NOVITA’ TECNICHE VISTE A SEPANG - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

NOVITA’ TECNICHE VISTE A SEPANG

Dopo la gara inaugurale di Melbourne le monoposto sono state spedite direttamente in Malesia per poter disputare la seconda gara stagionale e le squadre non sono riuscite a portare grosse novità per questa trasferta asiatica. Stessa cosa succederà per il Gp di Cina in cui non sono previste grosse rivoluzioni sulle vetture. Gli unici cambiamenti che si sono visti in pista a Sepang sono state delle piccole modifiche per adattare al meglio le monoposto alle esigenze del circuito che erano molto diverse rispetto a quello australiano.

RED BULL

Interessante, analizzare ancora una volta, il disegno del posteriore della RB7, che rappresenta uno dei punti forza della vettura di Adrian Newey che ha permesso di recuperare buona parte del carico aerodinamico perso con l’abolizione dei diffusori doppi. In Australia, la Red Bull aveva modificato i suoi scarichi con una piccola estensione dei tubi piatti che soffiano appena davanti alle ruote posteriori. Anche in Malesia è stata usata la stessa configurazione di scarichi.



Anche il fondo della vettura ha subito delle leggere modifiche per cercare di deviare un maggior flusso d’aria sotto ai canali laterali del diffusore posteriore. Questa modifica sembra aver funzionato molto bene, infatti la Red Bull, sembrava la vettura con il maggior carico aerodinamico nei lunghi curvoni del tracciato malese.

Per la gara malese è stato anche aggiornato il diffusore che presenta ora, il raccordo tra la parte orizzontale e quella verticale arrotondato. Come si nota dalla foto, la Red Bull non sfrutta la possibilità di scendere con le pareti laterali sino al piano del fondo scalinato (in questa zona è diretto il soffiaggio degli scarichi). Questo per far si che il carico deportante della vettura sia meno sensibile alla variazione di altezza. Da notare anche la soffiatura del nolder applicato alla parte superiore del diffusore.



Per questo Gran Premio i piloti Red Bull avevano a disposizione due tipi di ali anteriori, ma sia Sebastian Vettel che Mark Webber hanno optato per usare quella “vecchia” con i profili triplano molto più semplici (paratia caratterizzata da una singola finestra esterna)  rispetto a quella nuova.

Per la prima volta la Red Bull ha potuto utilizzare a sprazzi, durante le prove e la gara, il Kers. Si è potuta così vedere la disposizione delle componenti interne del Kers stesso con una mini batteria sul lato sinistro della scatola del cambio e la centralina di controllo sul lato destro. Tale soluzione è ottimale come compattazione degli ingombri ma crea problemi di affidabilità dovuti al raffreddamento delle batterie sia per le sollecitazioni in quella zona.

LOTUS-RENAULT R31

La Lotus Renault ha portato in Malesia alcune modifiche interessanti:

-         alettone anteriore che comprende nuove paratie; sui lati ora è presente una pinna curva subito davanti al buco longitudinale, per permettere il passaggio del flusso d’aria. Durante le prove libere di Venerdì e Sabato i piloti hanno provato entrambi i due tipi di ala ma poi per le qualifiche e la gara hanno deciso di usare quella di nuova concezione in quanto genera un carico deportante maggiore che è utile nelle tante curve del tracciato malese
-         aggiornamento sugli scarichi. Come vedete dalle foto i basso si può notare che l’estremità degli scarichi è stata cambiata. I tecnici stanno cercando di ottimizzare al massimo il flusso degli scarichi sotto la vettura per cercare di avere il maggior carico aerodinamico possibile. Sicuramente, le modifiche che i tecnici apporteranno in questa zona continuerà durante tutta la stagione.

FERRARI 150°ITALIA

Per la Malesia, la Ferrari hamodificato leggermente l’ala anteriore con l’aggiunta di un piccolo lembo nei deflettori sotto il muso per incanalare meglio l’aria sotto il fondo vettura. Il team ha anche apportato alcune modifiche molto sottili per le placche terminali dell’ala anteriore per cercare di recuperare un pò di carico deportante all’anteriore e limitare il sottosterzo di cui soffre la 150°Italia, soprattutto con poca benzina. Felipe Massa Venerdì e Sabato Mattina ha girato con una telecamera speciale sulla vettura per controllare il movimento dell’ala anteriore ad alte velocità. Questo sta a significare che anche in Ferrari stanno lavorando sul concetto si ala anteriore flessibile.

MCLAREN - MERCEDES MP4-26

Durante le prove libere del Venerdì la McLaren ha girato con gli scarichi e il diffusore leggermente modificati rispetto a quelli di Melbourne oltre ad avere nuove prese dei freni sia all'anteriore che al posteriore. Durante le prove libere i due piloti hanno fatto delle comparazioni fra le due soluzioni di scarichi/diffusore, con Hamilton che ha usato quello nuovo mentre Button quello vecchio. Alla fine è stato scelto da entrambi i piloti di usare una soluzione ibrida: diffusore in titanio (stile Melbourne)  e scarichi nuovi che hanno permesso di migliorare il flusso d'aria calda nel canali laterali del diffusore stesso.

Nuova soluzione di scarichi e diffusore



Vecchia soluzione scarichi e diffusore

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.