COME FUNZIONA IL SUPER DRS DELLA RED BULL RB8 - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

COME FUNZIONA IL SUPER DRS DELLA RED BULL RB8

Come annunciato nella nottata di sabato, prima della gara di Suzuka, ( Super DRS sulla Red Bull RB8 è stato scoperto il Super DRS installato sulla Rb8. Tale sistema era già stato usato durante il Gp di Singapore ma è stato rilevato soltanto in questo fine settimana giapponese.
Il sistema usato dalla Red Bull è molto simile a quello della Mercedes ed è di tipo ATTIVO in quanto si attiva sfruttando il sistema DRS.
Sulla paratia dell'alettone posteriore è presente un foro (cerchio giallo foto in basso) che viene scoperto quando viene attivato il sistema DRS.

Quando il sistema DRS viene aperto dai piloti, il foro viene scoperto e raccoglie l'aria che viene incanalata, attraverso dei piccoli condotti sulle paratie verticali dell'ala posteriore (disegno 1), fino al foro di uscita situato sulla paratia verticale dietro al profilo inferiore dell'ala (disegno 2).
 Tale soffiatura, quando il DRS è attivato permette di ridurre il "drag" all'avanzamento con un incremento della velocità massima.
Disegno 1 - gentile concessione sito http://technicalf1explained.blogspot.it/

Disegno 2 - gentile concessione http://technicalf1explained.blogspot.it/














Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

19 commenti

Write commenti
kroky78
AUTHOR
8 ottobre 2012 14:14 delete

Non sembra un sistema difficile da implmentare come quello Lotus. La Ferrari farebbe bene a dotarsene. Alonso parlando con dei giornalisti inglesi avrebbe detto che per la Corea sono attesi sviluppi che dovrebbero migliorare le performance. Cristiano, si sa nulla su cosa intendano fare? Magari dei pezzi costruiti -finalmente- sulle risultanze della galleria della Toyota? Grazie

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
8 ottobre 2012 14:29 delete

il sitema sembra semplice, ma evidentemente non è così facile farlo funzionare bene. sarebbe ora di ammettere che in Ferrari sono in netta difficoltà e che hanno perso il filo dello sviluppo, è da sei gp che si attende qualcosa di nuovo. il divario con le Red Bull è incolmabile, anche perchè loro continueranno a sviluppare di più e meglio, sono più forti. sarei molto stupito se la red Bull non vincesse questo mondiale. Simone

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
8 ottobre 2012 14:52 delete

L' importante è che abbiano il perchè del mancato sviluppo. La soluzione ai problemi potrebbe essere meno complessa di quanto si creda se cercata con gli strumenti appropriati e la galleria del vento di Colonia potrebbe essere determinante per trovare la quadra. Non bisogna poi dimenticare che tutta la stagione è stato un susseguirsi di cambi al vertice, non vanno sottovalutate le Mclaren che a Suzuka possono aver avuto solo una sporadica gara storta. Non bisogna dimenticare che le Red Bull non sono il massimo dell' affidabilità e che la Ferrari ha dalla sua un asso nella manica: Alonso. Le cose non sono affatto scontate.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
8 ottobre 2012 14:52 delete

Le dichiarazioni di combattività che provengono dalla Ferrari sembrano ormai il canto del cigno...- Simone

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
8 ottobre 2012 15:16 delete

avere una grande affidabilità è importante, ma spesso viene inficiata dal fatto di partire in mezzo al gruppo. alla fine la velocità paga sempre e la red da un paio di gare è su di un altro pianeta rispetto alla ferrari. ci rendiamo conto di cosa sta facendo la red bull negli ultimi anni? hanno uno strapotere tecnico imbarazzante. - Simone

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
8 ottobre 2012 15:31 delete

altra considerazione: Fry lo disse prima della pausa estiva che avevano capito dove fosse il problema, non mi pare che sia cambiato molto da allora. Simone

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
8 ottobre 2012 15:50 delete

nella videogallery sul sito Ferrari Domenicali dice che in Korea non ci saranno grandi novità. - Simone

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
8 ottobre 2012 18:05 delete

Mi riferivo al fatto che abbiano finalmente deciso di accantonare (notizia dell' altro giorno) la galleria del vento di Maranello fino a chè non sarà completamente ammodernata. Secondo me il nocciolo di tutti i problemi di sviluppo sono le simulazioni errate condotte fino a qui nella vecchia galleria. Lavorando esclusivamente a Colonia dovrebbero poter recuperare terreno, certo non è detto che basti.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
9 ottobre 2012 09:51 delete

Mi pongo una domanda più tecnica (dei commenti di Simone), quanto ci vuole a sviluppare un alettone, come qualunque dettaglio aerodinamico?
Se escludiamo il super DRS che a quanto pare ha un "costo" molto elevato nello sviluppo, una scuderia come la Ferrari che è abituata a fare casa/bottega tra galleria del vento e progettisti, logisticamente come si pone con una factory che si trova a Maranello e la galleria del vento a Colonia?
Emanuele

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
9 ottobre 2012 10:42 delete

penso sia difficile dire quanto ci vuole, i fattori in gioco sono tanti a cominciare dall'idea base dalla quale si parte.
Sono curioso di vedere la nuova carrozzeria Red Bull che arricerà in Korea, la quale va a completare quest'ultimo step evolutivo davvero consistente. C'è qualche rumors in circolazione a tal proposito? - Simone

Reply
avatar
9 ottobre 2012 12:38 delete

Da quello che so arriveranno dei pezzi direttamente dall'Italia con un volo privato per adattare la F2012 al circuito e per sfruttare nel migliore dei modi. Ricordiamoci che la F2012 non hai mai digerito le super morbide.
Per l'india non so nulla anche se, credo, ci sarà un super DRS in stile Red Bull. Qualcosa la Ferrari ha già provato in pista (Gp Belgio). Poi si mormora di una modifica agli scarichi.

Reply
avatar
9 ottobre 2012 12:40 delete

sulle modifiche Red Bull non si sa mai niente.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
9 ottobre 2012 12:51 delete

anche nella riservatezza sono più bravi. - Simone

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
9 ottobre 2012 14:38 delete

a proposito di scarichi ho visto che la Red Bull ha modificato profondamente il foro di uscita senza più lo scasso per incanalare il flusso. - Simone

Reply
avatar
kroky78
AUTHOR
9 ottobre 2012 17:51 delete

Il super drs Red Bull è stato smascherato, ma si sa qualcosa di preciso su quello Mclaren? Proprio in questo blog era stato ventilato un possibile super drs delle Mclaren già a Spa.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
10 ottobre 2012 11:52 delete

riporto un commento preso da un altro blog col quale sono pienamente d'accordo: "C'è da dire che nella F1 recente, spesso sono dettagli invisibili che danno un vantaggio di 1 secondo. A inizio anno lo ha detto chiaramente la Williams dopo la vittoria a Barcellona. Questa è arrivata senza novità tecniche il che vuol dire che hanno lavorato moltissimo sulla messa a punto ma da un'altra parte anche sul modo di utilizzare le gomme, cioé adattando lo stile di guida.
Ma le parole di Pat Fry ripetono (o "ribadiscono", come dicono i giornalisti) quanto già detto da Stefano : Hanno provato molte novità che non hanno funzionato come previsto! Appunto: E proprio li il problema Ferrari!
Ma "ribadisco", adesso è troppo tardi, non vedo come questa macchina possa ricuperare 1 secondo in gara su Vettel". - Simone

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
10 ottobre 2012 15:00 delete

Simone,leggo che tu reputi,complessivamente a ragione,quelli della Red Bull piu' bravi di tutti:nella fase iniziale del progetto,nell'interpretare il regolamento al limite (o oltre....),nello sviluppo della monoposto,nell'utilizzo della galleria e del CFD in modo tale che quando i pezzi arrivano in pista funzionano nel 90% dei casi,nel tenere nascoste le novita' in arrivo.
Aggiungerei anche il fatto che sono i piu' bravi anche a non essere puniti quando sfornano idee che non sono permesse dal regolamento,ma questo non dipende certo da loro,ma da chi non li vuole punire.Diciamo che.....sarebbe bello capire il perche' di tali non punizioni....
Corrono per tot gp con una mappatura che non rispetta nello spirito (e neanche nel corpo...) il regolamento,visto che tale mappatura non é regolare,viene espressamente vietata,ma pur non essendo regolare,pur venendo esplicitamente vietata il divieto di utilizzo singolarmente non ha valore retroattivo e i punti incamerati con l'irregolare accorgimento rimangono in carniere.......Perche'?
E' come se a un ladro il cui rubare non fosse espressamente descritto in una legge (ma per sempre si tratterebbe di furto) non venisse non solo inflitta alcuna pena,ma nemmeno richiesta la restituzione dei beni.
In altra occasione,ancora piu' evidente e sorprendente,Red Bull corse a Montecarlo con un foro sul fondo piatto non regolare secondo gli avversari.A repentina richista degli avversari di verifica da parte della FIA,corrispose un'effettiva valutazione di irregolarita' della soluzione utilizzata da parte di Red Bull.Anche in questo caso,incredibilmente,l'utilizzo di una soluzione irregolare non ha comportato l'annullamento dei punti conseguiti a Montecarlo.La cosa é veramente assurda:un team adotta un sistema irregolare per migliorare il comportamento e la prestazione della monoposto e chi di dovere non considera la squalifica da quel gram premio una soluzione da prendere in considerazione.
Ricordiamoci che in quel gp le prestazioni fra i team erano vicinissime.E senza soluzioni furbe,magari le Red Bull sarebbero finite 5a e 6a.
La questione é semplice:qualsivoglia soluzione non conforme al regolamento,sia nello spirito che nella sostanza,dovrebbe portare alla squalifica dei team che ha adottato tali soluzioni.La valenza della squalifica deve essere retroattiva.La FIA ha il potere di farlo e deve imporre tale logica.A certi team non starebbe bene?Liberissimi di lasciare la F.1.
La durezza nel reprimere le divagazioni é l'unica maniera per far rispettare un regolamento che viene usato dai progettisti a proprio piacimento.E' il progettista che deve adeguarsi al regolamento,non il regolamento al prigettista.....magari un mese dopo.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
10 ottobre 2012 15:06 delete

In relazione a quanto scritto da me alle 15,tenendo conto dell'abilita' di Newey e soci di sfruttare oltre il limite il regolamento (a volte rendendo legale una soluzione trovata,altre vedendosela rifiutare senza pero' penalita' subite.....) e della pochezza della FIA sia per quanto riguarda la fermezza nel far rispettare le regole,sia per quanto riguarda la stilatura di un regolamento piu' chiaro e meno atto a farsi interpretare,ancora non si capisce per quale motivo (e per quali vantaggi,visto che i risultati non si vedono) la Ferrari la passata stagione abbia abdicato all'idea,fattibilissima,di imporre a FIA (che non avrebbe potuto rimangiarsi la parola) e ai partecipanti al mondiale,il regolamento che é stato utilizzato solo per il gp di Silverstone.

Reply
avatar
Tommyhommy
AUTHOR
19 ottobre 2012 18:18 delete

Domanda : le condotte che vengono menzionate sono quelle visibili esternamente (rigonfiamenti sulla foto1? Grazie!

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.