ANALISI TECNICA GP - GRAN BRETAGNA - PARTE 1 - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

ANALISI TECNICA GP - GRAN BRETAGNA - PARTE 1

Red Bull
La Red Bull si è presentata al Gp di Gran Bretagna con un ulteriore affinamento nella zona degli scarichi. Nella foto in basso potete notare l'introduzione di una piccola gobba nella zona terminale delle fiancate dove sono presenti i terminali di scarico. Questo rigonfiamento ha lo scopo di incanalare i gas caldi provenienti dai terminali di scarico nella zona compresa tra la parte esterna del diffusore e le ruote posteriori.
Sono stati mantenuti i due canali nella parte bassa della carozzeria: un canale va a sfociare nella zona centrale dove si inserisce lo starter del morotino di avviamento, l'altro, invece, va ad alimentare i canalòi laterali dove arriva l'aria calda proveniente dagli scarichi.



foto By Clausellf1

Comparazione tra la soluzione di scarico utilizzata a Valencia e quella utilizzata a Silverstone


Dalla foto in basso sembra che la Red Bull utilizzi una camera di risonanza nel loro sistema di scarico. Questo sistema, chiamato anche "polmone" è una sorta di vaso espanso posizionato sui condotti di scarico che permette di produrre un effetto soffiaggio degli scarichi stessi, senza l’ausilio di mappature studiate ad arte per il motore. Ovviamente l’efficienza di tale espediente non è la medesima di quella ottenuta con la taratura della centralina, ma darebbe comunque un piccolo recupero in termini di carico aerodinamico andando ad aumentare la potenza del flusso proveniente dal propulsore in rilascio, facendolo soffiare più energicamente sulle parti verso le quali i gas vengono indirizzati.



McLAREN
Venerdì, Hamilton ha utilizzato una nuova versione dell'alettone anteriore che è stata in seguito utilizzata anche da Button. Datta foto in basso, tratta da sito www.finalsector.co.uk, si possono confrontare i due tipi di ala. Il nuovo alettone è progettato per indirizzare al meglio il flusso nella zona delle ruote ed è possibile variare l'incidenza dei flap senza interferire in modo gravoso sui flussi che investono il resto della monoposto


La scuderia di Woking, durante le prove libere di Venerdì, ha provato una soluzione delle prese dei freni che permettono un'espulsione regolabile del calore. Tale soluzione è analoga a quella che la McLaren utilizza al posteriore già dal Gp di Barcellona

Diffusore Silverstone
Diffusore Valencia



Come si può vedere dalle due immagini qui sopra i tecnici della  McLaren hanno  rimosso l'elemento esterno verticale e orizzontale della barella. Questa modifica  dovrebbe aiutare i canali esterni del diffusore ad interagire nel migliore dei modi con il flusso d'aria calda proveniente dagli scarichi e indirizzato verso le ruote posteriori. Il tutto senza disturbare i canali interni.

Ferrari

Durante le prove libere è stato utilizzato il nuovo alettone anteriore che poi non è stato utilizzato in qualifica e in gara a causa dell'uscita di pista a fine prove di Alonso. Quindi, in gara, entrambi i piloti hanno utilizzato la vecchia ala. 
La nuova ala è dotata di paratie completamente riviste le quali hanno una lunghezza maggiore e sono dotate di un nolder posizionato nella parte superiore delle paratie. Sono ben visibili nella foto, quattro piccole soffiature nella parte bassa delle paratie laterali.

Nella foto in basso potete notare il confronto tra l'ala utilizzata a Valencia e quella che i tecnici hanno studiato appositamente per questo tracciato. 

Sono stati installati anche sulla monoposto di Felipe Massa i nuovi specchietti retrovisori che Alonso aveva già utilizzato nello scorso Gran Premio. Questi specchietti sono integrati con i piccoli deviatori di flusso presenti ai lati dell'abitacolo. Nella foto in basso potete chiaramente vedere il confronto tra la vecchia soluzione (Canada) e la nuova soluzione (Valencia).

La Ferrari F2012  ha utilizzato gli scarichi modificati che erano stati collaudati e poi abbandonati a Valencia (vedi foto).

 Con questi scarichi il flusso dei gas di scarico viene indirizzato ancora più esternamente e molto più in basso rispetto a quanto fatto con gli scarichi usati in Canada e Valencia. La forma delle pance sembra rimasta invariata mentre i terminali di scarico, analizzando le foto, sembrano arretrati rispetto alla precedente soluzione.

Confronto tra il sistema di scarico usato a Valencia e quello che verrà usato su questo tracciato

Ha subito qualche modifica anche il cofano motore per migliorare la pulizia dei flussi d'aria verso la zona posteriore della monoposto. Dalla foto potete vedere la comparazione tra il vecchio cofano motore e quello nuovo


Lotus
La scuderia di Enstone, nel Gp di casa, non ha portato tantissime novità. Solo un piccolo affinamento all'ala anteriore a cui è stata aggiunta una piccole aletta sul profilo principale in modo da deviare il flusso verso la piastra terminale dell'ala.

Sauber
La scuderia elvetica si  è presentata a Silverstone con un nuovo disegno delle fiancate soprattutto nella zona degli scarichi. Lo scopo di questa modifica è quello di aumentare la portata d'aria nella zona a Coca Cola della monoposto per aumentare il carico generato. E' stato anche modificato il diffusore e il cofano motore per adattarli nel migliore dei modi alle nuove fiancate della monoposto.




Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

24 commenti

Write commenti
Maxleon
AUTHOR
11 luglio 2012 20:58 delete

@ la Redazione

Ma la Ferrari non avrebbe dovuto utilizzare anche un nuovo diffusore??

Reply
avatar
Fabio
AUTHOR
14 luglio 2012 12:33 delete

Dice che arrivera' in germania un nuovo fondo, sperabilmente che sia anche doppio come quello della redbull

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
14 luglio 2012 21:11 delete

ma la ferrari la camera di risonanza non l'usavano gia nel 2011 e poi quest' anno?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 luglio 2012 11:06 delete

si la Ferrari ha introdotto la "camera" l'anno scorso, ma di questi tempi ogni cosa che introduce la Red Bull viene vista come uno spauracchio, come l'ennesimo colpo di genio di Newey.- Simone

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 luglio 2012 18:29 delete

ma la ferrari non aveva inventato un diffusore termico?-matteo

Reply
avatar
Fabio
AUTHOR
16 luglio 2012 20:45 delete

dovè questo diffusore terminco ? SPonton rispondi please :)

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16 luglio 2012 23:27 delete

che io so si parlava piu o meno a inizio stagione che la ferrari aveva creato un diffusore termico poi non ne ho saputo piu niente.vollevo sapere se sapete qualcosa-matteo

Reply
avatar
17 luglio 2012 11:13 delete

Si parlava ad inizio stagione del diffusore termico ideato da Rory Byrne (Sinceramente non ho mai capito come potesse funzionare). Poi dopo un collaudo nei test non ha dato i risultati sperati e non ne hanno più parlato. Sinceramente non so se è stato completamente abbandonato o se continuano a studiarci sopra. Appena avrò news a riguardo ve le farò sapere.

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
17 luglio 2012 12:12 delete

Le ultime chiacchiere dicono che qualcosa di innovativo, (anzi l'aggettivo esatto è "avveniristico") sarà portato in Ungheria, per la Germania sono previsti piccoli adattamenti.

Nei miei primi interventi parlavo del nuovo diffusore che doveva essere usato in Inghilterra, perchè esaminando la nuova ala (quella danneggiata che non è poi stata usata), sembrerebbe quasi che questa sia stata ideata, con punti di flessione diversi in modo tale da far confluire più aria al retrotreno in condizioni di maggior velocità, quindi ipotizzavo che il nuovo componente dovesse necessariamente lavorare in sinergia con un diverso diffusore; per cui chiedevo se qualcuno sapeva se il diffusore in Inghilterra era stato o meno usato.

Naturalmente le mie sono solo impressioni, per cui chiedo lumi a Cristiano se la mia ipotesi potrebbe essere corretta.

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
17 luglio 2012 12:27 delete

@ Simone

Il problema di fondo non sono le soluzioni tecnologiche, ma il fatto che la FIA ad inizio anno ha permesso ad alcune squadre di gareggiare con qualche "concessione" in più rispetto ad altre. Mi riferisco chiaramente al fatto che i motorizzati Renault possono "tagliare", in fase di rilascio, 4 cilindri. Al di la di tutte le polemiche correlate a questa concessione (ulteriore sfruttamento degli scarichi soffiati, carenature atte a sostituire il doppio diffusore e per finire al "polmone" di cui parla l'articolo di Cristiano) è ovvio che questa soluzione va a favorire i motorizzati Renault, perchè in curva crea una sorta di antispin automatico con tutti i vantaggi ad esso correlati.

E' chiaro che ora nessun'altra squadra può adottare la medesima soluzione, perchè la Renault aveva prospettato una situazione di necessità ad inizio campionato sulla base della quale era stata data la concessione, ora gli altri motoristi dovrebbero trovare qualche altra ascusante, ma a campionato inoltrato non è più possibile.

Visto che la FIA è l'organo di autogoverno della F1 e gode della massima autonomia, mi chiedevo, del perchè non interviene a parificare una situazione che è divenuta assurda? Solo per il fatto di non voler ammettere che è stata fatta una ulteriore cappellata o per qualche altro recondito motivo?

Voglio precisare che si parla tanto di riduzione dei costi in F1, ma fino ad ora stiamo assistendo semplicemente alla copia di soluzioni dispendiose solo perchè la FIA non ha il coraggio di intervenire con decisioni più legate allo spirito sportivo del regolamento che alla interpretazione letterale delle norme.

Regolamento più semplice, interventi repentini e più spirito sportivo. Questa è la ricetta

Reply
avatar
17 luglio 2012 12:45 delete

concordo piebnamente con quanto hai scritto. Per l'Ungheria ancora non si sa cosa la Ferrari intenda portare.

Reply
avatar
17 luglio 2012 12:47 delete

concordo pienamente con te. Bisogna fare chiarezza sui regolamenti in modo da non destare nessun tipo di sospetto. Perchè tagliare 4 cilindri??? A casa mia questo piotrebbe essere un controllo di trazione "furbo".

Reply
avatar
Francesco
AUTHOR
17 luglio 2012 13:04 delete

Scusate, ma perchè i motorizzati Renault possono "tagliare", in fase di rilascio, 4 cilindri ? mentre gli altri non possono farlo ? (ferrari e mercedes)??? Per quale motivo la FIA ha dato l autorizzazione solo ai motori renault ?

Reply
avatar
Francesco
AUTHOR
17 luglio 2012 13:09 delete

Whiting ha difeso Renault e Red Bull spiegando che il regolamento prevede il taglio di non più di quattro degli otto cilindri del motore.

“La Mercedes ci ha presentato alcune analisi audio” ha confermato Whiting a Sepang. “Il risultato è abbastanza complesso, ma dimostra che la Red Bull non sta tagliando più di quattro cilindri.”

[b]“Abbiamo i dati e possiamo vedere chiaramente che ci sono quattro cilindri che vengono iniettati e quattro no, quindi non c’è motivo di supporre che ci sia la combustione in corso.”[/b]

“Inoltre l’apertura della farfalla non è maggiore di quanto debba essere normalmente, quindi se stanno facendo qualcosa di divertente, non lo stanno facendo aprendo di più il gas. Per quanto ci riguarda è del tutto legale perchè non stanno tagliando più di quattro cilindri.”

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
17 luglio 2012 13:10 delete

Grazie Cristiano, purtroppo noi siamo solo spettatori e non ci rimane altro che esprimere il nostro disappunto, più di questo non possimao fare.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
17 luglio 2012 15:30 delete

c'è anche un altro lato della medaglia. lo spirito della F1 è la competizione su tutti i livelli a cominciare da quello tecnologico. in questi anni Renault e Red Bull sono stati all'avanguardia e quindi potremmo dire che sono stati più bravi degli altri. Ferrari deve dimostrare di essere più brava e ancora non ci è riuscita: ho letto molto ottimismo in vista di Hockenheim, ma non dimentichiamo che a Valencia Vettel stava dominando e a Silverstone ha vinto Webber. la Red Bull è ancora la macchina più forte, anche abbastanza nettamente.

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
17 luglio 2012 15:55 delete

Forse non è chiaro, ma fino a quando si parla di ipotesi riguardo ad un presunto comportamento fraudolento, allora sono perfettamente daccordo con Whiting, anche se semplicemente ascoltando un file non credo si possa dire se si inietta o meno del carburante, tra l'altro è facilmente aggirabile la cosa, infatti ricordo solo che la composizione della miscela aria benzina è libera, per cui basterebbe iniettare molta più benzina solo nei 4 cilindri attivi per generare poi una autocombustione dei gasi incombusti nel polmone per surrogare la deficienza. Quello che è sbagliata è proprio la deroga, perchè TUTTI dovrebbero gareggiare nelle medesime condizioni, invece in tal modo non c'è perequazione. Inoltre tecnicamente, al di la dei benefici che si potrebbero avere agli scarichi, vi è un beneficio incontrovertibile, quello che in curva, in fase di rilascio, i motori Renault generano una sorta di antispin (come ha detto Cristiano, una sorta di controllo di trazione molto furbo) in quanto spegnendo improvvisamente 4 cilindri, si ha un immediato depotenziamento che permette di affrontare la curva in modo molto più stabile.

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
17 luglio 2012 16:06 delete

@ l'anonimo che ha scritto:
"c'è anche un altro lato della medaglia. lo spirito della F1 è la competizione su tutti i livelli a cominciare da quello tecnologico. in questi anni Renault e Red Bull sono stati all'avanguardia e quindi potremmo dire che sono stati più bravi degli altri. Ferrari deve dimostrare di essere più brava e ancora non ci è riuscita..........omissis"

Poichè l'argomento è già stato trattato su un'altro blog mi limiterò ad incollare quello che ha scritto un utente, che mi trova perfettamente concorde, anche se non è tifoso della mia amata Ferrari:

""""""
non mi puoi parlare di Formula 1 con i termini di un tempo, facendo leva sul fatto che questo sport è la massima espressione della tecnoclogia, perchè è gia dal 2006 che non è proprio più così, e pian panino si è arrivati a normalizzarla ancora di piu….

Posso pure essere d’accordo sul fatto che con gli sviluppi bloccati, propulsori bloccati e normalizzati o congelati, auto che man mano diventano sempre piu una copia, (visto che con le limitazioni agli scarichi, ora dalla federazione ti dicono pure come li devi installare) un minimo di interpretazione libera debba esserci, però ok, per l’interpretazione libera, ma che sia nel pieno rispetto delle regole e/o dello spirito del medesimo.

Newey ha una classe innata, questo è indubbio, anche nelle meravigliose mclaren dal 97 al 2006, ha sempre sfoggiato soluzioni avveniristiche, a volte anche troppo avveniristiche (parlo della famosissima mp4/18 mai scesa in pista) però sarebbe bello vederlo progettare ed inventare soluzioni aerodinamiche che funzionino solo col passaggio dei flussi sulla vettura, piuttosto che adoperare escamotage fuorilegge, per sfruttare parti meccaniche per fini aerodinamici.
""""

Personalmente io credo che non si possano fare dei processi alle intenzioni, la Ferrari ha corteggiato Newey e questo non è un mistero, ma l’apprezzamento che ognuno di noi ha verso un tecnico è soggettivo e non si può fare di tutt’erba un fascio. Personalmente ho sempre auspicato che in Ferrari ci venisse un aerodinamico competente, per carità non voglio dire che Newey non lo sia, anzi… ma preferirei qualcuno che non esasperasse i concetti, ne fosse sempre alla ricerca di come fregare il prossimo, a me piace la sportività, vincere facile (con il trucchetto) non mi è mai piaciuto. Magari, invece qualcun altro apprezza di più la furbizia, tuttavia è chiaro che non si può sempre innescare la reazione della Federazione per proibire questo o quel determinato dispositivo (che poi puntualmente, l'anno successivo viene dichiarato illegale), perchè si innesca una reazione a catena che nulla ha a che vedere con lo sport; tutti a copiare un dispositivo che magari il prossimo anno sarà giudicato irregolare, facendo lievitare paurosamente i costi di una F1 già in crisi e, parlando di scarichi, la FIA già all’inizio dell’anno aveva comunicato di voler ancora intervenire sul regolamento in materia.

Molti sono qui a criticare il regolamento, perchè si dice sia aggirabile, ma questo si verifica perchè la FIA lo permette. La Federazione, come organo di autogoverno più che seguire alla lettera le regole dovrebbe applicarle secondo un più ristretto spirito sportivo, se tutti corrono con uno standard motoristico, nessuna squadra dovrebbe avere delle “CONCESSIONI”, se non si è in grado di competere con quello che si ha meglio non competere affatto.

Potrebbe sembrare un discorso egoistico a favore della Ferrari, ma se ci pensate bene, invece è a favore di quelle piccole scuderie, che non si possono permettere i costi esorbitanti di continui aggiornamenti e corse all'evoluzione ed è questo un ulteriore elemento che va a sfavore delle lattine: perchè non aderire al progetto di limitazione dei costi????????

Scusatemi se sono stato lunghissimo.

Reply
avatar
Francesco
AUTHOR
17 luglio 2012 17:20 delete

Maxleon17 in che cosa consiste questa deroga della FIA ai renault ?

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
17 luglio 2012 19:07 delete

@ Francesco

In realtà credo che ci sia una enorme confusione sull'argomento, questo, sempre perchè la FIA non ha mai chiarito questo argomento (almeno a quello che mi risulta).

Ritornando alle origini, lo scorso anno, quando vi fu la famosa diatriba sugli scarichi soffiati la Renault chiese alla FIA di poter sospendere l'accensione ad una parte dei cilindri, adducendo quale motivazione il fatto che tale accorgimento era necessario per una questione di affidabilità garantendo un maggior raffreddamento dei propulsori. A quello che mi risulta tale deroga non è mai stata revocata, però, di fatto genera un soffiaggio perchè i gas incombusti, per un fenomeno di autocombustione, vanno poi ad accendersi nel condotto di scarico ed i liquidi, espandendosi, creano comunque una sorta di soffiaggio.

All'inizio del corrente anno a seguito di una protesta non ufficiale della Mercedes Whiting ha difeso Renault e Red Bull spiegando che il regolamento prevede il taglio di non più di quattro degli otto cilindri del motore. (ma qui a mio avviso sta la magagne, perchè il regolamento non lo prevede affatto è solo una deroga concessa alla Renault e non anche agli altri motoristi).

In sintesi ricopiando l'articolo:

""""""
“La Mercedes ci ha presentato alcune analisi audio” ha confermato Whiting a Sepang. “Il risultato è abbastanza complesso, ma dimostra che la Red Bull non sta tagliando più di quattro cilindri.”

“Abbiamo i dati e possiamo vedere chiaramente che ci sono quattro cilindri che vengono iniettati e quattro no, quindi non c’è motivo di supporre che ci sia la combustione in corso.”

“Inoltre l’apertura della farfalla non è maggiore di quanto debba essere normalmente, quindi se stanno facendo qualcosa di divertente, non lo stanno facendo aprendo di più il gas. Per quanto ci riguarda è del tutto legale perchè non stanno tagliando più di quattro cilindri.”
""""""

Detto questo credo che ci siano numerose incongruenze:

1) quale articolo del regolamento prevede il taglio di 4 cilindri??

2) sulla base di cosa si dice che non viene iniettato carburante??? (non credo che una semplice analisi audio sia sufficiente)

3) come mai si riduce il tutto ad una questione di soffiaggio quando i reali vantaggi potrebbero essere altri?? in particolare:

a) nella fase pre-accelerazione, quando si rischia il classico sovrasterzo di potenza. Tagliando i cilindri, certamente si ha anche un surrogato del controllo di trazione che consente di avere una migliore trazione in uscita dalle curve;

b) di fatto, anche inserendo solo aria in curva la valvola a farfalla nei motorizzati Renault può essere molto più aperta ed introdurre una quantità di aria maggiore rispetto agli altri, volendo fare un esempio pratico: """"Per accedere ad una curva nel migliore dei modi bisogna ridurre la velocità da 200 a 120 km/h per farlo una vettura normale decelera fino ad aprire la valvola a farfalla di 20°, per fare la stessa manovra, ad effetto della mancata combustione sui famosi 4 cilindri, sfruttando il depotenziamento automatico (oltre alla mancata spinta derivante dal mancato scoppio in quei 4 cilindri quelli attivi devono trascinare quelli passivi) le RBR riescono a farlo con una apertura della farfalla a 40° è ovvio che le RBR introducendo una maggiore quantità di aria producono anche una quantità maggiore di gas di scarico con un maggiore effetto soffiante. Naturalmente al "minimo" di accelerazione, cioè quando il pedale è completamente alzato è ovvio che la valvola a farfalla risulta quasi completamente chiusa.

Saranno solo dei dubbi????

Io non credo, tuttavia per evitarli bastava semplicemente revocare quella famosa deroga iniziale.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
17 luglio 2012 20:38 delete

pero aggiungerei una cosa a valencia vettel è stato aiutato da hamitor. mi spiego hamitor era piu lento di vettel, grosjean una volta superato a hamitor se vai a vedere i tempi sul giro è stato pure piu veloce del miglior giro di vettel poi la ferrari a valencia è sempre stato nel traffico l'unica volta che si poteva fare il confronto vettel a rotto quindi io apetterei prima di valuttare la ferrari-Matteo

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
18 luglio 2012 10:53 delete

francesco grazie per l'impegno, ma ti stai avvitando su te stesso. non c'è nulla di così complicato. se quello che fa la Red Bull lo facesse la Ferrari saremmo tutti orgolgiosi (parlo per i ferraristi), tutto il resto è noia.

a proposito di noia e di nostalgici, ieri ho visto il gp di Spagna del 1981, una noia mortale.
quella di quest'anno è una gran bella F1 e non vedo l'ora di gustarmi Hockenheim.-Simone

Reply
avatar
Francesco
AUTHOR
18 luglio 2012 23:25 delete

io ero l'interessato, ma è Maxleon che scriveva le cose, la redbull sembra essere illegale :)

Reply
avatar
Maxleon
AUTHOR
19 luglio 2012 02:10 delete

@ Simone

Naturalmente non pretendo che mi credi, ma vorrei chiarire alcune cose che sicuramente non conosci:

Ho sempre partecipato a forum di discussione riguardanti la F1 e nel 2009 quando fu adottato il doppio diffusore fui il primo a dire che non essendo previsto espressamente dal regolamento la cosa doveva essere considerata regolare, tuttavia la FIA lo ha poi bandito; quando la RBR utilizzava l'ala anteriore flessibile dissi più o meno la stessa cosa, ma poi la FIA ha stabilito delle regole man mano sempre più rigide sulla flessibilità dell'ala; nel 2011 è capitata la stessa cosa sugli scarichi soffiati in fase di rilascio dell'acceleratore, ma purtroppo, da buon tifoso ferrarista ipocrita ed orgoglioso della mia squadra (ironicamente parlando chiaramente)dissi che anche in questo caso Newey era stato più furbo, ma manco a dirlo la cosa poi fu vietata dalla FIA.

Quindi Simone, invece di sparare a zero sui tifosi Ferrari, cerca di essere obiettivo e di rispondere con i fatti.

Dopo tutto questo, mi sono chiesto:

Ma è il regolamento che fa acqua da tutte le parti o è Newey che è il più furbo di tutti??

Ora conosco la risposta e non è nessuna delle due ipotesi sopra riportate, semplicemente perchè non ha importanza quanto precisa e meticolosa sia la norma, ci sarà sempre qualcuno che la interpreta a suo uso e consumo, come un vecchio proverbio: "fatta la legge trovato l'inganno".

Quindi, giusto per concludere, affinchè non si verifichino più di queste cose, è molto semplice, basta che la FIA, nelle interpretazioni regolamentari usi più spirito sportivo, anzicchè interpretare alla lettera le regole e vietarle poi l'anno successivo.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.