LA FERRARI OGGI A FIORANO HA PROVATO L'ASSETTO PICCHIATO - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

LA FERRARI OGGI A FIORANO HA PROVATO L'ASSETTO PICCHIATO

Questa mattina, a girato per una ripresa filmata pubblicitaria autorizzata dalla FIA, sulla pista di Fiorano la Ferrari modificata che disputerà il Gp della Turchia. . Si tratta della monoposto evoluzione che è chiamata a risollevare le sorti del Cavallino rampante dopo un avvio di campionato certamente non all'altezza delle aspettative.

Felipe Massa però ha avuto la possibilità di verificare alcune soluzioni di assetto che dovrebbero avvicinare le Rosse a Red Bull Racing e McLaren, le due squadre che hanno vinto i primi tre Gp della stagione 2011: se guardate bene le foto la Rossa nel posteriore è più alta del solito. A Istanbul ci sarà un pacchetto di novità (un alettone e una sospensione posteriore rivista).
In Turchia, infatti, ci sarà un nuovo alettone anteriore concepito per garantire più carico aerodinamico sul davanti senza penalizzare troppo l'efficienza, con le paratie laterali di nuovo disegno e i flap rivisti.Le novità più importanti riguardano la zona degli scarichi che saranno  ancora più incanalati verso la tangente della ruota posteriore seguendo un concetto che è stato brillantemente sviluppato da Adrian Newey sulla RB7. La Ferrari per esasperare questo concetto, dovrà ridisegnare la sospensione posteriore onde evitare che il puntone dello schema push-rod determini un nocivo bloccaggio dei gas roventi destinati invece ad infilarsi sotto al diffusore posteriore per creare una sorta di “minigonna termica” che permette di “sigillare” il fondo con l'assetto più “picchiato”, vale a dire con il retrotreno più alto da terra. A Maranello sono molto fiduciosi e credono che con quetso progetto la Ferrari diventerà mlto più competitiva. Se così non fosse
prepariamoci a possibili cambiamenti nella pianta organica dello staff tecnico. Oggi il nome più chiacchierato è quello di Nikolas Tombazis, il progettista che ha firmato la 150° Italia.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

13 commenti

Write commenti
Denny
AUTHOR
29 aprile 2011 18:45 delete

ma il problema non era la mancanza di carico all'anteriore?

Reply
avatar
csponton
AUTHOR
29 aprile 2011 18:50 delete

Infatti e' stato ridisegnata l'ala anteriore e tutti gli elementi che la campongono. Poi avere carico al posteriore non fa mai male

Reply
avatar
luca
AUTHOR
29 aprile 2011 19:28 delete

il problema è all'anteriore ma nelle F1 attuali per generare carico aerodinamico senza pagare in termini di drag bisogna lavorare nella zona posteriore (coca-cola - estrattore)riducendo la sezione al massimo per accellerare il flusso nella parte bassa.
ora, storicamente la ferrari (dal 2002) ha sempre privilegiato realizzare vetture estremamente efficienti dal punto di vista aerodinamico (trade-off: carico - resistenza all'avanzamento) piuttosto che con forme che generassero il massimo della deportanza possibile, principio che è alla base per esempio dell'insuccesso della F2005.
newey disegna le proprie vetture facendo in modo che il corpovettura crei il massimo carico aerodinamico possibile (concetto che le penalizza molto nei circuiti superveloci come spa o monza) e può quindi osare con assetti meccanici estremi che mandano subito in temperatura gli pneumatici (vedi la sequenza infinita di pole position redbull tra la 2^ metà del 2009 sino ad oggi) senza preoccuparsi che gli stessi possano squagliarsi in gara in virtù di una macchina praticamente incollata all'asfalto.
le modifiche all' antriore in genere (non solo nel caso della F150°) paradossalmente servono appunto a far lavorare il meglio il posteriore, favorendo il coinvogliamento del flusso in quella zona.
riassumendo: si lavora nella zona terminale della vettura per aumentare i valori aderenti in senso assoluto e poi si equilibra il carico tra anteriore e posteriore col set-up durante il weekend di gara.

Reply
avatar
csponton
AUTHOR
29 aprile 2011 19:38 delete

Ottime considerazioni Luca. Hai spiegato alla perfezione il concetto. Grazie

Reply
avatar
Gabriele79
AUTHOR
29 aprile 2011 20:35 delete

Buon pomeriggio,
Una domanda che a te potrà parere scontata....quando si parla di soffiaggio degli scarichi.
In questo caso i gas soffiano sotto al diffusore (come descrivi nel testo "gas roventi destinati invece ad infilarsi sotto al diffusore posteriore").
Non capisco come mai vadano ad interferire con i puntoni delle sospensioni che si trovano sopra il diffusore........
Gli scarichi hanno l'uscita dei gas sotto o appena sopra il diffusore? Com'è la configurazione specifica delle altre monoposto?
Ti tingrazio per la gentile risposta

Reply
avatar
Francesco Bassi
AUTHOR
29 aprile 2011 20:40 delete

Sinceramente confrontando queste foto con questa http://www.gpupdate.net/en/f1-photos/6182/2011-malaysian-formula-1-grand-prix/173547/#173547

non trovo assolutamente nulla di nuovo nell'ala anteriore.....o è stata realizzata con le famose fibre di carbonio intrecciate per aumentarne la flessibilità (ma non penso dato che in ferrari si è capito che con questa soluzione non superano i nuovi test con 100kg alle estremità) o qui di versione B c'è poco....a me sembra esattamente la stessa macchina vista in cina.

Reply
avatar
Denny
AUTHOR
29 aprile 2011 21:35 delete

grazie delle spiegazioni e del tentativo di rendere semplice concetti ingegneristici.
ricordo pero'che per regolamento non e' possibile testare particolari della vettura mai utilizzati in gara durante i filming days .
se la ferrari l'ha fatto rischierebbe delle sanzioni.
Teoricamente dovrebbero poter provare solo un assetto "più picchiato".

Reply
avatar
Fabrizio
AUTHOR
29 aprile 2011 23:01 delete

Confermo quanto detto da Denny per quanto riguarda il regolamento e che non ha testato nulla, nemmeno l'assetto picchiato.
Il problema della Ferrari e' che aveva studiato uno schema di scarico diverso, copiando in corsa quello RB che nonostante le dichiarazioni non era studiato in anticipo, si e' creato il problema sospensione posteriore, anche pero' con il vantaggio di recuperare quasi lo stesso carico al posteriore che avevano l'anno scorso, mentre RB e MCL lo hanno addirittura incrementato.
Questo ha sbilanciato la vettura che risulta sottosterzante, la galleria e' ovvio a tutti che non c'entra nulla e qualora fosse starata lo sarebbe per una percentuale risibile incidendo sul carico aerodinamico totale di meno del 1%.
Senza contare che qualcuno dovrebbe spiegare come mai i dati di quella Toyota erano coerenti con quella in Maranello... ;)
Ora per aggiustare il tutto dovrebbero passare alle Pull Rod, ma questo porterebbe ad un nuovo telaio un nuovo studio della vettura e dei pesi, e alle immediate "dimissioni" di Costa che tanto ha spinto er questo assurdo pacchetto di sospensioni posteriori solo per autoincensarsi, mentre tutta la F1 2011 corre con un altro schema sospensivo, e questo statene certi non succedera' quindi per quest'anno il capro sara' Tombazis.
Quando i punti di distacco dai migiori saranno troppi annunceranno la resa, ma non possono ufficialmente ora anche per problemi di sponsors che incidono ormai per una notevole fetta del bilancio della scuderia.
Quindi aspettatevi solo palliativi e il massimo sforzo solo per la corsa di Monza.
Tanto per gioco prendete le foto dell'ala anteriore della F10 delle ultime corse, poi predete quella della F 150 alla presentazione e quella attuale, noterete che sono identiche ...piloncini a parte parlo di ali... secondo voi il problema e' davvero all'anteriore? ;)

Reply
avatar
Francesco Bassi
AUTHOR
29 aprile 2011 23:23 delete

Concordo con tutto, e penso che passare al pull rod ora a stagione iniziata sarebbe una follia, bisognava capirlo quest'inverno che era la direzione da prendere. E a dir la verità non è che ci volesse tanto.....

Reply
avatar
csponton
AUTHOR
29 aprile 2011 23:27 delete

Concordo con parecchie cose che tu hai scritto. Se tu vai a vederti il pezzo che ho scrtto appena ho visto questa Ferrari ho detto subito che era una macchina troppo conservativa.
Discorso sospensione posteriore push rod
perchè la Ferrari ha scelto questo schema sospensivo? I tecnici dicono che lo schema a puntone offre maggiori possibilità di intervento e modifica. Con le gomme Pirelli pensavano che poter operare velocmente sulle sospensioni poteva essere un grosso vantaggio. Cosi, purtroppo, non è stato.
Al momnto di valutare i parametri del progetto, i tecnici del Cavallino, compreso Pat Fry, hanno riteuto che non ci fosse bisogno di stravolgere il progetto 2010, rimanendo fedeli allo stesso schema sospensivo. In Ferrari hanno ritenuto che la F10 fosse un ottima monoposto ma si sono sbagliati di grosso. Era buona ma senza gli errori a catena della Red Bull, il mondiale 2010 sarebbe finito prima di Abu Dhabi.

Galleria del vento
Dicono che la galleria del vento disegnata da Renzo Piano nel 98 abbia il tunnel troppo corto e ogni volta bisogna applicare dei fattori di correzione ai dati forniti dalle prove. Può darsi che le limitazioni regolamentari degli ultimi anni (modelli in scala 60% e non a grandezza naturale e velocità del tappetto ridotta a 50 m/s) abbiano influito di molto sul numero di Reynolds (rapporto tra forse d'inerzia e forze viscose) ce da indicazioni sull'andamento dei flussi.

Ala Anteriore
Alonso durante le libere del gran premio di Cina a provato un nuovo esemplare di alettone anteriore e delle nuove prese dei freni. L'alettone era completamente diverso dal precedente in tutte le sue componenti. Le paratie laterali erano tagliate in basso come quelle utilizzate los corso anno sulla F10. Il profilo principale leggermente incurvato verso l'alto e ancora meno nel bordo di uscita. La paratia è più incurvata verso l'esterno ed è più sottile e non incorpora la regolazione del flap che è stata spostata verso il centro. Diverso irrigidimento fr i due flap che sono anc'essi diversi. i piloni centrali sono leggermente convergenti nella parte posteriore.

Reply
avatar
csponton
AUTHOR
29 aprile 2011 23:33 delete

Qui trovi tutte le spiegazioni che hai chiesto. Se hai altri dubbi non esitare a chiedere.
http://spontoncristiano.wordpress.com/2011/01/14/push-rod-o-pull-rod/

Reply
avatar
luca
AUTHOR
30 aprile 2011 19:01 delete

cristiano il discorso dello schema sospensivo posteriore conservativo mi puzzava un po' già a marzo (http://spontoncristiano.wordpress.com/2011/03/14/ferrari-150%C2%B0italia/),non so quanto abbia influito su questo disegno anche la paura che uno schema più estremo (e poco conosciuto) potesse rovinare l'unico vero punto di forza della ferrari in questi ultimi anni e mi riferisco alla buona gestione degli pneumatici in gara.
sono assolutamente d'accordo con fabrizio quando dice che tutti i discorsi sulla galleria del vento sono solo scuse campate in aria per placare l'insoddisfazione di tifosi e sponsor.
cristiano ti ringrazio per la competenza del tuo blog.

Reply
avatar
Fabrizio
AUTHOR
2 maggio 2011 18:20 delete

Vorrei riportarvi il pensiero dell'Ing. Forghieri, non proprio un tifoso qualsiasi ne un tecnico della domenica preso da una intervista di un altro blog:
‘La Ferrari? Oh, io sono un tifoso della Rossa, ovviamente. Non credo che il distacco accumulato nei priimi 3 Gp sia irrecuperabile. Il margine c’è. Secondo me, il grosso problema della macchina è figlio degli assetti, più che della aerodinamica…’

‘Alla storia della galleria del vento con dati sbagliati non posso credere. E’ una spiegazione inaccettabile. Tra l’altro la Ferrari ha usato anche la galleria della Toyota, no? E volendo, dando il motore alla Sauber, potrebbe disporre anche di una struttura che fa capo alla Bmw, in Svizzera. No, è una giustificazione che non tiene…’

‘Comunque, essendo Rory Byrne ancora un consulente del Cavallino, io andrei a chiedergli più di un parere. Rory sulla aerodinamica è sempre stato un fuoriclasse e certe cose mica le disimpari…’

Che conferma ogni nostro dubbio, mio principalmente riguardo le "bugie" diplomatiche Ferrari, peccato che quest'anno ci rimettera' Tombazis per questioni squisitamente politiche credo... Ma Costa e' cosi' potente?

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.