Tecnica Gp Turchia - Sviluppi in funzione Gp Barcellona - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Tecnica Gp Turchia - Sviluppi in funzione Gp Barcellona

I Gp, vista l'assenza dei test in pista durante la stagione, stanno diventando, soprattutto durante le prove libere del venerdì, delle vere prove per collaudare nuove soluzioni per sviluppi futuri.

In Turchia è successo a Red Bull, Ferrari, Force India, Lotus e Virgin che hanno provato delle soluzioni che verranno utilizzate soltanto nei prossimi gp.

RED BULL

E' andata particolarmente male a Vettel che durante e prove libere sul bagnato di venerdì mattina ha distrutto completamente tutte le novità che Newey aveva introdotto sulla vettura. Tali novità consistevano in un terminale dello scarico allungato sino quasi a toccare una prolunga, altrettanto estrema,delle prese dei freni, che ha lo scopo di indirizzare maggior parte del flusso di aria calda nella parte inferiore degli scarichi laterali. La versione tradizionale, utilizzata in qualifica e gara, aveva il soffiaggio che lambiva la parte superiore dei canali laterali.

FERRARI

La Ferrari ha collaudato non solo le modifiche da introdurre nei prossimi Gp, come le modifiche al muso, agli scarichi e al diffusore, ma anche  i primi esperimenti per la vettura 2012, come la verifica della visibilità laterale in caso di innalzamento della scocca nella zona ai lati degli specchietti.


A Maranello non hanno modificato una scocca della Rossa per questo esperimento, ma hanno aggiunto una carrozzeria posticcia facilmente riconoscibile nella zona indicata dalla freccia.

A Maranello, quindi, si sta studiando qualcosa di diverso, per dare un segno di discontinuità con il progetto attuale. Alla Ferrari sono partiti in grande anticipo: di solito questi esperimenti si vedono a settembre. Meglio non perdere tempo...

In garala Ferrari ha dimostrato che la sospensione a puntone permette, forse meglio delle pull rod, di preservare meglio gli pneumatici, anche se persistono grossi svantaggi a livello aerodinamico.

Venerdì in casa Ferrari sono stati fatti test con due tipi di scarichi diversi abbinati a due diffusori anch'essi differenti. Massa aveva la nuova versione con il soffiaggio degli scarichi rivolto verso l'interno e con l'aggiunta di una pinnetta per meglio convogliare l'aria all'interno delle ruote. IIl nuovo diffusore era riconoscibile per la presenza di un mini flap nel bordo di uscita del diffusore, come sulla Toro Rosso e sule Red Bull.

MERCEDES

La Mercedesha fatto un notevole passo avanti soprattutto in configurazione da qualifica. Il team tedesco per questo appuntamento turco ha introdotto un nuovo alettone posteriore. scarichi modificati, ma soprattutto un cambio di filosofia nella configurazione degli assetti che ha pagato molto in qualifica ma in gara ha contribuito ad un eccessivo degrado delle gomme. La Mercedes al Gp di Spagna porterà una monoposto profondamente rivista per Nico Rosberg e Michael Schumacher. A Barcellona, infatti, farà il suo debutto una MGP W02 che Bob Bell (direttore tecnico) e Tim Densham (capo progettista) hanno deciso di modificare in modo sostanziale, al punto che sarà necessario sostenere un nuovo crash-test laterale.

Il team diretto da Ross Brawn sta spingendo molto forte nello sviluppo della monoposto perché vuole inserirsi nelle posizione di vertice della classifica Costruttori, perché i piazzamenti ottenuti fino ad oggi da Rosberg e Schumi sono certamente inferiori alle attese.

In Spagna vedremo la freccia d’argento con una soluzione degli scarichi simile a quella che ha creato scalpore sulla Lotus-Renault R31. I terminali, infatti, soffieranno davanti alle pance per indirizzare i gas roventi sotto il fondo della vettura e “alimentare” il profilo estrattore.

Fino ad oggi, invece, sulla Mercedes gli scarichi sbucavano a metà pancia, subito dietro al pacco dei doppi radiatori. Pur mantenendo la stessa scocca (deve restare tale per tutto il campionato, essendo omologata) i tecnici di Brackley hanno completamente ridisegnato la pancia dopo un lungo lavoro in galleria del vento.

Gli interventi non si limitano ad un riposizionamento degli scarichi, ma hanno imposto uno spostamento dei radiatori e delle strutture anti-intrusione ad assorbimento graduale degli urti, per cui si è reso indispensabile il nuovo crash-test.

Bob Bell ha preferito seguire la linea di sviluppo tracciata dalla Lotus Renault, anziché quella seguita dalla Red Bull Racing con gli scarichi che soffiano nel diffusore posteriore nella zona tangente la ruota posteriore, pur sapendo che si tratta di una soluzione difficile da mettere a punto.La R31 nelle prime uscite si era rivelata molto veloce, ma anche poco affidabile perché il calore degli scarichi bruciava alcune parti aerodinamiche (pance e deviatori di flusso), finché non hanno trovato le adeguate schermature termiche. Orala Mercedessi troverà a risolvere gli stessi problemi: i tecnici sono molto ottimisti perché dalle simulazioni emergerebbe che il pacchetto può valere circa mezzo secondo nel tempo sul giro! Assieme alla nuova configurazione di scarichi, dovrebbe fare il suo debutto sulla W02 anche un diverso tipo di ala anteriore la quale, secondo alcuni rumors, sarebbe la più simile a quella della Red Bull, rispetto a qualsiasi altra monoposto.

LOTUS RENAULT
La Lotus-Renault ha portato ad Istanbul una soluzione  ricavata dalla Ferrari: infatti, l’ala anteriore della Renault R31 comprende ora piloni centrali allungati in modo simile a quelli adottati dalla rossa fin dall'inizio della stagione. È interessante notare che le telecamere on board sono ora piazzate tra i due piloti, come quelle della Mercedes. Il resto dell'ala era in gran parte simile alla precedente soluzione del team.

Onestamente, questa voltala Lotus-Renault ha ottenuto prestazioni leggermente deludenti rispetto al livello medio dimostrato nelle gare scorse. Ma a Barcellona ci si aspetta da parte loro un enorme sviluppo.

FORCE INDIA


Mentre la maggior parte le squadre stanno progettando importanti aggiornamenti al prossimo evento a Barcellona, ​​la Force India ha portato un considerevole pacchetto aerodinamico anteriore alla Turchia. Paul Di Resta e poi Adrian Sutil hanno testato le modifiche nelle sessioni di Venerdì e poi hanno deciso di non usarle per le qualifiche e gara. Il nuovo muso è stato completamente ridisegnato tanto che ha dovuto effettuare un nuovo crash test. E' un particolare muso studiato appositamente per piste da medio carico come quella della Turchia. La monoposto ha perso la parte voluminosa nella parte inferiore dove è stato adottato il deviatore di flusso introdotto lo scorso anno dalla McLaren e conservato anche sulla MP4-26. Di scuola McLaren anche le paratie laterali con due soffiature verticali.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.