MODIFICHE FERRARI - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

MODIFICHE FERRARI

La Ferrari che si presenterà ai test di Barcellona, a partire da domani fino a Sabato, avrà finalmente l’aerodinamica definitiva (provata a Vairano da Ringon) che verrà usata per il Gp. Di Australia, Malesia e probabilmente Cina. Il nuovo pacchetto aerodinamico prevede: alettone, scarichi, diffusore e carrozzeria posteriore. Le ali usate fino ad ora erano quelle della monoposto dello scorso anno.



Nella prima giornata di test verrà montata un ala studiata appositamente per il muso altissimo della 150° Italia e, al posteriore, verrà usata un ala completamente nuovo che dovrebbe aiutare il telaio ad essere più “gentile” sui pneumatici.



Gli scarichi rappresentano la modifica più importante e saranno simili a quelli usati dalla Red Bull Rb7 e dalla Toro Rosso Str6. Questa volta non possiamo dire che la Ferrari ha copiato gli scarichi dagli avversari, come avvenuto lo scorso anno, perché tale soluzione era già allo studio da diverso tempo. Tali scarichi saranno “affogati” nel fondo della carrozzeria, più precisamente nella porzione laterale. I gas di scarico vengono deviati in posizione abbastanza laterale, più verso le ruote di quanto avveniva con gli scarichi soffiati dello scorso anno.



Tale soluzione, usata anche da altre squadre, è dovuta soprattutto ai nuovi regolamenti che regolano la zona posteriore della vettura.  Tali regole non hanno vietato solo i doppi diffusori  ma hanno anche introdotto limitazioni nelle “finestre” che alcune squadre avevano aperto proprio nelle superfici degli estrattori, con la scusa di far passare l’asta dell’avviatore elettrico. Tale soluzione voleva sfruttare al massimo il flusso dei gas di scarico nella zona della scatola del cambio. Quest’anno le regole sono molto più restrittive e conviene far passare gli scarichi nella parte laterale. Tale modifica agli scarichi, implica che anche il diffusore venga completamente ridisegnato per aumentarne l’efficienza e l’efficacia.



Gli interventi alla carrozzeria posteriore, riguardano, soprattutto, la parte inferiore delle fiancate che viene chiusa dove prima passavano i terminali. Tutte queste soluzione che verranno introdotte dovranno far recuperare alla Ferrari quel bilanciamento aerodinamico che è sembrato un po’ precario rispetto ai riveli della Red Bull. Tali soluzioni verranno provate da Felipe Massa nei primi due giorni di test e poi da Fernando Alonso che avrà modo di “spremere” di più la vettura dopo che il compagno di squadra avrà effettuato la messa a punto.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.