'alettone e non la zona sotto il pilota,
questi barano alla grande e ci vogliono pure prendere per il c.lo

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
4 novembre 2012 20:40 delete

Ciao Cristiano, se il problema principale della Ferrari è trovare il carico all' anteriore, con quello posteriore addirittura eccedente, il continuo testare di ali anche posteriori secondo te a cosa è imputabile? Al tentativo di trovare un ala che a parità di carico offra il minor drag possibile? Io ho il sospetto che l' ala anteriore sia arrivata al limite del carico che si può generare restando nei limiti di resistenza all' avanzamento previsti in fase di progetto e che per ottenerne di più sarebbe necessaria quella flessibilità "dinamica" che a Maranello sembra non riescano a raggiungere. Infatti in qualifica qui ad Abu Dhabi Massa, col pacchetto aerodinamico vecchio, ha ottenuto lo stesso tempo di Alonso in Q1, in Q2 ha preso 3 decimi ed in Q3 un decimo e mezzo. Considerando uno scarto medio dovuto al "piede" di tre decimi in più per Massa sul giro secco, sembrerebbe che il pacchetto nuovo non dia vantaggi tangibili. Quindi o l' assetto di Fernando era leggermente più scarico per ottenere maggior velocità in rettilineo e poter attaccare in gara (ma le velocità sulla speed trap sono state di 320 per Massa e 319,7 per Alonso), oppure come penso io i carichi limite sono stati raggiunti. Cosa ne pensi? Grazie

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
5 novembre 2012 00:03 delete

Ma visto il vantaggio che ora la Ferrari ha in velocita' massima,se volesse,potrebbe spenderlo tutto o parte in guadagno di carico all'anteriore.Se non lo fa é o perche' in realta' il carico all'anteriore non manca,oppure perche' non é possibile generare ulteriore carico con le caratteristiche geometriche massime previste dal regolamento.In questo caso non si capirebbe perche' non avrebbero pensato di modificare il muso (hanno avuto 8 mesi a disposizione) per ottenere con esso una porzione di carico.
Finalmente,dopo anni di ali anteriori sempliciotte,si é vista un'ala anteriore complessa e discretamente ricercata nel trattamento dei flussi.Peccato che probabilmente non bastera':avete rivisto i replay ad Abu Dhabi?Ad un certo punto c'era un confronto tra movimento dell'ala Red Bull,andando sui cordoli e quello Sauber.L'ala Red Bull sembrava di gelatina,torce rispetto al pilone da far schifo.Quella Sauber al confronto sembrava di legno.Apparentemente in Ferrari sembrano incapaci di raggiungere la "mobilita'" dell'ala Red Bull.Nel 2011 sembravano averli raggiunti (dopo mesi) nei risultati ottenuti,ma quest'anno la cosa sembra impossibile per i tecnici Ferrari.
A proposito dei test farsa FIA,avete notato la consistenza dell'ala di Vettel (del flap princiale,in particolare?)dopo l'impatto con il cartellino di plastica (di pochi grammi) per evitare Ricciardo?L'ala era semi distrutta!Se questi sono i risultati dei test FIA.....tanto varrebbe nemmeno farli.
Diversamente da quando scritto da Cristiano,Fry ha detto che non tutti gli aggiornamenti (quindi,in teoria,non solo uno) hanno dato i risultati sperati.E che devono capire il perche'.Fry:la solita nenia da 4 mesi,se non lo capiscono nemmeno usando la galleria di Colonia,vuol dire che qualcuno almeno fra i tecnici é molto incompetente.Domenicali:la solita nenia da 4 anni.Iniziano abbondantemente a nauseare.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
5 novembre 2012 10:11 delete

sono d'accordo in Ferrari dovrebbero cambiare strategia comunicativa: cioè stare zitti. uno perchè le parole stanno a zero e contano solo i risultati, due perchè ogni parola va ad alimentare una serie infinita di illazioni che non fanno bene a nessuno, tranne a chi le divulga. - Simone

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
5 novembre 2012 16:36 delete

comunque ragazzi bisogna ammettere che le prestazione della Ferrari rispetto alla Red Bull dopo Singapore sono imbarazzanti per inferiorità. quindi è giusto che il mondiale lo vincano i migliori. purtroppo le prospettive sono pessime anche per il prossimo anno, stando così il regolamento, non vedo come faccia la Ferrari a superare tecnicamente la Red Bull. comunque sia sempre e solo "vinca il migliore". - Simone

Reply
avatar
Brian
AUTHOR
14 novembre 2012 15:40 delete

Sono in disaccordo su due particolari: "La Ferrari ha portato su questo tracciato 4 configurazioni diverse di ala anteriore dotate di differenti paratie laterali e di soffiaggio (portano flusso d'aria dall'interno verso l'esterno) per cercare di aumentare il carico deportante." --> In realtà i soffiaggi portano aria dall'esterno (in pratica l'aria che investe l'alettone superiormente) verso l'interno (quest'aria grazie ad un gioco di "depressioni" viene incanalata verso la zona inferiore dell'alettone). In questo modo l'aria sia investe il vortice instabile provocato dalle ruote anteriori (stabilizzando a sua volta l'aria intorno all'intera ala, aumentando il carico) sia energizza il flusso d'aria che andrà verso il fondo vettura.

E poi: "Vista la quantità di ali portate in pista dalla Ferrari si può capire che il principale problema della F2012 è il carico all'anteriore e per bilanciare la vettura sono costretti a non sfruttare tutto il carico che la monoposto genera al posteriore." In realtà la quantità di alettoni posteriori credo sia anche superiore rispetto a quelli anteriori, io credo che la Ferrari abbia alcuni problemi in entrambe le zone (probabilmente i problemi all'anteriore causano sottosterzo in ingresso curva, mentre al posteriore causano problemi di trazione).

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.