ANALISI TECNICA GP. BELGIO - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

ANALISI TECNICA GP. BELGIO

Le squadre di Formula 1, dopo la pausa estiva, si sono presentate al Gp di Spa con parecchie nevità aerodinamiche per adattare nel migliore dei modi le vetture al circuito di Spa (basso carico).

La Mclaren è stata uno dei team più attivi ed ha portato in Belgio alcune novità particolarmente interessanti.
Gli sviluppi non si sono centrati soltanto sulle ali adatte al basso carico aerodinamico ma ha continuato ad evolvere l'intero pacchetto aerodinamico della Mp4-27.
Durante le prove libere, sulla vettura inglese, sono comparsi dei nuovi deviatori di flusso davanti alle fiancate, in stile Sauber, per meglio indirizzare il flusso d'aria verso il posteriore della monoposto.


La McLarn ha introdotto su questo tracciato una nuova ala anteriore e posteriore da basso carico aerodinamico. I due piloti, hanno scelto due strade aerodinamiche differenti.



Button ha usato l'ala a basso carico mentre Hamilton ha utilizzato quella da medio carico (vedi foto)

Configurazione aerodinamica Button


Configurazione aerodinamica Hamilton

Hamilton (cerchio) ha utilizzato il Monkey seat mentre Button no 

Interessante l'ala a basso carico della Mclaren che a differenza del modello precedente ha un coefficiente di flessibilità molto più elevato.


 La Ferrari, come previsto e già più volte scritto su questo blog, non aveva grosse novità da introdurre sulla monoposto in quanto i tecnici stanno lavorando duramente per il grosso steep evolutivo previsto per il Gp. di Singapore. I tecnici di Maranello hanno studiato una configurazione aerodinamica appsitamente per i prossimi due gp: Belgio e Monza.
L'alettone anteriore per le piste da basso carico non dispone degli upper flap situati sul profilo principale dell'ala. Nella prima foto in basso è possibile vedere il confronto tra la nuova ala (in alto) e la vecchia ala (in basso) dotata degli upper flap. 


Nuovo anche l'alettone posteriore da basso carico aerodinamico con il sistema DRS completamente rifatto in modo da garantire un'attivazione più rapida del sistema. L'alettone posteriore a differenza del modello precedente, presenta soltanto due feritoie di foffiaggio e tre nolder di dimiensioni molto ridotte per indirizzare l'aria calda velocizzata dagli scarichi.



Alonso ed il suo compagno di squadra hanno utilizzato in qualifica e in gara i piccoli deviatori di flusso davanti alle fiancate. Questi deviatori di flusso, sono stati intyrodotti dalla Ferrari al Gp di Spagna ma sono stati utilizzato fino alla scorsa gara soltanto da Massa.

 Piccole modifiche agli scarichi e al diffusore per aumentare il carico aerodinamico al retrotreno (vedi foto).



Completamente rivisto l'attacco degli specchietti (vedi foto) che aveva già visto qualche modifica nei Gp scorsi.


In questo Gp la monoposto più attesa era la Lotus in quanto si sperava di vedere in azione il tanto discusso super DRS. A causa della pioggia caduta copiosa il venerdì, durante le prove libere, i tecnici di Enstone hanno deciso di posticipare a Monza l'introduzione di questo particolare tecnico. In basso potete notare una foto in cui si vede il sistema completamente smontato ai box.



 Anche la Lotus, come buona parte degli altri team, ha messo a disposizione dei due piloti due diverse versioni dell'ala anteriore. Una da basso carico ed una da medio carico aerodinamico (foto in basso).



Una scuderia molto attiva è stata la Toro Rosso che ha introdotto in Belgio sulla STR-07 le pinze dei freni anteriori in posizione verticale come la Red Bull di Newey. Tutto questo comporta uno svantaggio in quanto avviene un leggero alzamentod el baricentro della monoposto che viene compensato da altri vantaggi aerodinamici e meccanici.

Nuovo anche l'alettone posteriore a basso carico affidato a Vergne mentre Ricciardo ha utilizzato l'ala posteriore da medio carico con un proflo principale più proninciato rispetto a quello usato dal suo compagno di team.


 Confronto fotografico tra ala di Ricciardo e quella di Vergne


La Red Bull ha introdotto un'ala anteriore adatta a questo particolare circuito e si è concentrata nuovamente sul posteriore con legegre modifiche agli scarichi, al fondo e al diffusore (vedi foto).






Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.